Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Analisi degli interventi e vulnerabilità sismica del Ponte di Annibale

Questo lavoro è stato eseguito come tesi di laurea in Scienze e Tecniche per il Restauro e la Conservazione dei beni Culturali presso l’Università della Calabria.
Per l’importanza e la rarità, nonché per la vicinanza ai luoghi a me cari, è stato per me doveroso concludere il ciclo di studi scegliendo come ultimo argomento di discussione il Ponte di Annibale, combinando la semplice passione per l’antica Roma alle conoscenze acquisite nel corso degli anni.
Scopo principale della presente tesi è tentare di ridare gloria a chi di gloria visse, testimonianza dell’operato di un grande popolo in Calabria.
In particolare ho concentrato l’attenzione sulla resistenza sismica e sugli interventi attuati nel tempo sul ponte, verificando la straordinarietà degli antichi Romani e delle loro tecniche di costruzione.

Mostra/Nascondi contenuto.
CAPITOLO I I PONTI   I PONTI 1.1 Tipologia di costruzione Il ponte è una struttura che ha lo scopo di aiutare il superamento di un ostacolo, naturale o artificiale, che impedisce la continuità di una via di comunicazione. Una prima distinzione si può fare tra i ponti veri e propri, i cavalcavia e i cosiddetti viadotti. I primi vengono realizzati per il superamento di ostacoli naturali come i corsi d’acqua, i secondi vengono utilizzati per il superamento di un’altra via di comunicazione ed i terzi vengono impiegati per il superamento di una vallata o comunque una discontinuità orografica. Su di un ponte si può transitare con un mezzo di trasporto o semplicemente a piedi. Il primo ponte fu probabilmente un tronco di albero caduto fra le due rive di un fiume, da lì in poi l’uomo ha perfezionato ed ideato nuovi ponti. Per comprendere come sono strutturati c’è bisogno di conoscere alcune componenti fondamentali degli stessi:……  L’impalcato, è la struttura orizzontale che sorregge il piano viabile, può essere costituito da tavole in legno o da una soletta in cemento armato o ancora da una lastra ortotropa (lamiera d’acciaio irrigidita da nervature ortogonali tra loro).  Le travi, sono l’elemento principale nella costruzione di un ponte, in quanto hanno il compito di supportare il carico, possono essere in legno strutturale, in cemento armato, in acciaio o in lega di alluminio.  - 4 -   

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali

Autore: Giuseppe Pulice Contatta »

Composta da 88 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 713 click dal 08/11/2010.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.