Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Orientamento sessuale omosessuale: una lettura psicodinamica

L'argomento principale di questo elaborato è l'omosessualità e tutte le dinamiche ad essa connesse.
Dopo un' introduzione dove viene analizzata l'omosessualità e le varie teorie che diversi autori ( Castañeda, Lingiardi, Rigliano e Graglia) hanno sviluppato a riguardo, ho trattato vari processi come quello del coming-out, cioè dell'atto di rendere visibile alla società o alla famiglia il proprio orientamento sessuale.
Uno degli argomenti più importanti è il minority stress, cioè lo stress dovuto al fatto di sentirsi parte di un gruppo di minoranza e quindi oggetto di discriminazioni e stigmatizzazioni da parte dell'ambiente esterno.
La parte finale dell'elaborato è dedicata al rapporto che intercorre tra la psicoterapia e l'omosessualità, ponendo l'attenzione particolarmente sul rapporto tra l'omosessualità e la psicoanalisi con riferimenti a Rigliano, Graglia e Drescher.
Verranno analizzati i vari metodi di terapia da utilizzare avendo in seduta un gay o una lesbica.

Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione Visto il crescente interesse mediatico, soprattutto negli ultimi anni, verso il mondo dell'omosessualità, volevo sviluppare, all'interno del mio elaborato, questo tema, analizzandolo soprattutto dal punto di vista psicologico. Nel primo capitolo, introduttivo, parlerò dell'omosessualità in generale, delle diverse teorie che hanno cercato di definirla mettettendo a confronto le varie teorie (approccio esistenzialista e costruttivista) e come negli anni, soprattutto all'interno del campo psicologico, è cambiato pensiero nei confronti sia dell'omosessualità che degli omosessuali. Nel secondo capitolo verranno trattate le problematiche relative alla difficoltà, di “uscire allo scoperto”, di rendersi cioè visibile in quanto omosessuale, all'interno della famiglia o della società (scuola, lavoro, amici, ecc..). Si analizzeranno quindi le varie scelte che un omosessuale potrà prendere vista la grande difficoltà che troverà nel comunicare il proprio orientamento sessuale (Barbagli & Colombo, 2001). Il terzo capitolo è dedicato interamente al minority stress, cioè un disagio psichico che deriva dalla stigmatizzazione o dalla discriminazione sociale dovuta al fatto di appartenere ad un gruppo di minoranza (Meyer, 1993). Il minority stress nelle persone omosessuali, come vedremo, ha delle componenti interne, cioè che provengono dall'omofobia che gli omosessuali stessi possiedono (omofobia interiorizzata) ed esterne che sono appunto le discriminazioni che provengono dall'esterno, che siano visibili (un'aggressione) o più nascoste (non essere accettati per un posto di lavoro solo per il fatto di essere omosessuali) (Lingiardi, 2007). Nell'ultimo capitolo infine verrà analizzato il rapporto tra omosessualità e psicoterapia, analizzando dapprima l'evoluzione del pensiero della psicoanalisi a riguardo, e successivamente quali possono essere le modalità di intervento terapeutiche migliori per poter lavorare con un omosessuale, che sia esso singolo, o che voglia iniziare una terapia di coppia in compagnia del proprio partner (Rigliano & Graglia, 2007). Il rapporto tra psicoanalisi ed omosessualità è molto importante da analizzare poiché mostra chiaramente il cambiamento del rapporto tra psicologia ed omosessualità, infatti, mentre prima era considerata da psicoanalisti e non solo come una patologia che si potesse curare, ora si è spostato il focus sulla persona e sulle conseguenze che l'omosessualità ha sulla vita del gay o della lesbica (Drescher, 2010). 4

Laurea liv.I

Facoltà: Psicologia

Autore: Edoardo Giorgio Ciofi Contatta »

Composta da 43 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2224 click dal 30/11/2010.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.