Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

I mercati sommersi: il caso dei videogames

I mercati sommersi si profilano come dei mercati considerati poco importanti dai tradizionali riflettori di marketing principalmente spinti a focalizzare l’attenzione sui consumatori attuali caratteristici di un dato mercato e a segmentare sempre più questa tipologia di utenza.
Una politica di marketing che sta agli antipodi rispetto a quella che potremmo indicare come la più adatta all’individuazione dei mercati sommersi denominata Strategia Oceano Blu(Kim & Mauborgne, 2005) atta a scovare i clienti “atipici” di un mercato, o usando una terminologia propria di questa teoria i cosiddetti non-clienti, con l’intento di rendere la concorrenza irrilevante. Questo approccio originale al mercato risulta, quindi, avere una particolare importanza nei mercati ad alta competizione.
Questo approccio strategico, quindi, risulta ideale per mercati ipercompetivivi come quello dei videogiochi da casa.
Da quando è stato lanciata la console da casa Wii a fine anno 2006, Nintendo con il suo ultimo prodotto ha fatto un grande passo in avanti nella riconsiderazione dei mercati sommersi. Questo studio mira ad analizzare l’impatto che la strategia adottata da Nintendo ha avuto sulla performance della stessa e le implicazioni e le opportunità che da questa strategia sono stati posti in essere nei confini del mercato videoludico

Mostra/Nascondi contenuto.
6 ABSTRACT Les stratégies traditionnels de marketing considèrent les marchés submergés avec peu d‟importance et mettent principalement l‟accent sur les consommateurs actuels qui caractérise une donnée de marché et à segmenter davantage ce type d‟utilisation. Une politique de marchés qui est très éloignée de celle que nous pourrions définir la plus adéquate pour la découverte de ces marchés et qui répond à la Stratégie « Oceano Blu » (Océan bleu), apte à dénicher les clients atypiques d'un marché ou en utilisant une terminologie propre aux "non clients" avec l‟intention de détourner la concurrence. Cette approche est donc particulièrement importante au milieu de ces marchés hyper compétitifs comme celui des jeux vidéo. Nintendo, avec le lancement de son dernier produit, la console de salon WII, a fait un grand pas en avant dans la reconsidération de ces marchés submergés. Le travail vise à analyser l‟impact de la stratégie sur la performance de la compagnie ainsi que les revers et les opportunités de celle-ci qui ont été mis en place dans le marché des jeux vidéo. Mots- clefs : innovation, stratégie, océan bleu, compétition, jeux vidéo Submerged markets stand out as markets not considered sufficiently important by the traditional marketing strategies, which focus mainly on market segments excluding the remaining audience of the whole market. A marketing policy totally different compared to that of market segmentation can be defined as the leading strategy to find this submerged market called Blue Ocean Strategy with the purpose of finding the so called noncustomers, with the aim to make the competition irrelevant. This approach, then, is particularly important in competitive markets like that of videogames. Since the launch of the Wii video-games system, Nintendo with its latest product has taken great steps forward, considering the submerged market. This article aims at analysing strategic impact on the company‟s performance and implications and opportunities of this strategy in the video games market. Keywords: strategy, competition, innovation, video games, blue ocean

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Economia

Autore: Carmelo Carella Contatta »

Composta da 139 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1233 click dal 30/12/2010.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.