Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Moneta, credito e signoraggio nell'attuale sistema monetario

Il lavoro nasce con lo scopo di analizzare alcuni aspetti fondamentali del sistema monetario e bancario moderno come ad esempio il valore della moneta e la sua proprietà, il credito e la sua creazione, il signoraggio e la sua appropriazione.
Il mezzo monetario e il suo valore hanno subìto continue variazioni durante il trascorrere delle epoche: dal baratto, alla moneta merce, alla moneta cartacea fino al denaro scritturale. Tema fondamentale risulta essere la derivazione di questo valore monetario: il perché la moneta abbia valore, che tipo di valore sia, da dove venga generato. Si notano, nel sistema monetario attuale, alcune incongruenze in merito alla proprietà di questo valore che non viene riconosciuto in capo al suo creatore, la collettività, ma le viene sottratto.
L’emissione della moneta è obbligatoriamente collegata alla generazione del signoraggio: esso è infatti il guadagno e il potere in mano al soggetto predisposto alla creazione della moneta. Oggi le Banche Centrali sono le istituzioni che raccolgono sia la ricchezza, sia il profitto da signoraggio che dovrebbero essere trasferiti, una volta coperti i costi di coniatura, alla collettività rappresentata nello Stato.
Il signoraggio che si crea invece, non a livello di Banca Centrale, ma a livello di sistema bancario viene definito signoraggio secondario (collocandosi più a valle rispetto al signoraggio sull’emissione). Per analizzare questo tipo di signoraggio è utile indagare il processo storico che ha portato l’economia moderna a fondarsi su un sistema bancario così strutturato, processo che porta con sé alcuni dubbi sulla liceità di alcune pratiche le quali hanno condotto alla nascita delle banche.
La creazione di credito, e quindi di potere d’acquisto dal nulla è l’altra faccia del signoraggio secondario: essa può essere tanto positiva per l’economia quanto destabilizzante se allocata senza criteri corretti.
L’istituzione principe con cui si tratta parlando di sistema monetario è sicuramente la Banca Centrale. E’ interessante capire in che modo il potere statale di emissione della moneta venne spostato in capo a questa istituzione le cui caratteristiche, in alcuni Stati, fanno sorgere dubbi sulla correttezza della regolamentazione di questa funzione. Inoltre ci sono interessanti esempi di come la sovranità monetaria sia conservata costituzionalmente in mano al popolo affinché esso possieda almeno uno strumento in grado di evitare il paradosso che viene a crearsi in un sistema in cui la totalità del denaro è rappresentazione di un debito sottostante alla sua emissione.
La riforma del sistema monetario moderno è quindi altamente desiderabile.

Mostra/Nascondi contenuto.
3 CAPITOLO 1- INTRODUZIONE 1.1 Motivazioni e obiettivi Aprendo il portafoglio ed estraendo una banconota potrebbero sorgere molti interrogati- vi: perchØ, questa carta colorata in un particolare modo, vale tanto? Chi la crea? Da do- ve deriva questo valore che le attribuiamo? Chi crea questo valore? Come viene distri- buita la carta moneta? Quali sono le sue funzioni? Altri interrogativi non troppo dissimili potrebbero sorgere nel momento che ci rechiamo allo sportello bancario per effettuare qualche normale operazione: che tipo di soldi sono quelli che stiamo movimentando? Esistono fisicamente? Dove sono depositati? La ricerca di una risposta a questi interrogativi sembra essere un lavoro interessante; so- no interrogativi che meritano di essere indagati: Ł appunto il voler rispondere a questi ultimi il motivo dello sviluppo di questa tesi. Inoltre, altre interessanti questioni nascono nello svolgimento del lavoro e lo rendono sempre piø coinvolgente nella ricerca di una risposta nascosta dietro un sistema che sembra essere immensamente distante da ogni singolo individuo, ma nel quale, in realt , ogni in dividuo Ł immerso, consapevolmente o meno. L obiettivo di questa trattazione Ł quindi quello di approfondire il sistema monetario vi- gente per poterne fornire una descrizione realistica e significativa per possibili riflessio- ni in merito alla moneta, al credito e al signoraggio. Per fare ci indagheremo le rego- lamentazioni vigenti, i meccanismi che regolano vari organi e istituzioni, le principali politiche adottate storicamente, i meccanismi logici che vengono sottointesi a particolari scelte e dopo aver ricostruito un quadro d insieme potremo fare considerazioni ed e- sprimere pareri sull utilit creata e sui possibili miglioramenti implementabili. 1.2 Struttura La tesi Ł strutturata in altri quattro capitoli che seguono a questa introduzione. Nel se- condo capitolo si tratta l evoluzione degli scambi economici nella storia: si parte dai tempi in cui l unica forma di scambio era tramite il baratto, si passa per popoli antichi in cui vigeva una prassi di scambi, intermediati da un sistema bancario molto sviluppato, per giungere ai tempi della moneta metallica e della moneta cartacea; quest ultima for- ma di moneta Ł per ormai in fase di superamento per opera della nuova moneta scrittu-

Laurea liv.I

Facoltà: Economia

Autore: Dario Belotti Contatta »

Composta da 45 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2559 click dal 22/11/2010.

 

Consultata integralmente 7 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.