Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Le Rappresentanze Sindacali Unitarie nell'industria tessile pratese dal 1993 al 2001

Il lavoro, che ha l'obiettivo di studiare l'evoluzione delle Rsu nel decennio 1993/2001 (prima della crisi del distretto) è suddiviso in tre capitoli e termina con delle considerazioni conclusive: i tre capitoli seguono una metodologia di indagine che va dal livello più generale, cioè quello nazionale, a uno più particolare, cioè il contesto locale.
Nel capitolo primo analizzeremo il quadro economico e politico nazionale, il sistema di relazioni industriali e l’evoluzione della rappresentanza sindacale di base. Particolare attenzione verrà dedicata al Protocollo del 23 luglio 1993 e allo sviluppo della contrattazione di secondo livello.
Il secondo capitolo tratterà, poi, il sistema economico distrettuale pratese nel periodo di nostro interesse, utilizzando anche l’elaborazione di dati statistici su fonti differenti, e le forze sociali in campo interne al distretto pratese: ci si soffermerà in particolar modo sul numero di iscritti al sindacato e sull’analisi dei dati relativi al loro sviluppo.
Nel terzo capitolo, verrà analizzata specificamente la procedura di elezione delle Rsu in un gruppo di aziende del distretto e le procedure di rinnovo delle stesse nel corso degli anni. Inoltre, verranno inserite delle testimonianze dirette di testimoni privilegiati, tra i quali due lavoratori che hanno ricoperto il ruolo di Rsu e un funzionario sindacale e un rappresentante dell’Unione industriali di Prato, che hanno seguito la procedura delle elezioni in quanto addetti ai lavori.

Mostra/Nascondi contenuto.
3 INTRODUZIONE Questo lavoro prende in esame il ruolo delle Rappresentanze sindacali unitarie nel distretto tessile di Prato, nel periodo compreso tra il 1993 e il 2001, cioè dal momento della loro istituzione al momento in cui si sviluppano maggiormente. La scelta di questo argomento è dovuta, oltre all’interesse personale, al fatto che non esistono studi riguardanti l’effettivo funzionamento della Rsu nei vari contesti territoriali, in particolar modo in quello pratese. Esistono soltanto delle rilevazioni comparative, a livello nazionale, tra le varie categorie produttive cui la normativa sulle rappresentanze si è applicata. Data, quindi, l’assoluta mancanza di studi a livello locale, si è ritenuto opportuno dare un utile contributo su questo tema, con l’augurio che sia utile non solo al sindacato territoriale, ma anche a chiunque sia interessato ad approfondire l’argomento. Dopo aver analizzato e descritto questa forma di rappresentanza in termini generali, si tenterà di dimostrare come le Rsu, sebbene le condizioni nazionali e locali fossero particolarmente favorevoli, nel sistema distrettuale pratese non abbiano funzionato secondo le aspettative, e se ne delineeranno le cause e le motivazioni. Il lavoro è suddiviso in tre capitoli. Nel capitolo primo analizzeremo il quadro economico e politico nazionale, il sistema di relazioni industriali e l’evoluzione della rappresentanza sindacale di base. Particolare attenzione verrà dedicata al Protocollo del 23 luglio 1993 e allo sviluppo della contrattazione di secondo livello. Il secondo capitolo tratterà, poi, il sistema economico distrettuale pratese nel periodo di nostro interesse, utilizzando anche l’elaborazione di dati statistici su fonti differenti, e le forze sociali in campo nel distretto pratese: ci si soffermerà in particolar modo sul numero di iscritti al sindacato e sull’analisi dei dati relativi al loro sviluppo. Nel terzo capitolo verrà analizzata specificamente la procedura di elezione delle Rsu in un gruppo di aziende del distretto e le procedure di rinnovo delle stesse nel corso degli anni. Inoltre, verranno inserite delle testimonianze dirette di testimoni privilegiati, tra i quali due lavoratori che hanno ricoperto il ruolo di delegati, un funzionario sindacale e un rappresentante dell’Unione industriali di Prato, che hanno seguito la procedura delle elezioni in quanto addetti ai lavori.

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Giulia Ciampi Contatta »

Composta da 66 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 250 click dal 08/11/2010.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.