Skip to content

Nuovi canali di commercializzazione degli alimenti di origine animale. I distributori di latte crudo nella provincia di Padova

Informazioni tesi

  Autore: Velezia Marchioni
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2008-09
  Università: Università degli Studi di Padova
  Facoltà: Agraria
  Corso: Scienze e tecnologie zootecniche e delle produzioni animali
  Relatore: Giulio Cozzi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 87

In Italia come in altri Paesi Europei molte aziende zootecniche, in seguito alla crisi economica e al basso prezzo del latte alla produzione, hanno deciso di investire sulla vendita di latte crudo direttamente al consumatore finale, concretizzando così quello che è il concetto di filiera corta. Con questo sistema vengono, infatti, saltati vari passaggi commerciali come cooperative di raccolta latte, trasportatori e centrali del latte, facendo così abbassare il costo finale del prodotto. Questa nuova forma di vendita del latte ha permesso agli allevatori di elevare i propri guadagni di una percentuale che va dal 25% al 70%, e ai consumatori di risparmiare il 30% circa. Il prodotto, inoltre, è oggetto di forte interesse, un po’ per la novità e un po’ perché il latte crudo è percepito come un alimento genuino e vivo.
Il mio lavoro di tesi nasce, infatti, dalla sempre più attuale e crescente realtà della vendita di latte crudo attraverso distributori automatici, ma anche dall’esperienza di tirocinio, svolta presso un’azienda agricola del padovano che si occupa dell’allevamento di vacche da latte di razza Pezzata Rossa e che possiede un distributore automatico di latte crudo.
In particolare questa tesi ha l’obiettivo di analizzare quali sono i costi, i volumi di vendita, i vantaggi e gli svantaggi di un distributore aziendale di latte crudo del padovano.
Nella prima parte del lavoro è stato introdotto e discusso il prodotto latte vaccino, spiegando brevemente cosa s’intende con questa parola e qual è la sua origine descrivendo quindi l’anatomia della mammella bovina e la sua fisiologia. Si è poi passati ad analizzare la composizione chimica, il valore igienico e sanitario del latte e in che modo esso arriva dalla stalla di origine alla nostra tavola. Nel capitolo successivo è stato affrontato l’argomento riguardante il latte alimentare in Italia e quindi quali sono i tipi di latte che si trovano in commercio, i trattamenti che subisce e le leggi di riferimento. Prima di passare al latte crudo e ai distributori, è stata fatta una panoramica sui consumi e sui prezzi dei vari tipi di latte dal 2000 fino a inizio 2009. In particolare sono stati analizzati i consumi, gli acquisti per area geografica, i canali di commercializzazione e i prezzi dell’alimento all’origine e al consumo negli ultimi dieci anni in modo da capire meglio le motivazioni che hanno portato le aziende agricole a investire nei distributori.
Successivamente, per introdurre alla parte sperimentale della tesi, è stato affrontato il tema del latte crudo, i suoi vantaggi e svantaggi, la legislazione vigente, come sono fatti, i vari tipi e in che modo funzionano i distributori automatici.
In seguito è stata sviluppata la parte principale della tesi che ha affrontato il fenomeno della vendita del latte crudo attraverso i distributori automatici a partire dal 2004 in Lombardia. Si è voluto quindi analizzare come si è sviluppata questa forma di vendita nella provincia di Padova che attualmente è una delle province con il numero maggiore di distributori in tutta Italia. Da questa indagine si è visto che il primo distributore è stato aperto nel 2006, ma il vero e proprio boom è stato registrato nel 2008 con l’installazione del maggior numero di distributori.
Infine si è preso in esame il primo distributore automatico di latte crudo che è stato installato in un’azienda del padovano, per osservare quali sono i costi e i volumi di vendita. L’analisi ha innanzi tutto considerato la descrizione dell’azienda, il tipo di animali allevati e il tipo di gestione, passando poi a esaminare il distributore. Attraverso un’intervista con l’allevatore sono state approfondite le motivazioni che l’hanno spinto a credere in questa nuova forma d’investimento e quali sono stati i vantaggi e gli svantaggi dell’aver aperto per primo questo nuovo tipo di attività commerciale. Poi si sono analizzati i costi dell’impianto e i volumi di vendita di questi tre anni e mezzo di attività anche per comprendere l’effetto dell’Ordinanza Ministeriale del 10 dicembre 2008 che ha suggerito la bollitura dell’alimento prima del consumo.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
4 RIASSUNTO In Italia come in altri Paesi Europei molte aziende zootecniche, in seguito alla crisi economica e al basso prezzo del latte alla produzione, hanno deciso di investire sulla vendita di latte crudo direttamente al consumatore finale, concretizzando così quello che è il concetto di filiera corta. Con questo sistema vengono, infatti, saltati vari passaggi commerciali come cooperative di raccolta latte, trasportatori e centrali del latte, facendo così abbassare il costo finale del prodotto. Questa nuova forma di vendita del latte ha permesso agli allevatori di elevare i propri guadagni di una percentuale che va dal 25% al 70%, e ai consumatori di risparmiare il 30% circa. Il prodotto, inoltre, è oggetto di forte interesse, un po’ per la novità e un po’ perché il latte crudo è percepito come un alimento genuino e vivo. Il mio lavoro di tesi nasce, infatti, dalla sempre più attuale e crescente realtà della vendita di latte crudo attraverso distributori automatici, ma anche dall’esperienza di tirocinio, svolta presso un’azienda agricola del padovano che si occupa dell’allevamento di vacche da latte di razza Pezzata Rossa e che possiede un distributore automatico di latte crudo. In particolare questa tesi ha l’obiettivo di analizzare quali sono i costi, i volumi di vendita, i vantaggi e gli svantaggi di un distributore aziendale di latte crudo del padovano. Nella prima parte del lavoro è stato introdotto e discusso il prodotto latte vaccino, spiegando brevemente cosa s’intende con questa parola e qual è la sua origine descrivendo quindi l’anatomia della mammella bovina e la sua fisiologia. Si è poi passati ad analizzare la composizione chimica, il valore igienico e sanitario del latte e in che modo esso arriva dalla stalla di origine alla nostra tavola. Nel capitolo successivo è stato affrontato l’argomento riguardante il latte alimentare in Italia e quindi quali sono i tipi di latte che si trovano in commercio, i trattamenti che subisce e le leggi di riferimento. Prima di passare al latte crudo e ai distributori, è stata fatta una panoramica sui consumi e sui prezzi dei vari tipi di latte dal 2000 fino a inizio 2009. In particolare sono stati analizzati i consumi, gli acquisti per area geografica, i canali di commercializzazione e i prezzi dell’alimento all’origine e al consumo negli ultimi dieci anni in modo da capire meglio le motivazioni che hanno portato le aziende agricole a investire nei distributori. Successivamente, per introdurre alla parte sperimentale della tesi, è stato affrontato il tema del latte crudo, i suoi vantaggi e svantaggi, la legislazione vigente, come sono fatti, i vari tipi e in che modo funzionano i distributori automatici.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

distributori automatici
industria lattiero-casearia
vendita diretta

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi