Skip to content

Facebook e Asmallworld: due comunità virtuali a confronto

Informazioni tesi

  Autore: Giulia Marsili Libelli
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2009-10
  Università: Università degli Studi di Firenze
  Facoltà: Scienze Politiche
  Corso: Media & Giornalismo
  Relatore: Silvia Pezzoli
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 60

Lo scopo di questa ricerca è proprio quello di studiare il fenomeno del social network e sottolinearne sia le influenze che le conseguenze ai fini della formazione e del comportamento dell’individuo che ormai è cittadino del mondo: senza l’apporto di internet, senza il ruolo svolto da portali come Asmallworld, Facebook, Myspace, Twitter, Linkedin e simili l’uomo del XXI sec. sarebbe emarginato alla stregua dell’ottentotto o dell’indigeno di terre chiuse al progresso, rimasto legato a strutture di convivenza tribale ignare del ben che minimo progresso del cammino storico e sociale. Poiché anche le comunità virtuali si contraddistinguono tra loro in funzione delle potenzialità di apertura ad interessi singoli, vedremo nel corso di questo lavoro come sia necessario individuare gli orientamenti di informazione e guida culturale in seno a ciascuna delle realtà considerate. Anche se nel suo complesso internet è strumento popolare, i portali a disposizione del pubblico avanzano proposte qualitativamente diverse anche allo scopo di assicurarsi membri ed utenti che contribuiscano a renderli appetibili e qualificati.
Per questo motivo, si traccerà il profilo di Asmallworld rispetto a quello di Facebook, e si vedrà come l’interesse verso una dimensione decisamente popolare del sito finisca per raccogliere maggiori consensi dal momento che essi provengono da un pubblico più vasto ed eterogeneo, da un punto di vista dell’età, dell’appartenenza sociale, della formazione scolastica e di quelli che potremmo indicare come i punti di arrivo di una educazione culturale più completa. Altro dato di cui è necessario mettere in evidenza la portata è quello relativo al fatto che le scelte del pubblico sono fortemente condizionate da quell’elemento a lungo dibattuto da sociologi e studiosi degli strumenti di comunicazione del linguaggio, cioè dalla “moda” , di cui ci occuperemo per giustificare il diverso destino che si è profilato nei confronti dei due social network sopra ricordati sui quali si è maggiormente rivolta l’attenzione di questa ricerca.In sostanza, il lavoro intende chiarire il ruolo dei portali “senza confini” che spezzano la “gabbia” in cui può trovarsi rinchiuso il soggetto aperto alla comunicazione, e intende chiarire come tutto questo sia ormai parte integrante di un fatto ineluttabile e assolutamente legato al futuro della società e del suo destino nel contesto della tanto discussa eppur inevitabile globalizzazione.In apertura di tesi sarà trattato il tema dei cambiamenti sociali in rapporto alla costituzione dei social network, con particolare riferimento a quanto interessa le relazione inter-individual. Verrà quindi indicata la nuova situazione che permette l’instaurarsi dell’amicizia al di là dei limiti ambientali in cui ciascuno dei partecipanti vive la propria esperienza concreta.Nel secondo capitolo l’attenzione verterà su Facebook: si accennerà alle caratteristiche di formazione, alle qualità intrinseche che lo portano ad essere un network popolare e si svilupperà la funzione sociale e comunicativa del sito in base all’elemento del gioco, all’interno del quale la chat diventa principale mezzo di comunicazione.Il terzo capitolo è dedicato a Asmallworld che differisce dal network popolare per impostazione, rapporto con i membri e soprattutto per i fini: Asmallworld privilegia l’utile sociale attraverso forme di entertainment qualificato, quali il viaggio, le riunioni di alta mondanità, le comunicazioni su luoghi prestigiosi e soprattutto su occasioni di lavoro apprezzabili.L’ultimo capitolo è prevalentemente costituito da i risultati di un sondaggio tra 100 iscritti ad entrambi i network, i cui dati hanno stabilito la netta prevalenza del network popolare per motivi ovvi: Facebook è appetibile ad ogni fascia di età, ad ogni ceto, ad ogni livello di informazione e di istruzione, perché non impegna dal punto di vista intellettuale.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione Un approccio alla tematica dei social network implica di necessità un’analisi consapevole nella profonda rivoluzione che ha interessato la società post-moderna a seguito dell’avvento della new economy. Non si può negare del resto che esista un rapporto ben determinato tra trend economico post consumistico e comunicazione, nel senso che quel rapporto che si instaura tra le persone a livello di partecipazione reciproca, nel caso in oggetto emittente e referente nel contesto dell’odierna società si è spostato sul livello virtuale e ha perso concretezza empirica caratterizzante i rapporti inter-individuali e comunicativi fino a quando il fenomeno della telecomunicazione non si è affermato, di pari passo con la realtà globale l’abbattimento delle ultime barriere spaziali e temporali che hanno diviso per secoli le zone del mondo. L’avvento dei network ha assunto quindi un’importanza che non era forse immaginabile in tempi storici abbastanza recenti, e ha saputo conferire alla vita sociale configurazioni che solo in apparenza appaiono lesive delle strutture di contatto, ma in realtà consentono una forma di convivenza e conoscenza che va oltre gli orizzonti limitati della tradizione e della società di appartenenza. Lo scopo di questa ricerca è proprio quello di studiare il fenomeno del social network e sottolinearne sia le influenze che le conseguenze ai fini della formazione e del comportamento dell’individuo che ormai è cittadino del mondo: senza l’apporto di internet, senza il ruolo svolto da portali come Asmallworld, Facebook, Myspace, Twitter, Linkedin e simili l’uomo del XXI sec. sarebbe emarginato alla stregua dell’ottentotto o dell’indigeno di terre chiuse al progresso, rimasto legato a strutture di convivenza tribale ignare del ben che minimo progresso del cammino storico e sociale. Poiché anche le comunità virtuali si contraddistinguono tra loro in funzione delle potenzialità di apertura ad interessi singoli, vedremo nel corso di questo lavoro come sia necessario individuare gli orientamenti di informazione e guida culturale in seno a ciascuna delle realtà considerate. Anche se nel suo complesso internet è strumento popolare, i portali a disposizione del pubblico avanzano proposte qualitativamente diverse anche allo scopo di assicurarsi membri ed utenti che contribuiscano a renderli appetibili e qualificati. Per questo motivo, si traccerà il profilo di Asmallworld rispetto a quello di Facebook, e si vedrà come l’interesse verso una dimensione decisamente popolare del sito finisca 3 



CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi