Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Commissione parlamentare per l’indirizzo generale e la vigilanza dei servizi radiotelevisivi. Il caso Petroni: conflitto di attribuzione tra poteri dello Stato

Il servizio radiotelevisivo pubblico e il suo rapporto con la politica attraverso la Commissione Parlamentare di Vigilanza. L'analisi verte, in particolare, sulla prioritaria esigenza di svincolare il servizio radiotelevisivo pubblico da logiche di partito ribadendo con forza la necessità della parlamentarizzazione del sistema. Il case study attraverso cui è stato declinato questo assunto è la rimozione illegittima del Consigliere di Amministrazione Rai prof. Angelo Maria Petroni

Mostra/Nascondi contenuto.
1 POLITICA, ISTITUZIONI E MEDIA 1.1 Influenza dei media sulla società L‟esigenza di studiare la cultura di massa, o l‟industria culturale che dir si voglia, si diffonde tra gli studiosi dalle metà degli anni Cinquanta fino agli anni Sessanta. Ricorrendo all‟approccio di altre discipline come la storia sociale, la storia letteraria e la semiotica, l‟oggetto di studio «cultura» si arricchisce di molteplici sfaccettature, «essa non è una pratica, né semplicemente la descrizione della somma delle abitudini e dei costumi di una società. Essa passa attraverso 1 tutte le pratiche sociali ed é il risultato dello loro interrelazioni. Entrando ancor più nel merito della definizione di cultura e della sua produzione, Fiske (1989) la definisce come «un processo continuo di produzione di significati sociali e frutto della nostra esperienza sociale; tali significati producono necessariamente una identità sociale riguardo alle persone coinvolte. Attribuire senso a qualsiasi cosa implica attribuire senso alla persona che é l’agente del processo; l’attribuzione di senso dissolve le differenze tra soggetto e oggetto e li mette in relazione […]. La produzione di cultura é un 2 processo sociale». A partire da un concetto di cultura in cui «rientrano sia i significati e i valori che sorgono e si diffondono nelle classi e gruppi sociali, sia le pratiche effettivamente realizzate attraverso cui valori e significati sono espressi e nelle quali sono contenuti», si dipana un‟analisi che muove dalla produzione del testo fino al momento del consumo. Il continuo riferimento alla realtà sociale nella quale vivono i soggetti che producono e consumano cultura, unitamente a un approccio più propriamente comunicativo, rendono i cultural studies uno dei più interessanti approcci teorici allo studio del sistema dei media. Secondo Stuart Hall (1982) il sistema mediale assolve principalmente a tre funzioni ideologiche: a) offerta e costruzione selettiva della conoscenza sociale; b) visibilità di una apparente pluralità delle situazioni della vita sociale; c) organizzazione e direzione di tutto ciò 1 S. Hall, Culture, the media and the ideological effect, in J. Curran (a cura di ), Culture, Media, Language, London, Hutchinson, pp. 197- 208, 1977 2 J. Fiske, Television Culture, London, Methuen, 1987 5

Laurea liv.I

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Maria Di Vincenzo Contatta »

Composta da 153 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 243 click dal 23/11/2010.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.