Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Biomedicina e medicine tradizionali - Alcuni progetti di intervento

Ormai siamo nel terzo Millennio e ci ritroviamo ad operare in una società che, credendo ciecamente in una sua presunta superiorità, ha eretto durante questi secoli delle barriere, troppo spesso invalicabili, tra se e le altre culture esistenti sul pianeta. Una società, che ha visto i suoi stessi membri non avere più fiducia e spesso non riconoscersi più nelle forme istituzionali che reggono i cardini della ''civiltà'' occidentale.
In questa situazione non certo rassicurante, s’inserisce il confronto, troppo spesso scontro, tra ''medicine tradizionali'' e ''medicina moderna''. Quest'ultima nonostante i significativi passi avanti fatti in quasi tutti i suoi campi, ha visto diminuire, notevolmente, la fiducia nei suoi mezzi, ma soprattutto nei suoi operatori.
Risulta chiaro, quindi, che in questo quadro prima di effettuare qualsiasi tipo d’intervento, che sia esso umanitario, o che si diriga verso un interesse statistico-scientifico, bisogna arricchirsi di una profonda conoscenza delle differenti ''inquadrature'' che la cultura del gruppo nel quale si va ad operare offre.
Un esempio chiaro e concreto c’è stato fornito da AMREF.
Quest’associazione con i suoi interventi ha mostrato cosa, realmente, significhi occuparsi dello ''sviluppo'' di un popolo in difficoltà, operando esclusivamente nell'interesse di questi ''gruppi''.

Mostra/Nascondi contenuto.
4 INTRODUZIONE Questo lavoro pure senza presunzione o velleità d’alcun genere, ha come obiettivo quello di prendere in esame l'Antropologia Medica, che da qualche tempo sta suscitando l'interesse di numerosi studiosi in Italia grazie anche alla pubblicazione di riviste come A.M. (Antropologia Medica). Basandomi sui lavori di Tullio Seppilli, e di altri studiosi, mi propongo di chiarire i perché del connubio tra antropologia e medicina, e soprattutto i vantaggi che si possono trarre dall'interdisciplinarità. In una prima riferendomi alle parole di Seppilli, intendo chiarire cosa è l'Antropologia Medica, quali sono i cardini della ricerca in quest'ambito e quali sono i motivi che hanno spinto i suoi fautori ad intraprendere questa nuova strada, accennando anche a quella che gli antropologi chiamano biomedicina. Questa, sarà messa a confronto con quelle pratiche mediche che vengono classificate come " Medicine Altre ". In contesti tradizionali questo tipo di pratiche mediche rappresentano la medicina praticata, in un certo qual modo rappresentano ciò che i popoli pensano della malattia, e ciò che fanno per prevenirla e curarla. A tal proposito verranno presentate alcune ricerche sull'incontro scontro tra Biomedicina e Medicina tradizionale in Africa.

Tesi di Laurea

Facoltà: Sociologia

Autore: Achille Fiorillo Contatta »

Composta da 118 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4488 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 6 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.