Skip to content

La tua guida per la terapia anticoagulante orale

Informazioni tesi

  Autore: Iryna Zayats
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2010-11
  Università: Università degli Studi di Pavia
  Facoltà: Medicina e Chirurgia
  Corso: Infermieristica
  Relatore: Patrizia Crivellaro
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 50

La terapia anticoagulante orale, entrata anche nel linguaggio corrente con l’acronimo TAO, costituisce un trattamento di grande e crescente importanza per la cura e la prevenzione delle malattie tromboemboliche. Per alcune situazioni cliniche cardiopatiche risulta essere una cura salvavita indispensabile e non sostituibile, una vera e propria terapia cronica. Nell’assistenza complessiva al paziente cronico sta emergendo e va sempre più valorizzandosi il ruolo professionale dell’infermiere. Trattandosi di una figura a contatto diretto con il paziente, la sua famiglia e le figure assistenziali mediche, è a lui affidato il compito di informare sul piano terapeutico-organizzativo e di educare il paziente sul corretto comportamento sanitario. Questa attività assistenziale diventa cruciale nei confronti dei pazienti cardiopatici in terapia anticoagulante orale cronica. Sulla base dei dati presenti in letteratura, si può constatare che il trattamento anticoagulante orale a lungo termine risulta essere quello più complesso, impegnativo e pericoloso.
Obiettivo / Finalità della ricerca : Verificare le conoscenze del paziente rispetto alla corretta modalità di assunzione della terapia anticoagulante orale.
Metodologia
Strumento: questionari costituiti da risposte multiple e da qualche domanda a risposta aperta.
Campione: pazienti (uomini e donne) sottoposti a terapia anticoagulante orale, lucidi e orientati, adulti (da 18 anni in su) che accedono al Punto prelievi del Centro Emotrasfusionale. Il campione è stato scelto in modo causale (randomizzato) in base alle presenze nel Punto prelievo durante la somministrazione dei questionari.
Metodo: per raggiungere l’obiettivo prestabilito nel periodo di tre settimane sono stati somministrati 300 questionari ai pazienti sottoposti a terapia anticoagulante orale che venivano a eseguire prelievi ematici presso il Punto prelievi del Centro Emotrasfusionale. Tutti i pazienti sono stati invitati a compilare il questionario mentre erano in attesa di eseguire il prelievo ematico. I questionari, una volta raccolti, sono stati sottoposti ad elaborazione dei dati.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
Capitolo 1: Terapia anticoagulante orale (TAO) La terapia anticoagulante orale è un trattamento che serve a rendere più fluido il sangue e ad evitare la formazione di coaguli (trombi) che potrebbero impedire l’afflusso di sangue nei vari organi ed apparati (Mary J.Mycek et al., 2000). E’ un trattamento di grande e crescente importanza per la cura e la prevenzione delle malattie tromboemboliche. In alcune situazioni cliniche e/o patologie cardiache si rivela una cura “salvavita” indispensabile e non sostituibile, spesso da proseguire per tutta la vita. Gli anticoagulanti orali sono farmaci a basso peso molecolare, derivati dalla cumarina (dicumarolo), rapidamente assorbiti per via orale, raggiungono il picco di concentrazione plasmatica in 90 minuti. Nel sangue si legano alle proteine (albumina) per il 97-99%, cosicché soltanto una piccola frazione di tutta la sostanza (quella libera, in equilibrio dinamico con quella legata) è farmacologicamente attiva. Gli anticoagulanti vengono metabolizzati quasi totalmente nel fegato, mentre i loro metaboliti vengono escreti nelle urine e nelle feci. A parità di condizioni biologiche e cliniche gli effetti degli anticoagulanti sono proporzionali alla dose di farmaco assunta. Gli anticoagulanti orali agiscono bloccando negli epatociti la riduzione della vitamina k, mediante inibizione competitiva dell’enzima epossido-reduttasi, quindi impedendo la carbossilazione dei fattori II-VII- IX-X della coagulazione. Gli anticoagulanti orali non hanno effetto sui trombi già formati, in quanto sono sprovvisti di attività fibrinolitica, ma prevengono l’estensione del trombo e la sua possibile embolizzazione. L’esame di laboratorio usato per il controllo del processo coagulativo è il dosaggio dell’attività protrombinica.(AP) Il tempo di protombina (PT, dall'inglese Prothrombin Time) è un' analisi del sangue in grado di quantificare il tempo necessario alla formazione di un coagulo di fibrina, sensibile alla carenza dei fattori che dipendono per la loro sintesi dalla vitamina K (fattori VII, IX,X,II). 5

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

broshure
educazione terapeutica
opuscolo inforativo
tao
terapia anticoagulante orale

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi