Skip to content

Architetture e(') Media. Comunicare le trasformazioni urbane. Il contesto bolognese.

Informazioni tesi

  Autore: Luca Vandini
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2008-09
  Università: Università degli Studi di Ferrara
  Facoltà: Architettura
  Corso: Architettura
  Relatore: Nicola Marzot
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 180

Edifici Icona, Edifici Parassiti, Giardini Spontanei, Città Generiche, Media-facciate, MetaCittà, Parole Chiave, Pareti Interattive. Vissuti come esperienze autonome e indipendenti, questi fenomeni architettonici rischiano di non poter esprimere le loro potenzialità rimanendo vanitosi tentativi. La prospettiva comunicativo- mediatica è l‘unica capace di dargli una comune spiegazione, e di rigenerarle nella portata praticoteorica. Dall’indagine comunicativa di diffuse strategie progettuali la tesi porta alla definizioni di opportunità nelle quale approfondire ed esplorare la dimensione architettonico-comunicativa.
L’architettura contemporanea tra media e comunicazione; da opportunità di indagine a risultato progettuale.
Le traformazioni urbani sono oggi un argomento di diffuso interesse; dalle amministrazioni pubbliche, dai singoli cittadini fino agli investitori privati.La tesi vuole dimostrare la possibilità dell’architettura di essere considerata un media, una forma sincretica di comunicazione a servizio dell’architettura stessa nella sua dimensione di promotrice di sviluppo urbano. L’obiettivo è costruire esempi di comunicazione alternativa, architetture della comunicazione, capaci di raccordarsi con le esperienze presenti, capaci di sfruttare la capacità comunicativa dell’architettura (strategica e spaziale) e capaci di collaborare sincreticamente con altri registri comunicativi. Comunicare l’architettura con l’architettura.
Fare dell’architettura un media (data la sua vocazione sincretica) consapevole, capace di sfruttarsi in ogni potenzialità favorendo l’interrelazione, la sovrapposizione, l’intersezione con altri strumenti della comunicazione. La comunicazione è una strada che porta ad individuare soluzioni condivise, collaborative ed interattive. Concentrarsi sugli aspetti comunicativi vuole dire presupporre fin dall’inizio la presenza di un destinatario,
non semplice e asettico ricevente, ma una figura interattiva assieme alla quale costruire uno sviluppo plurireferenziale.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
8 Prigionieri dell’architettura e conflitto, quelle nelle quali lo scontro si è fatto genetico. Architettura e/o spazio La semiotica, sia nella sua “via” 1 strutturale che in quella interpretativa, ha abbastanza precocemente rivolto il suo sguardo indagatore nella direzione dell’architettura. Quasi simmetricamente l’architettura ha cercato nella semiotica un possibile risposta alla crisi del movimento moderno. L’interesse reciproco, scoccato al valico della metà degli anni sessanta, e trasformatosi poi in solida relazione, perdurerà fin verso la fine degli anni ’80, quando ad entrambi i due amanti si presenteranno nuove e più stimolanti opportunità. L’informatica per l’architettura e lo spazio per la semiotica, o forse sarebbe meglio dire per la Sociosemiotica. In quei due decenni di assidue frequentazioni, molto è Opportunità o Condanna? Come quasi sempre accade nel mondo dei proverbi, il contesto rurale e agricolo risulta essere il più prolifico di immagini. Ce n’è uno che si interroga, su chi abbia la precedenza nella nascita tra l’uovo e la gallina. Ora, questo potrebbe benissimo essere traslato nel panorama linguistico e tradotto in “è nato prima il linguaggio o il mondo?”. Ovvero, il linguaggio si è sviluppato dalla percezione del mondo come sua conseguenza, o il linguaggio viene prima e influenza la percezione del mondo? Data la natura insolubile del detto, e forse anche dei problemi che descrive, non vale tanto la pena di cercare la leva per far saltare la trappola, quanto cercare gli ambiti in cui le due categorie si trovano a più stretto contatto. Conviene indagare nelle zone di attrito Prigionieri dell’ Architettura

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

architettura
bernd upmeyer
bologna
città
città generica
comunicazione
comunicazione urbana
critical garden
giovanni corbellini
icone
interaction design
linguaggio
marco brizzi
media
media building
parole
partecipazione
piano di comunicazione
semiotica
spazio
strategia comunicativa
street art
temporary landscape
trasformazioni

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi