Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

IP Multicast: architettura, protocolli e applicazioni

Recentemente, grazie al miglioramento tecnologico, alla maturazione degli utenti, e alla nascita di nuove esigenze di comunicazione, sono state create delle applicazioni che adottano modalità di comunicazione diverse da quella uno-a-uno (unicast). Queste modalità sono da uno-a-molti e da molti-a-molti e consistono nella trasmissione, da parte di una o più sorgenti, della stessa informazione a molteplici destinatari. Un'alternativa possibile al problema dell'invio delle medesime informazioni a più utenti può essere l'utilizzo della modalità broadcast. Il broadcasting consiste nel trasmettere a tutti le medesime, tuttavia, questo tipo di trasmissione non è accettabile per tre motivi correlati:
lo spreco di banda;
la ricezione di informazioni da parte di macchine non interessate;
preclude la possibilità di inviare dati riservati senza l'ausilio della crittografia.

A tutto ciò, il multicast pone rimedio offrendo il meglio dei due mondi: efficienza per gli effettivi richiedenti, quiete per gli altri. Il presente lavoro di tesi si è posto come obiettivo quello di:
collegare il dipartimento di informatica alla rete mondiale MBone (Multicast Backbone);
creare una base di riferimento per l'IP Multicast, descrivendone il passato, presente e futuro;
consentire di acquisire esperienza diretta sul funzionamento del multicast, mediante il monitoraggio della rete e l'implementazione di un'applicazione per la distribuzione di file.

Mostra/Nascondi contenuto.
IP Multicast: architettura, protocolli e applicazioni Introduzione ____________________ 1 1 Introduzione Il grande progresso dell'informatica e delle telecomunicazioni, che ha caratterizzato questi ultimi anni, comincia oggi ad assumere i connotati di una rivoluzione socio-tecnologica, coinvolgendo un numero sempre maggiore di persone, e, soprattutto, di interessi. L’aspetto più interessante di questa rivoluzione tecnologica è costituito dal fat che, i calcolatori hanno assunto una nuova connotazione, divenendo da puri strumenti di elaborazione, strumenti per la comunicazione di informazione. Questa nuova funzionalità è resa possibile dalle reti di calcolatori, ossia dalle tecnologie hardware e software per l’interconnessione di calcolatori. Si supponga di voler costruire una rete di computer, che possa assumere grandi dimensioni e, che supporti le più diverse applicazioni. Con rete si definisce un sistema che deve fornire una connettività tra un insieme di computer (detti nodi). Il fatto che alcuni computer siano, direttamente o indirettamente collegati gli uni agli altri, non significa che si sia riusciti a fornire il collegamento di un computer ad un altro. Il requisito fondamentale è che, ogni nodo deve essere in grado di farsi riconoscere da qualsiasi altro nodo della rete desidera comunicare. Tale requisito viene ottenuto assegnando ad ogni nodo un indirizzo. Un indirizzo è una sequenza di byte che identifica il computer; cioè, la rete può utilizzare l’indirizzo di un nodo, per distinguere quest’ultimo dagli altri computer della rete. Quando un nodo sorgente desidera utilizzare la rete per trasmettere un messaggio ad un dato nodo di destinazione, ne specifica l’indirizzo. Se il nodo sorgente e quello di destinazione non sono collegati un modo diretto, gli switch e i router della rete usano l’indirizzo per decidere in che modo inoltrare il messaggio verso la destinazione. Il meccanismo che consente di determinare sistematicamente come inoltrare il messaggio verso il nodo di destinazione basandosi sull’indirizzo, è chiamato instradamento (routing). Particolare rilevanza riveste una tecnologia derivante da un progetto di ricerca finanziato dall’ente governativo statunitense DARPA (Defense Advanced Research Projects Agency) e denominata Internet Protocol Suite. Tale tecnologia, comunemente nota con l’alias TCP/IP, rende possibile l’interconnessione di reti con tecnologia hardware differenti, consentendo ai calcolatori di comunicare indipendentemente dalle caratteristiche delle reti cui sono connessi.

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali

Autore: Antonio Taschin Contatta »

Composta da 180 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2773 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 6 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.