Skip to content

La farfalla vola nuda - Dall'idea alla sceneggiatura

Informazioni tesi

  Autore: Francesco Tassara
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2009-10
  Università: Università degli Studi di Pisa
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Scienze e tecnologie delle arti figurative, musica, spettacolo e moda
  Relatore: Pier Marco De Santi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 109

Una sceneggiatura che vuole omaggiare il cinema pop europeo, specialmente quello italiano, degli anni 60 e 70, riprendendone, nella sua composizione, elementi caratteristici, atmosfere e situazioni. Una sceneggiatura che è stata scritta direttamente scena per scena senza basarsi su un soggetto preesistente. La tesi è strutturata in due parti. La prima è costituita da un'ampia introduzione del contesto storico cinematografico che si intende omaggiare, esaminando alcuni film in particolare, e dall'introduzione alla storia raccontata nella sceneggiatura. La seconda parte è costituita invece dalla sceneggiatura stessa.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
DALL’IDEA ALLA SCENEGGIATURA Esistono giorni apparentemente anonimi, che paiono ideali per accompagnare la visione di un film. È indubbio che le emozioni autentiche, quelle che portano la firma di autori che non hanno bisogno di una “cornice” per valorizzare il proprio lavoro, si fanno apprezzare ovunque e in qualsiasi momento. Esse colpiscono improvvisamente e non si dimenticano più. Ma è anche vero che un insieme di dettagli ben amalgamati possiede la magia di creare un‟atmosfera. La visione di un dipinto intravisto sulla pagina di un libro sfogliato casualmente in una libreria, non vale quanto la visione dello stesso all‟interno di una galleria solitaria, ovattata, ammorbidita da una consona illuminazione. In anni di fretta e di superficialità come quelli attuali, secondo me pochi hanno la sensibilità (o il privilegio) di “organizzare” una visione filmica. Ci si accontenta del film iniziato in anticipo, di cui si è perso l‟inizio, inframezzato dalla pubblicità, magari mentre si mangia qualcosa o mentre si risponde al telefono. Ma… se si scegliesse? Se si vedesse un horror gotico in un‟invernale notte di temporale?, o un esotico film d‟avventura in un lungo pomeriggio primaverile?, o un film comico in compagnia di amici?, o una storia sentimentale insieme a una persona cui si vuole bene?, o una “tragedia balneare” in una calda sera d‟estate? Non si avrebbe in questi casi la sensazione di vivere maggiormente le storie cui si fa da spettatore? Non ci si lascerebbe maggiormente suggestionare?, e non sorgerebbero emozioni, se non uguali, perlomeno simili a quelle che appaiono sullo schermo? Considerando quest‟ottica si scopre come esistano momenti adatti ad ospitare determinate atmosfere. Vivendoli appieno, nella memoria, non rimane soltanto il film in sé, non rimane soltanto quello che si è visto, ma anche l‟ambiente e il momento circostanti. Che divengono parte di un unicum che va oltre la storia del film, che ne rende il ricordo strettamente personale. Un ricordo che scavalca le immagini impresse sulla pellicola, che abbraccia una molteplicità di aspetti che, se in apparenza costituivano solo la cornice, ora permeano il quadro, lo cristallizzano e lo accompagnano nella memoria. Il momento, o meglio la stagione che più mi ha suggestionato, che mi ha accompagnato nella visione di certi film, è l‟estate, stagione “d‟oscuramenti e di crisi”. Crisi silenziose. Non solo le albe sono “senza rumore”, ma anche i sentimenti nascosti, improvvisi, che ci si ritrova inaspettatamente a gestire. Sentimenti violenti, suggeriti da un quadro “di densi climi”, di luce accecante, di risveglio d‟animalità. Le pulsioni sorgono e sorprendono. Al termine di lunghi 3

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

anni '60
anni '70
cinema
cinema di genere
cinema italiano
estate
fellini
francesco tassara
interrabang
l'isola delle svedesi
la stagione dei sensi
lucio fulci
massimo franciosa
michelangelo antonioni
morricone
piero umiliani
pop
roberto natale
sceneggiatura
silvio amadio
stelvio cipriani
thriller
top sensation
umberto lenzi

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi