Skip to content

La tecnologia RFID nel settore retail: il caso della Metro Future Store Initiative

Informazioni tesi

  Autore: Giuseppe Baglivo
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2009-10
  Università: Università degli Studi di Roma Tor Vergata
  Facoltà: Economia
  Corso: Economia aziendale
  Relatore: Corrado Cerruti
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 77

La ricerca condotta si propone di illustrare la tecnologia di identificazione a radio frequenza nella sua integrazione nella supply chain, in particolare in quella del settore retail, per poi giungere all’analisi dell’iniziativa Future Store realizzata da Metro, grande azienda tedesca di distribuzione e cash and carry.
Più precisamente il lavoro ha l’obiettivo di individuare quali possano essere i benefici e i rischi che l’implementazione della tecnologia RFID comporta. La grande distribuzione si è dimostrata particolarmente adatta allo studio poiché il settore, seppur non in Italia, è costituito da colossi che fanno da leader nell’introduzione di innovazioni ad alto contenuto tecnologico.
Il primo capitolo ha lo scopo di spiegare fin dove si è spinta, oggi, questa “vecchia” tecnologia, e cosa è capace di fare a vantaggio dei processi aziendali. Si esaminano inoltre le fasi caratteristiche del processo di introduzione dei sistemi RFID in azienda e i fattori che, in Italia e all’estero, ne incoraggiano o frenano la diffusione. Nel capitolo introduttivo, si passano poi in rassegna l’affermazione dell’identificazione a radio frequenza nei diversi settori produttivi e i trend previsti dagli esperti.
Il secondo capitolo sposta l’analisi sul settore retail e, dopo una rapida esposizione delle inefficienze nei flussi informativi e di materiali e delle esigenze dei retailer, si focalizza sulla possibilità di introdurre innovazioni RFID in ambito organizzativo a supporto del Supply Chain Management e del Customer Relationship Management, al fine, rispettivamente, di una maggiore efficienza logistica e di una maggiore soddisfazione del cliente finale. Si esamina infine la necessità di un’integrazione, e non sostituzione, dell’infrastruttura tecnologica esistente che, per molte aziende del settore, rappresenta una vera e propria leva competitiva.
Il terzo ed ultimo capitolo prende in esame un’esperienza, condotta dal gruppo tedesco Metro, pionieristica per l’intero mondo del retail: la Future Store Initiative. Con questo progetto il gruppo Metro, insieme ad oltre 90 partner di diversi settori, sperimenta e sviluppa in condizioni reali l’applicazione e l’interazione di nuove tecnologie, capitanate dall’RFID. L'obiettivo di questa cooperazione è quello di portare avanti il processo di modernizzazione nel settore retail, processo particolarmente utile in questo momento di cambiamento delle condizioni di mercato. Parleremo delle piattaforme dell’iniziativa, ovvero l’RFID Metro Innovation Center, centro di sperimentazione pratica delle applicazioni basate sull’identificazione a radio frequenza, e il Future Store, l’“ipermercato del futuro”, aperto al pubblico, in cui si verifica il gradimento delle applicazioni innovative da parte dei clienti e l’effetto di queste ultime sui processi di gestione logistica e di magazzino. L’iniziativa ha reso possibile la misurazione degli effetti dell’innovazione sull’efficienza, sulla produttività, sulla soddisfazione dei clienti e sulle vendite ed è tuttora un work in progress, dato che le applicazioni di front-store e back-store sperimentate vengono gradualmente estese agli altri punti vendita Metro. Il capitolo si conclude con la discussione dei fattori critici che hanno permesso finora il successo all’iniziativa e con alcuni spunti sulla situazione dei retailer italiani, che non sembrano saper sfruttare le potenzialità dell’RFID, rinunciando ad un importante vantaggio competitivo anche di lungo periodo.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
7 CAPITOLO PRIMO - L’importanza della Radio Frequency Identification 1.1 L’RFID come strumento di integrazione nella supply chain 1.1.1 La “più vecchia tecnologia emergente” L‟RFID non è una nuova tecnologia, Senza saperlo la utilizziamo già oggi nella vita di tutti i giorni. Il telepass, i telecomandi per l‟apertura delle porte delle automobili, le tessere per il pagamento dei parcheggi, i sistemi di disattivazione degli antifurto satellitari sono solo alcuni esempi di applicazioni di questa tecnologia. Si tratta di una tecnologia che ha visto i suoi primi esordi in ambito militare durante la Seconda Guerra Mondiale per il riconoscimento degli aerei amici e nemici tramite un sistema

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

caso
catena del valore
catena di fornitura
dettaglio
distribuzione intelligente
etichette
future store
grande distribuzione
gruppo metro
identificazione a radio frequenza
impatto organizzativo
iniziativa metro future store
metro
metro future store initiative
metro group
reader
retail
retailer
rfid
rischi
settore
supply chain
tag
vantaggi

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi