Skip to content

Situazione del plagio musicale in Europa e negli Stati Uniti e studio dell'efficacia di similarità melodiche nell'individuazione di casi di plagio.

Informazioni tesi

  Autore: Gianfrancesco Musella
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2009-10
  Università: Università degli Studi di Milano
  Facoltà: Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali
  Corso: Scienze e Tecnologie della Comunicazione Musicale
  Relatore: Paolo Perlasca
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 59

"Il plagio consiste nell'appropriazione degli elementi creativi dell' opera altrui; nel ricalcare, cioè, in modo parassitario quanto da altri ideato e, quindi, espresso in una forma determinata e identificabile" (App. Roma,16/02/1987).
Il plagio nella sua definizione più generica rappresenta un' appropriazione illecita di elementi originari e creativi di un'opera introdotti all'interno di un'altra.
Il plagio, che va a toccare molti contesti diversi come quello letterario, politico, scientifico,
musicale, rappresenta un problema di cui si è discusso molto a causa della sua complessità, in quanto difficile da definire in maniera univoca e non essendoci leggi atte alla risoluzione di tale problema.
Nello specifico, la similarità melodica di un particolare motivo musicale che può essere
riconosciuta in maniera quasi immediata anche da soggetti che non hanno una particolare formazione musicale, viene considerata dalla giurisprudenza come uno dei fattori di maggior rilievo quando si tratta di dover confrontare e analizzare una versione illegittima, o presunta tale, di un brano preesistente.
Sebbene la prassi sia, in linea generale e all'interno dell'ambito musicale, quella di identificare 4 o 8 battute per definire un plagio, in realtà questa procedura non è mai stata sufficiente per tenere in considerazione le innumerevoli caratteristiche di similarità
melodica tra due brani; non esistono infatti regole precise per identificare il plagio quale, come già detto, un numero prefissato di battute, ma fino ad ora è stato necessario valutare caso per caso ed affdarsi ai CTU richiesti dal tribunale.
Quindi, posta questa come base, per poter dare un supporto all'investigazione del plagio e alle decisioni finali di una corte giuridica, abbiamo introdotto un meccanismo che permetta di considerare le similarità in un contesto più ampio e verificarle mediante tale meccanismo partendo da un database di cause giuridiche già decise e documentate.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
Capitolo1 Introduzione 1.1 PREMESSA “Il plagio consiste nell’appropriazione degli elementi creativi dell’opera altrui; nel ricalcare, cioe`, in modo parassitario quanto da altri ideato e, quindi, espres- so in una forma determinata e identificabile”. 1 Quando un individuo si appropria di elementi rappresentativi e creativi di un’o- pera, per introdurli all’interno di un’altra sotto il proprio nome, ci troviamo in presenza di una contraffazione qualificata e aggravata, ossia di una riproduzio- ne abusiva di un’opera altrui con appropriazione di paternita` (L.n. 633 del 1941). Marziale, nel suo famoso epigramma 522, adopera la parola plagio in senso fi- gurato, paragonando la falsa attribuzione di opere letterarie altrui all’illecito assoggettamento di schiavi altrui al proprio servizio, dando cos`ı vita ad un se- condo significato, che ancora oggi sopravvive nelle lingue moderne, indicante l’azione di farsi credere autore di prodotti dell’ingegno altrui e quella di ripro- durli fraudolentemente. In un caso e nell’altro, dunque, rappresenta un’appropriazione illecita: il pla- gio e` infatti un concetto molto ampio e complesso da definire univocamente, in quanto va a toccare diversi aspetti come quello letterario, politico, artistico, musicale e scientifico. Perche` vi sia plagio, in uno di questi ambiti, non e` necessario che venga copiata l’intera opera, ma e` sufficiente che la violazione riguardi il nucleo essenziale di essa, nel senso che gli eventuali elementi aggiunti, modificati o soppressi non siano tali da eliminare il legame esistente tra l’opera stessa ed il suo autore.3 Nella sua forma piu` semplice il plagio si puo` realizzare in varie forme: per esem- pio attraverso la riproduzione totale e parziale dell’opera originaria, attraverso una sua elaborazione “non creativa”, oppure creativa ma abusiva e usurpatrice di paternita` e camuffata attraverso un lavoro di ritaglio, di trasferimento, o di cambiamenti meramente formali, attraverso la trasformazione da una in altra 1App. Roma, 16/02/1987 2Epigrammi, Liber VII, 52 3Cfr. Trib. Monza, 26/05/1994. 1

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

plagi musicali
plagio
plagio dischi
plagio musica
plagio musicale in europa
plagio musicale in europa e negli stati uniti

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi