Skip to content

L'euroscetticismo nel Regno Unito: il caso dello UK Independence Party

Informazioni tesi

  Autore: Marco Mancini
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2006-07
  Università: Università degli Studi di Pisa
  Facoltà: Scienze Politiche
  Corso: Scienze politiche e delle relazioni internazionali
  Relatore: Paolo Nello
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 58

Le Elezioni Europee del 2004 hanno fatto registrare un elemento nuovo nella politica britannica: lo UK Independence Party (UKIP), partito single-issue che chiede il ritiro completo del Regno Unito dall’Unione Europea, ha conseguito una percentuale superiore al 16% dei voti, giungendo terzo davanti al Partito Liberaldemocratico e ottenendo 12 seggi nel Parlamento di Strasburgo.
Il presente lavoro, nato con l’obiettivo di analizzare il case study dell’UKIP, si compone di due parti.
La prima opera una breve ricognizione storica della travagliata relazione tra il Regno Unito e il processo d’integrazione europea: vero e proprio turning point, in questo senso, appare il discorso di Bruges di Margareth Thatcher. Quell’evento, infatti, pose solide basi per la nascita e lo sviluppo di un forte euroscetticismo di marca conservatrice, il quale fece propria una piattaforma – già delineata negli anni ’70 da Enoch Powell – di “free market nationalist right” e si collocò in netto contrasto con la politica del governo di John Major, responsabile della firma e della ratifica del Trattato di Maastricht.
Dette vicende resero possibile, nel 1993, la nascita dell’UKIP, fondato da Alan Sked, storico della London School of Economics. Il partito – del quale si occupa la seconda parte del lavoro –, all’inizio centrato esclusivamente sulla questione europea e caratterizzato da un’ostentata natura liberale e non-discriminatoria, ha visto progressivamente crescere i propri suffragi, fino a diventare la quarta forza della politica britannica.
Al tempo stesso, esso è andato però incontro a una graduale trasformazione, a causa della necessità di istituzionalizzarsi e inserirsi stabilmente nel sistema partitico del Regno Unito: di conseguenza, accanto alla questione dell’uscita dall’UE, la quale sovrasta e trascende tutte le altre, è stato elaborato un ampio ventaglio di policies, caratterizzato da un’impostazione che coniuga xenofobia, “liberismo” economico e conservatorismo sociale. Si tratta, insomma, di una piattaforma programmatica, compendiabile nell’idea-forza dell’“Independence”, che permette di collocare l’UKIP nel vasto filone dei partiti neo-populisti: a confermare questa ipotesi contribuisce anche il target elettorale del partito, composto soprattutto da pensionati, lavoratori autonomi e piccoli imprenditori.
Dal punto di vista dei vincoli esterni, la cornice istituzionale e l’arena elettorale, poco favorevoli alle forze minori, costituiscono indubbiamente degli svantaggi: le elezioni europee, caratterizzate da una formula proporzionale, hanno dunque rappresentato un’occasione unica per emergere, determinando però forti squilibri in termini di dipendenza dalle risorse UE e di peso eccessivo assunto dagli europarlamentari in seno al partito. In ogni caso, gli estenuanti scontri interni all’UKIP – che hanno portato al suo abbandono da parte dello stesso Sked (1997) e ad altre due scissioni (2000 e 2005) – e gli scandali che hanno coinvolto alcuni dei suoi esponenti aggiungono ulteriori elementi di criticità, sollevando più di un dubbio sull’effettiva capacità del partito di conservare i propri consensi e, con essi, la propria presenza nella scena politica britannica.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
. !11$&"( #, / ! ! &*!%* /"&"’2 !(/ &&!.!(#! !"&& !3"#& "% !11$/!""!(4.! #!(./*5 "" """"!!&"!"/" " / ! """"" "!"&!"" /6(".!"!.!. """"!&. ""!"" / ! ""!3 7 "& 7 """!%&."6"8("/!/%"! !""!"(/"("( !"!.! #(!"(64!!"!. ! *5/4!!!&& % !# !""!%&. 3!"!&. / "&&!%". !"/!9/.!"""."! "!( * &.( 3*": !!%*(" ! 3;/%...%...!#..!"&& 3*3< ) / "#!" / "+=> .!?3!"""@/9/11=/ ABCC D/ "$ /!/!&/--’/ 3

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

elezioni europee
euroscetticismo
nigel farage
partiti politici
party politics
populismo
regno unito
ukip
unione europea

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi