Skip to content

Irrappresentabilità e scrittura cieca in(oltre) Bataille

Informazioni tesi

  Autore: Nicola Apicella
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2009-10
  Università: Università degli Studi di Napoli - Federico II
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Filosofia teoretica, morale, politica ed estetica
  Relatore: Aldo Trione
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 172

Il desiderio eccede la visione personale per geometrizzarsi in un percorso di morte che conduce dal piacere della carne alla sideralità incandescente. C’è qualcosa nel godimento che trasfigura la vita, annienta l’essere e indirizza alla calma folgorante dell’inorganico: al limite dell’esistenza si pone lo spazio vuoto della luce che accieca, della stella-sole che irradia energia con l’esuberanza e la gloria tipiche della sovranità, quella sovranità nella quale Georges Bataille ha ravvisato il senso più profondo dell’agire umano. Irrappresentabile è la parola che, a nostro avviso, meglio tematizza la sideralità che pertiene all’esperienza della scrittura batailleana.

L’irrappresentabile non è, banalmente, ciò che non può essere rappresentato ma ciò che, nella rappresentazione, ne forza i limiti fino a frammentarne il senso per aprirsi sulla vertigine dell’impensabile, dell’immediato, dell’indicibile. Forzare i limiti significa altresì porsi sui limiti stessi per calpestarli con la violenza del senso di ciò che essi racchiudono. Se infatti c’è qualcosa che Bataille ha voluto comunicarci con la sua opera è che l’eccesso di senso produce la letteratura dell’innominabile, che dal suo punto di vista è la vera letteratura.

Questo lavoro segue un itinerario oculare che, hegelianamente, parte da una tesi volta ad enucleare le tappe e i compiti della irrappresentabilità batailleana secondo uno svolgimento discorsivo per poi impelagarsi in un'antitesi antidiscorsiva - in cui è il frammento a far da padrone - che ne mostra le concretizzazioni artistiche più perspicue.
La sintesi è inevitabilmente assente, cieca.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
4 SYNOPSIS […] mi venne in mente che, essendo la morte l‟unico esito della mia erezione, quando fossi- mo uccisi Simone ed io, all‟universo della nostra visione personale si sarebbero sostituite le pure stelle, realizzando a freddo ciò che mi pare il termine delle mie dissolutezze, una incan- descenza geometrica (coincidenza, tra l‟altro, della vita con la morte, dell‟essere con il nulla) 1 e perfettamente folgorante. Il desiderio eccede la visione personale per geometrizzarsi in un percorso di morte che conduce dal piacere della carne alla sideralità incandescente. C‟è qualcosa nel go- dimento che trasfigura la vita, annienta l‟essere e indirizza alla calma folgorante dell‟inorganico: al limite dell‟esistenza si pone lo spazio vuoto della luce che accieca, della stella-sole che irradia energia con l‟esuberanza e la gloria tipiche della sovranità, quella sovranità nella quale Georges Bataille ha ravvisato il senso più profondo dell‟agire umano. Divenire-siderali sarà la parola d‟ordine del nostro lavoro. Il suo compito sarà inve- ce quello di guardare oltre, guardare nell‟oltre per restarne folgorati e, nel medesimo tempo, folgorare. Ciò che lo sguardo fa è indirizzare la visione, tracciare confini e ri- conoscere forme; ma cosa succede quando indugia sull‟incandescenza? Bataille ci ha insegnato appunto a rivolgere lo sguardo su ciò che si sottrae alla vista, rivolgere lo sguardo su ciò che si configura secondo una geometria fatta di macchie cieche, angoli bui e spazi inospitali, vale a dire su ciò che è per noi intollerabile quanto la visione di- 2 retta della luce solare. In Bataille, così come in Cusano, le tenebre infinite coincidono con la luce infinita e non ci si può sottrarre a nessuna delle due nel momento in cui si esplorano le possibilità precipue dell‟essere umano, cioè quelle che lo invitano ad in- terrogare la propria soggettività, la sua illusione di salda appartenenza a se stesso. E questa illusione di accoglimento e formalizzazione di sé viene meno quando si fa espe- 1 G. BATAILLE, Histoire de l’œil, in Œuvres complètes, t. I, Gallimard, Paris, 1970-1988 (da ora in poi l‟edizione delle Œuvres complètes verrà abbreviata con la dicitura O.C. seguita dall‟indicazione del tomo in numeri romani; laddove non venga citata l‟edizione italiana la traduzione sarà da intendersi nostra); trad. it in Storia dell’occhio, in Tutti i romanzi, a cura di Guido Neri, Bollati Boringhieri, To- rino, 1992, p. 119 (corsivo nostro). 2 Si noti che Bataille aveva seguito, nel 1931, un seminario su Nicola Cusano tenuto da Alexandre Ko- yré all‟École Pratique des Hautes Études di Parigi.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

acéphale
bataille
carmelo bene
erotismo
francis bacon
georges bataille
gilles deleuze
heidegger
irrappresentabilità
kierkegaard
occhio
pornografia
scrittura cieca

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi