Skip to content

I genitori ''nati due volte''

Informazioni tesi

  Autore: Lucia Donfrancesco
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2008-09
  Università: Università degli Studi di Roma La Sapienza
  Facoltà: Filosofia
  Corso: Scienze pedagogiche
  Relatore: Nicola Siciliani De Cumis
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 247

Obiettivo
L’argomento centrale dell’elaborato consiste nell’esperienza dei genitori di figli disabili. Si è consapevoli, infatti, che il lavoro nel campo della disabilità implica la relazione con le figure genitoriali che sono le prime risorse da coinvolgere ed attivare in un intervento educativo. Tale tematica impone degli interrogativi: cosa sperimentano i genitori di una persona con disabilità? Quali bisogni hanno? E soprattutto, cosa li può portare ad una “rinascita”? E come?

Metodo
Si è tentato in primo luogo di evidenziare quanto di autobiografico Giuseppe Pontiggia inserisce nel suo romanzo Nati due volte, per passare poi alla realizzazione dell’indice delle tematiche ricorrenti rispettivamente in Nati due volte e nel film Le chiavi di casa di Gianni Amelio (ispirato al romanzo), mettendo a confronto le due opere per analogie e differenze.
Si è fatto, poi, riferimento alla letteratura psicologica e pedagogica sul tema genitorialità e disabilità. Ci si è soffermati sul percorso di madri e padri con figli disabili (le reazioni, gli aspetti patologici, l’adattamento e la rinascita), sui loro bisogni e sul loro essere risorsa, sottolineando il concetto di resilienza e la metodologia della pedagogia dei genitori. È stata evidenziata, poi, l’importanza del coinvolgimento delle figure genitoriali nell’intervento educativo, per migliorare la sua efficienza ed efficacia, e pertanto, la qualità della vita del figlio con disabilità e della sua famiglia.
Si è cercato di approfondire l’argomento attraverso: la ricostruzione dell’esperienza di Pontiggia, un’intervista a due padri con figli disabili, il contributo di due tutor ipovedenti della Facoltà di Psicologia I dell’Università La Sapienza di Roma, nonché estratti del romanzo di Pontiggia, foto del film di Amelio insieme a interviste rilasciate dallo scrittore e dal regista.

Conclusioni
Il mondo interiore di un genitore con un figlio disabile sembra essere talmente ricco e complesso da rendere consapevoli che sarebbe importante poter indagare a fondo sulla questione, per poter offrire risposte e aiuti concreti a tutti quei genitori che convivono con la disabilità e che, grazie ad essa, se effettivamente riconosciuti come risorse e sostenuti nel loro percorso, possono rinascere per e con i loro figli.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
  Premessa  Il tema centrale di questa tesi di laurea specialistica è l’esperienza ge‐ nitoriale di chi ha un figlio con disabilità. Gli interrogativi centrali posti,  pertanto, sono i seguenti: cosa sperimentano i genitori di una persona  disabile? Quali sono i loro bisogni? E soprattutto, cosa li può portare a  rinascere? E come?  La scelta di tale argomento è dovuta, in primo luogo, alle esperienze  personali avute con bambini e ragazzi disabili che hanno influenzato la  mia scelta universitaria in vista di una professione da educatrice che mi  permetta di lavorare per e con loro. Il lavoro in questo campo, però, non  implica solo la relazione con la persona con disabilità. Richiede, infatti,  di entrare a contatto anche con la sua realtà familiare ed, in particolare,  con i suoi genitori. Questi ultimi rappresentano, effettivamente, le prime  risorse da attivare e coinvolgere in un intervento educativo rivolto al di‐ sabile. Solo grazie alla collaborazione con queste figure così significative,  infatti, diventa possibile migliorare la qualità della vita loro e dei figli.  Bisogna ammettere che tale coinvolgimento non è sempre semplice o  scontato, anzi, a volte risulta molto difficile. Tale difficoltà, però, non  deve rappresentare un motivo per relegare le figure genitoriali ad un  ruolo passivo o per etichettarle come necessariamente patologiche; ben‐ sì, dovrebbe spingere a cercare di comprendere più a fondo la realtà del  mondo genitoriale che fa esperienza della disabilità, per poterne stimo‐ lare la collaborazione anche lì dove sembra impossibile. A volte, infatti,  si tratta semplicemente di promuovere in questi genitori la consapevo‐ lezza delle forze che hanno a disposizione, quelle risorse tra cui la prima  è rappresentata sicuramente dal loro stesso figlio, che attraverso un per‐ corso lungo e non sempre semplice, devono imparare ad accettare. Solo  ad accettazione avvenuta, in effetti, sembra poter aver luogo quel pro‐ cesso educativo e pedagogico che non è unidirezionale e che porta ad  una duplice rinascita, quella dell’educando e quella dell’educato, in un  rapporto in cui, ad un certo punto, diventa difficile stabilire chi è l’uno e  chi è l’altro, se il vero educatore sia il genitore “normale” o il figlio disa‐ bile. E non sono pochi i genitori che non sono nati una volta sola, ma che  sono stati capaci di rinascere per una seconda volta. Sono genitori che,  anche se hanno attraversato dei momenti difficili, non hanno perso la  speranza; anche se hanno dovuto affrontare delle difficoltà, non si sono  arresi; ed anche se hanno incontrato la disabilità, non sono ricorsi alla  fuga o alla negazione dei deficit del figlio. Tutto ciò che hanno fatto è   

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

amelio
disabilità
formazione
genitorialità
intervento educativo
narrazione
pedagogia dei genitori
percorso
pontiggia
qualità della vita
resilienza
rinascita
risorsa

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi