Skip to content

Comunicazione ed estetica in Mario Perniola

Informazioni tesi

  Autore: Simona Cannì
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2008-09
  Università: Università degli Studi di Catania
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Scienze della comunicazione
  Relatore: Antonino Crimaldi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 100

INTRODUZIONE
La comunicazione massmediatica, nel corso del tempo, e in corrispondenza della sua incontrollabile espansione, è stata oggetto di studio da parte di molti esperti, tra i quali sono emerse diverse linee di pensiero, talvolta anche contrastanti.
In Italia, Umberto Eco ci ha regalato Apocalittici e integrati (Bompiani, Milano 2001), divenuto uno dei saggi più importanti sugli effetti dei mass media e uno dei punti di riferimento essenziali per un’indagine sulla comunicazione, fino a farsi, addirittura, espressione comune del linguaggio corrente.
Nelle categorie di “apocalittici” e “integrati” rientrano, rispettivamente, coloro che sono contro la comunicazione e coloro che sono favorevoli ad essa: se i primi ritengono che la comunicazione di massa sia priva di originalità perché cerca di soddisfare il gusto medio del pubblico, che i prodotti massmediali siano sottoposti a leggi di mercato, che al suo interno si incoraggi una preferenza per il presente, con conseguente annientamento del passato, e che i media auspichino una società paternalistica e falsamente democratica, i secondi ritengono, invece, che la comunicazione sia espressione di una democrazia popolare, in grado di diffondere le opere culturali a basso costo e avvicinare scenari prima negati, sensibilizzando gli individui nei confronti del mondo.
Partendo da questi assunti, il pensiero di Mario Perniola appare molto vicino a quello degli apocalittici, ma egli stesso, in una intervista con Doriano Fasoli, non si sente di definirsi tale e riferisce, piuttosto, che il suo intento è quello di sottolineare la gravità del momento in cui viviamo e la necessità di una scelta.
Il mio lavoro, così, è iniziato da Contro la comunicazione (2004) e Miracoli e traumi della comunicazione (2009) e senza entrare nel merito dei limiti e della definizione di comunicazione, ho seguito il percorso dell’autore che affronta l’argomento come fatto globale, illustrando le caratteristiche che contraddistinguono la comunicazione come prassi all’interno del mondo della cultura, della politica, dell’economia e, quindi, della vita sociale.
Mi è sembrato, inoltre, appropriato illustrare il quadro di riferimento del sentire dell’età contemporanea, su cui si fonda il pensiero di Perniola e da cui egli stesso trae i contenuti per gli studi sulla comunicazione.
In Del sentire (1991) e in Il sex appeal dell’inorganico (1994), infatti, l’autore, procedendo con un’esposizione delle idee di alcuni dei maggiori pensatori, fa un’analisi molto acuta sul potere che ha assunto il sentire nell’età contemporanea, definendolo “sensologia”.
Il potere della sensologia, la riproduzione del sentire, senza dimensione soggettiva, e le strategie della comunicazione massmediatica, così come sembra essere giusto nell’era della riproducibilità tecnica, divengono i nuovi capisaldi della società, annullando ogni forma di specificità e originalità e riducendo i confini delle definizioni a linee invisibili, quando non scambiabili con qualunque altra cosa.
Sulla base di questi presupposti, Mario Perniola cerca una soluzione che abbia valenza pragmatica, e non soltanto per fini meramente teorici ed eruditi.
L’autore, così, pone, come sola alternativa al caos comunicativo e al potere della sensologia, l’estetica.
Egli, pertanto, definisce un orizzonte estetico dilatato, libero dal dogmatismo rinchiuso dentro le aule universitarie, e che sia in grado di offrire la possibilità di una nuova economia dei beni simbolici, fondata su un capitale culturale, base di ogni società, piuttosto che su quello economico.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
6 INTRODUZIONE Il mio lavoro sul pensiero di Mario Perniola nasce da un profondo interesse nei confronti della comunicazione massmediatica e dei meccanismi che le hanno concesso di imporsi come uno dei cardini basilari su cui si muove la società occidentale. La comunicazione massmediatica, nel corso del tempo, e in corrispondenza della sua incontrollabile espansione, è stata oggetto di studio da parte di molti esperti, tra i quali sono emerse diverse linee di pensiero, talvolta anche contrastanti. In Italia, Umberto Eco ci ha regalato Apocalittici e integrati (Bompiani, Milano 2001), divenuto uno dei saggi più importanti sugli effetti dei mass media e uno dei punti di riferimento essenziali per un‟indagine sulla comunicazione, fino a farsi, addirittura, espressione comune del linguaggio corrente. Nelle categorie di “apocalittici” e “integrati” rientrano, rispettivamente, coloro che sono contro la comunicazione e coloro che sono favorevoli ad essa: se i primi ritengono che la comunicazione di massa sia priva di originalità perché cerca di soddisfare il gusto medio del pubblico, che i prodotti massmediali siano sottoposti a leggi di mercato, che al suo interno si incoraggi una

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

capitale intellettuale
comunicazione massmediatica
contro la comunicazione
del sentire
economia dei beni simbolici
esperienza estetica
estetica
estetica del novecento
il sex appeal dell'inorganico
klossowski
la moneta vivente
la società dei simulacri
mario perniola
miracoli e traumi della comunicazione
nuova sintesi estetica
semiosi ermetica
sensologia

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi