Skip to content

A proposito di immaginario collettivo urbano. Una rivisitazione di immagini di città letterarie come metodo interpretativo per l'analisi urbana

Informazioni tesi

  Autore: Silvia Dalla Man
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 1998-99
  Università: Università IUAV di Venezia
  Facoltà: Architettura
  Corso: Architettura
  Relatore: Stefania Potenza
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 297

La ricerca qui effettuata svolge un'analisi parallela della città letteraria e dei modelli urbani caratterizzanti l'urbanistica classica.
Due sono le tracce seguite nella ricerca: la relazione fra città scritta e città descritta, fra immagine di una città che deriva dalla narrativa e immaginario collettivo che dà una interpretazione del fenomeno urbano, ed il percorso che esplora l'espansione ed il declino della città, attraverso la descrizione letteraria e la creazione dei modelli e delle definizioni che ne derivano.
L'immagine letteraria di una città offre un metodo interpretativo per l'analisi urbana, ed evidenzia quegli aspetti che l'approccio urbanistico non è in grado di cogliere direttamente.
Dalle immagini sulla città ricavate dalla letteratura, è emersa una trama di suggerimenti e suggestioni che costituiscono il significato che la città assume nell'immaginario collettivo. Dalla lettura di testi letterari si sono pertanto estrapolate le immagini e le idee della città che costituiscono il suo aspetto immateriale.
Si è notata una correlazione fra immagine, immaginario e ambiente fisico; i fenomeni storici di formazione del tessuto della città, i meccanismi che la dominano, la sua conformazione fisica, gli elementi naturali, le costruzioni artificiali, lasciano una forte traccia nell'immagine letteraria della città. Lo scopo della ricerca è quello di intravedere la relazione fra l'aspetto della città, l'immagine che essa evoca, così come è descritta da scrittori più o meno noti della contemporaneità, ed i modelli urbani assunti dalla scienza e dallo studio del territorio.
L'immaginario evocato, nell'idea generale che di una città si possiede, è uno degli aspetti che maggiormente condizionano il giudizio o la descrizione. Immagine letteraria e modello urbano pertanto non sono due poli distinti e incomparabili fra loro, spesso anzi seguono le stesse impressioni e le stesse suggestioni. Il lavoro è incentrato sulla ricerca delle corrispondenze fra la città narrata e i modelli assunti nella storia dell'urbanistica.
Si è notata una straordinaria relazione fra racconto sulla città e modello ad essa riferito, perché essi rappresentano due aspetti di grande importanza sintetica nella sua descrizione. Inoltre si sono notate relazioni che illuminano sulle scelta di definizioni urbane che certamente dipendono dalla forma e dall'assetto della città, ma che sono anche influenzate dall'aspetto immateriale delle sensazioni che essa suscita.
Si è riscontrato che i modelli, dati dalla storia dell'urbanistica, trovano nell'immaginario collettivo urbano e nell'immagine letteraria di una città, una spiegazione precisa, che ne amplia e ne rafforza il significato e ne evidenzia le sfaccettature.
Le definizioni tradizionali di centro storico, metropoli, megalopoli, città diffusa e altre denominazioni adottate per la descrizione dell'organismo urbano, trovano una corrispondenza nella città letteraria, in grado di fornire anche le sensazioni e le impressioni che gli eventi urbani suscitano nell'autore; queste vengono arricchite dalla grande quantità di suggestioni e sfumature che la narrazione letteraria porta con sè ; viene così a delinearsi un percorso che descrive la nascita l'espansione, l'esplosione ed il declino della città.
Nel corso di questa analisi, si è notato come alcune città letterarie abbiano assunto il vero e proprio ruolo di simbolo per alcune tipologie urbane, divenendone l'emblema. Il romanzo, affiancato agli studi fatti sulla città e sul territorio, contribuisce a formare un'immagine che ne manifesta la complessità, ma nello stesso tempo ne evidenzia la sua vitalità.
Lo studio sulla città non comprende solo indagini di tipo statistico, che possono quindi attribuire all'organismo urbano gli indicatori quantitativi indispensabili per l'analisi urbana e territoriale, la programmazione, il progetto. Entrano in gioco indicatori di tipo qualitativo che comprendono una serie di osservazioni mirate alla valutazione e alla discussione sulle scelte fatte e ad un approccio parziale, ma eloquente, riguardo la situazione urbana. Uno di questi parametri è proprio il testo di narrativa che si avvale della città come scenario per l'intreccio. La città è qui osservata da un altro punto di vista, quello dell'autore, che si presenta come testimone privilegiato di un preciso contesto urbano che giudica, critica o apprezza, mettendo in luce gli elementi significativi, le sensazioni che è in grado di evocare, i colori, le luci, gli odori, gli stimoli sensoriali che a un determinato contesto urbano competono. La narrativa quindi ci presenta un'altra città, quella dell'atmosfera e della descrizione spassionata, che l'indagine statistica non è in grado di offrire.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE Lo studio della città coinvolge numerosi aspetti del sapere. La ricerca qui effettuata svolge un’analisi parallela della città letteraria e dei modelli urbani caratterizzanti l’urbanistica classica. Due sono le tracce seguite nella ricerca : la relazione fra città scritta e città descritta, fra immagine di una città che deriva dalla narrativa e immaginario collettivo che dà una interpretazione del fenomeno urbano, ed il percorso che esplora l’espansione ed il declino della città, attraverso la descrizione letteraria e la creazione dei modelli e delle definizioni che ne derivano. L’immagine letteraria di una città offre un metodo interpretativo per l’analisi urbana, ed evidenzia quegli aspetti che l’approccio urbanistico non è in grado di cogliere direttamente. Dalle immagini sulla città ricavate dalla letteratura, è emersa una trama di suggerimenti e suggestioni che costituiscono il significato che la città assume nell’immaginario collettivo. Dalla lettura di testi letterari si sono pertanto estrapolate le immagini e le idee della città che costituiscono il suo aspetto immateriale. Si può scorgere una strettissima relazione fra lo studio del fenomeno urbano e le immagini letterarie ad esso riferite. Si è notata infatti una correlazione fra immagine, immaginario e ambiente fisico; i fenomeni storici di formazione del tessuto della città, i meccanismi che la dominano, la sua conformazione fisica, gli elementi naturali, le costruzioni artificiali, lasciano una forte traccia nell’immagine letteraria della città. Lo scopo della ricerca qui esposta è quello di intravedere la relazione fra l’aspetto della città, l’immagine che essa evoca, così come è descritta da scrittori più o meno noti della contemporaneità, ed i modelli urbani assunti dalla scienza e dallo studio del territorio.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

analisi urbana
immaginario collettivo
metropoli
città letterarie
sistemi urbani territoriali
modelli urbani
centri storici
urbanistica

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi