Skip to content

Economia e banca etica: valutazioni sulla possibilità di conciliare profitto ed equità

Informazioni tesi

  Autore: Andrea Mantoan
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2008-09
  Università: Università degli Studi di Bergamo
  Facoltà: Economia
  Corso: Economia aziendale
  Relatore: Anna Maria Variato
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 45

Nel corso della storia il sistema capitalistico ha avuto modo di mostrare i suoi pregi ma anche i propri difetti. Ne è una prova la recente crisi finanziaria che ha messo in luce come le regole in vigore e soprattutto i valori su cui è fondato il sistema bancario abbiano dissipato enormi ricchezze e danneggiato miglia di investitori in tutto il mondo. Crescono dunque da più parti le pressioni perché il sistema bancario diventi più etico e rispettoso delle persone che con esso hanno a che fare. Negli ultimi decenni una speranza si è avuta grazie alle banche etiche, portatrici di nuovi valori e interessi. In questo lavoro si cerca di analizzare sotto molteplici aspetti la realtà delle banche etiche e in particolar modo quello delle banche alternative. Come si vedrà grazie ai valori in cui credono, queste banche sono riuscite a conciliare profitto ed equità, garantendo l’accesso al credito a migliaia di persone tagliate fuori dal circuito ban-cario tradizionale, in quanto ritenute non bancabili. Nel corso del lavoro dunque si andrà ad analizzare il concetto di banca etica e i valori che la contraddistinguono e i mercati di riferimento. Successivamente ci si focalizzerà sulle leve su cui il management della banca etica deve impostare la propria strategia, in particolar modo il tasso di interesse attivo e passivo, la personalizzazione del rapporto con il cliente e la selezione di un giusto mix di componenti dell’organizzazione provenienti sia dal mondo bancario sia da quello del sociale. In ultima analisi ci si focalizza sulla reale efficacia delle banche alternative nel rispondere ai problemi della povertà e si analizza successivamente un possibile percorso di evoluzione sia delle banche alternative sia di quelle tradizionali nel posizionarsi in modo etico nei segmenti di mercato cosiddetti marginali.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
CAPITOLO PRIMO: Introduzione Il tema dell’etica nell’economia e nella finanza è un argomento sempre più dibattuto negli ultimi anni da parte di studiosi sia laici che religiosi. Lo stesso pontefice Benedet- 1 to XVI nella recente enciclica caritas in veritate ha espresso il bisogno di “un etica a- mica della persona che pervada la nostra economia per permetterne il corretto funzio- namento”. La recente crisi finanziaria ha anch’essa accentuato l’attenzione su questa tematica, poiché a causa di un errato comportamento da parte di pochi intermediari fi- nanziari, fondato sul perseguimento del profitto come unico fine dell’attività economica, si sono verificate disastrose conseguenze sia sul versante della crescita economica sia su quello dell’occupazione in molti paesi sviluppati. Per questo motivo a livello mondiale si sente sempre più il bisogno di adottare un sistema valoriale condiviso a livello istitu- zionale, che permetta la creazione di un sistema immunitario atto ad individuare tempe- stivamente le anomalie ed ad eliminarle tempestivamente. Allo stesso tempo vi è una crescente necessità da parte dei soggetti economici di adattarsi al cambiamento dei co- dici etici degli individui, pilastri delle nostre società e delle relazioni economiche che in esse si sviluppano. I motivi che spingono gli enti economici verso questo adattamento sono essenzialmente due, ovvero la possibilità di essere costantemente percepiti da parte degli individui come rispettosi dei valori etici e la possibilità di esplorare nuovi segmen- ti di mercato mai presi in considerazione sino ad ora. Questi codici da sempre sono stati influenzati e hanno influenzato le religioni, le culture e le economie dei popoli nel corso dei secoli. Proprio dallo sviluppo dell’economia avvenuta dopo la seconda guerra mon- diale si ha avuto un nuovo impulso verso la ricerca di nuovi valori su cui fondare la mo- derna economia. Come sottolineato da Carrasco ( 2006) “nelle prime fasi dello sviluppo economico, le società enfatizzano il perseguimento dei profitti, legati ad un concetto di valore materiale, ma non appena il benessere cresce, e si viene a creare una situazione di sicurezza a livello economico, prende luogo nella società una valutazione sulle problematiche legate all’ambiente in cui viviamo e allo stile di vita delle persone”. 1 Caritas in veritate è una lettera enciclica della Chiesa Cattolica firmata da papa benedetto XVI il 29 giugno 2009. Il titolo dell’enciclica, sebbene non costituisca direttamente una citazione dalla Bibbia, ri- corda l’espressione di S.Paolo “veritas in caritate”. Nel documento è infatti spiegato che” la verità va cercata, trovata ed espressa nell’economia della carità, ma la carità a sua volta va compresa, avvalorata e praticata nella luce della verità” 3

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

banca alternativa
banca etica
finanza alternativa
finanza etica
profitto ed equità

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi