Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Guerra e globalizzazione, all'indomani dell'11 Settembre 2001

Ho effettuato un analisi della nuova era globale che ha portato alla stessa trasformazione dell'idea di guerra all'interno della tradizione storica e culturale occidentale. Una magnifica evoluzione critica che mi ha condotto, alla fine, a trattare la tematica attuale della nascita di una seconda fase del processo di globalizzazione, di una nuova fase capitalistica,una nuova politica internazionale ed una nuova fase di scontro di civiltà, creando, così un nuovo e concreto sviluppo di una nuova coscienza universale da parte di tutti i cittadini.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 INTRODUZIONE In questo mio lavoro ho intenzione di analizzare il nuovo valore assunto dalla guerra dopo l’11 settembre 2001 e le caratteristiche della nuova era globale, da alcuni chiamata Seconda globalizzazione, che ha portato alla trasformazione della stessa idea di guerra all’interno della tradizione storica e culturale dell’Occidente. E’ proprio da questo, credo, che bisogna partire per dare un senso alla complessa, e per molti aspetti, drammatica riflessione sulla realtà che attualmente ci circonda. Lo stesso termine guerra, dopo l’11 settembre sembra aver avuto un tracciato fuorviante. Sembrano inadeguati i termini di guerra, violenza cosi come lo stesso termine nemico e “reato” sembrano svianti. Una trasformazione verso cui è necessaria una maggiore attenzione ed un maggiore approfondimento via via che ci avviciniamo alle più recenti, radicali trasformazioni. La concettualità critica tende a dimostrare il valore della guerra come una coinvolgente evoluzione terminologica a partire dalla definizione di Sun Zi Bing Fa (Maestro Sun dell’arte della guerra cinese) che afferma:-” La guerra è di vitale importanza per lo stato. E’ materia di vita o di morte; è una scelta che può condurre alla salvezza o alla rovina”. Ed è evidente che già dal V secolo A.C. non si volesse dare una definizione pedissequa ed analitica del termine, ma si volevano far risaltare le caratteristiche essenziali. Una magnifica evoluzione che ci porterà a trattare alla fine, la tematica attuale della nascita di una seconda fase del processo di globalizzazione apertosi con lo sconvolgente

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Andrea Listo Contatta »

Composta da 56 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2256 click dal 02/11/2010.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.