Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Le società di calcio professionistiche: mercato, evoluzione e dinamiche economico-finanziarie. I casi Juventus Football Club s.p.a. ed Arsenal Football p.l.c.

In questo lavoro viene analizzato il settore economico delle società di calcio professionistiche, il mercato di riferimento e le caratteristiche principali di questo business sia in Italia che in Europa (con numerosi grafici comparativi), nonchè viene presentato un quadro normativo di riferimento. Si passa poi ad un'analisi più tecnica sulla redazione del bilancio di queste particolari società, sulle sue voci più significative e su possibili schemi di riclassificazione. Infine viene proposto un confronto tra due grandi club, Juventus FC ed Arsenal FC. Il confronto verte sugli aspetti più importanti di queste società: corporate governance, strategie gestionali e competitive, analisi economico-finanziaria e patrimoniale avvalendosi di indici di composizione e correlazione, indici reddituali e considerazioni sulla leva finanziaria.

Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE L’argomento di questa tesi sono le società di calcio professionistiche. Il calcio è entrato a far parte della mia vita quando ero ancora molto piccolo, è stato il primo sport a cui mi sono dedicato sin dall’età di otto anni. Più passano gli anni, più i pericoli che circondano le nostre vite aumentano, aumenta la criminalità in strada e, giustamente, i genitori hanno paura per i propri figli, non sono tranquilli nel lasciarli giocare liberi nel quartiere. Il risultato è che i ragazzini passano interi pomeriggi davanti alla televisione o alla playstation, senza uscire, senza conoscere ciò che li circonda e con cui prima o poi si dovranno confrontare. Il “pallone”, e lo sport in generale, rappresenta, soprattutto in questi tempi, un’opportunità per i giovani di socializzare, di stare in mezzo ai loro coetanei, di non vivere rinchiusi in una campana di vetro dove tutto ciò che può fare male, ma anche crescere, è lasciato al di fuori da genitori troppo premurosi. Nei confronti dello sport sento di avere una sorta di debito “formativo”, lo vedo come un qualcosa che mi ha aiutato a maturare, ad imparare a coesistere all’interno di un gruppo, anche con persone che non mi piacevano, a rispettare i più “vecchi” e, perché no, a far valere me stesso. Ovviamente il calcio non l’ho solo praticato, ma ne sono diventato un grande tifoso, mi piace moltissimo guardarlo in televisione, andare allo stadio e discutere con gli amici dell’ultima giornata di campionato o delle partite di coppa. Crescendo, il mio interesse verso questo sport non è diminuito, anzi, grazie alla quantità di informazioni fornite dai nuovi media e da internet, si è ampliato anche agli aspetti prettamente economici che riguardano le società di calcio. Oggi non si parla più del calcio come di un normalissimo sport, ma il termine che viene utilizzato è industria del calcio. Il giro d’affari che questo sport è in grado di generare è incredibile: 6 miliardi di Euro solo in Italia. Molti settori industriali stanno attraversando un momento economicamente difficile, di crisi. Il mondo del calcio non sembra risentire di questa situazione. I fatturati delle società di calcio professionistiche sono in costante crescita, gli stipendi dei giocatori hanno raggiunto cifre da capogiro, ogni industria commerciale desidera associare il proprio brand ad una società di calcio vincente. Per un laureando in economia, che nell’ultimo anno ha sentito parlare più di crisi, di stagnazione economica, di recessione che di altro, le domande sorgono spontanee. La “molla” che ha fatto scattare in me il desiderio di lavorare a questa tesi è stata proprio la curiosità. La curiosità di indagare all’interno di un mondo che è molto più complesso di quello che un normalissimo tifoso possa immaginare. La curiosità di capire come sia possibile che società con fatturati elevatissimi ed in costante crescita non siano in grado di produrre utili. La curiosità di sapere qual è stato il percorso storico che ha portato i clubs calcistici a diventare vere e proprie società di capitali. La VII

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Economia

Autore: Nicola Succi Contatta »

Composta da 161 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3708 click dal 25/01/2011.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.