Skip to content

La relazione tra corporate governance e performance: uno studio empirico attraverso la social network analysis

Informazioni tesi

  Autore: Valentina Giarnetti
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2009-10
  Università: Università degli Studi Gabriele D'Annunzio di Chieti e Pescara
  Facoltà: Scienze Manageriali
  Corso: Scienze economico-aziendali
  Relatore: Riccardo Palumbo
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 213

Incoraggiati da un crescente mucchio di studi che mostrano il collegamento tra una buona governance e il rendimento della società, gli investitori oggi vedono la corporate governance come una delle variabili chiave in fase di decisione di investimento.
Questa visione di criticità della governance nel decretare il successo aziendale e, in generale, nel migliorare le performance rende necessaria la creazione di un sistema metrico che permetta agli investitori di identificare rapidamente e accuratamente la relativa performance della società. Per soddisfare questa domanda in aumento gli istituti internazionali Shareholder Services, Governance Metrics International e Standard & Poor, hanno sviluppato degli indicatori per monitorare e confrontare la corporate governance con la seguente premessa: società che promuovono la loro corporate governance e la loro trasparenza, col tempo, generano maggiori - 3 -
ritorni e rendimenti economici e abbassano il loro costo del capitale.
Da questa prima panoramica emergono gli interrogativi cui, nel lavoro, si è cercato di dare una risposta: esiste una correlazione positiva tra corporate governance e performance? I modelli di valutazione elaborati dagli istituti internazionali trovano applicazione in Italia?
Partendo da tali presupposti il lavoro è stato articolato individuando, nel primo capitolo, le radici delle problematiche sulla corporate governance e i diversi modelli di amministrazione e controllo adottati in Italia. Successivamente si descrive il quadro normativo di riferimento, in particolare le riforme attuate per allineare le regole del governo societario italiano a quelle di altri paesi europei e per rafforzare i meccanismi societari nel rispetto dell’autonomia contrattuale e della libertà imprenditoriale.
Il secondo capitolo è stato, invece, dedicato all’importanza della valutazione della corporate governance. A supporto di tale importanza vengono presentati i sistemi di gestione e controllo dei rischi posti in essere dal consiglio di amministrazione e la relazione che esiste tra strategia, proprietà e governance. Più specificatamente, si fa riferimento ai recenti scandali finanziari come conseguenza della mancata trasparenza e informazione al - 4 -
mercato. In seguito si vanno ad introdurre dei principi da prendere in considerazione per una corretta valutazione della governance.
La crescente domanda di un sistema metrico che permetta agli investitori di identificare rapidamente e accuratamente la corporate governance di una società, mi ha spinto, nel terzo capitolo, ad analizzare i modelli di valutazione elaborati da tre istituti internazionali: l’Institutional Shareholder Services, il Governance Metrics International e lo Standard & Poor. Dei tre modelli sono state illustrate le caratteristiche, in particolare le variabili che usano per valutare la corporate governance, e le metodologie di valutazione. In un secondo momento si introduce la Social Network Analysis, quale metodologia di analisi delle relazioni sociali in grado di individuare e analizzare i legami tra gli individui partendo dal presupposto che l’interazione tra gli stessi plasma e modifica il comportamento di entrambi.
Nel quarto capitolo, infine, si è inteso comprendere, attraverso uno studio empirico, se le relazioni esistenti tra le società sono collegate alle performance economiche.
L’analisi è stata effettuata con riferimento al quinquennio 2005 – 2009 su sei società quotate selezionate da un campione di venticinque in base alle relazioni emerse dal software di social network analysis. Per ogni società del campione scelto, sono - 5 -
state analizzate alcune variabili di performance e, in particolare, i collegamenti tra i risultati ottenuti e le relazioni che la stessa ha messo in atto con le altre società del campione. Per le stesse società si è cercato, inoltre, di valutare l’applicabilità dei modelli di valutazione della corporate governance, illustrati nel terzo capitolo.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
- 1 - INTRODUZIONE Il dibattito sulla corporate governance prende avvio quando la frammentazione del capitale introduce un nuovo modo di essere delle imprese nel quale il ruolo del proprietario è separato da quello del soggetto che detiene il controllo (manager). Proprietari e manager si trovano, in effetti, a perseguire interessi divergenti: all’obiettivo dei proprietari di avere un adeguato ritorno dal loro investimento si contrappone l’obiettivo dei manager di conseguire posizioni di potere o, in linea generale, di soddisfare interessi personali. Si comprende come il successo aziendale può rimanere un obiettivo raggiungibile solo se l’impresa si dota di adeguati meccanismi di corporate governance attraverso i quali monitorare l’azione degli amministratori. Dagli anni Novanta in poi il dibattito sulla corporate governance raggiunge il suo apice, grazie alla progressiva integrazione dei mercati finanziari internazionali e ai famosi fallimenti di alcune società. Governi, investitori e imprese si trovano a dover fare i conti con la corporate governance. In tutti i paesi industrializzati inizia ad affermarsi la ricerca di modelli ottimali di governance e si diffondono i codici di best practice seguendo il principio

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi