Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Gli affreschi trecenteschi della Chiesa di Sant'Agostino presso Vicenza: proposta per una visita guidata

Dopo la premessa, nel corso del primo capitolo, si sviluppa la proposta per una visita guidata agli affreschi trecenteschi della chiesa di Sant’Agostino di Vicenza, attraverso la descrizione della visita stessa e la rappresentazione grafica dell'opuscolo che la riguarda. Nel secondo capitolo vi è la ricostruzione della storia della chiesa di Sant’Agostino attraversuo un breve profilo storico e documentario; nonchè la narrazione del ripristino artistico e i restauri, che nel tempo l'hanno interessata. Il terzo capitolo riguarda la descrizione degli affreschi trecenteschi della chiesa, suddivisi in tre zone: quelli del presbiterio; quelli della Cappella di Cristo Re e quelli delle pareti della navata. La tesi si conclude con 18 immagini riguardanti gli affreschi e la bibliografia.

Mostra/Nascondi contenuto.
Capitolo 1 Proposta per una visita guidata: gli affreschi trecenteschi della chiesa di Sant’Agostino 1.1 La visita guidata La chiesa di Sant‟Agostino si trova nella periferia sud di Vicenza, a circa cinque km dal centro, in vialetto F. M. Mistrorigo, al civico 6. Essa è facilmente raggiungibile in automobile, nonché in autobus, con la linea urbana numero 4, che transita per la stazione ferroviaria. Il giorno adatto ad un‟eventuale visita guidata potrebbe essere il sabato, per le esigenze dei lavoratori; su prenotazione saranno possibili anche visite infrasettimanali, ideali per scolaresche e gruppi di studenti. La spiegazione dovrebbe durare circa un‟ora. Il punto di ritrovo con i partecipanti alla visita potrebbe essere fissato direttamente sul sagrato della chiesa, dieci minuti prima del suo inizio. La spiegazione dovrà iniziare con alcune informazioni riguardanti la storia della chiesa, per poi passare all‟illustrazione degli affreschi. La guida si esprimerà con un linguaggio chiaro, senza dare niente per scontato, soffermandosi sui particolari più rilevanti, dando infine modo ai partecipanti di porre eventuali domande. Si potrebbero utilizzare dei pannelli illustrativi mobili, da collocare in prossimità degli affreschi, rappresentanti opere raffrontabili con quelle illustrate: in questo modo saranno possibili confronti e approfondimenti. La spiegazione avrà inizio con brevi cenni riguardanti le vicende storiche del monastero, dalle origini ai giorni nostri; poi si parlerà dei restauri effettuati nel secolo scorso. Conclusa l‟introduzione storica, si passerà all‟analisi delle pitture, partendo dal presbiterio per poi passare alla cappella laterale destra e, infine, alle pareti della navata. La promozione della visita andrebbe svolta attraverso locandine e opuscoli pieghevoli. Al loro interno dovranno trovarsi le informazioni principali riguardanti la visita: i giorni e gli orari in cui si effettua, i recapiti per le prenotazioni, i prezzi e le indicazioni stradali per raggiungere Sant‟Agostino. 5

Laurea liv.I

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Elena Rossi Contatta »

Composta da 52 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 636 click dal 08/11/2010.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.