Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Hamas: il movimento di resistenza islamico

L’oggetto di cui si tratterà in questa relazione è l’organizzazione palestinese Hamas. In modo particolare ci si soffermerà sui tratti distintivi della organizzazione, sulla sua evoluzione storica e, infine, sui risvolti futuri che l’operato del movimento può avere su tutto il Medio Oriente. La scelta di questo particolare argomento, apparentemente molto lontano da noi, è stimolata dalla straordinaria importanza che Hamas e le sue iniziative rivestono nello scenario politico mediorientale e, conseguentemente, in quello mondiale.
L’acronimo Hamās sta per Harakat al-Muqāwwama al-Islāmiyya, ovvero "Movimento di Resistenza Islamico", inoltre il termine in arabo può significare "entusiasmo”, “zelo" . “È un’organizzazione di carattere religioso-paramilitare e politico, catalogata ufficialmente da Israele, dagli Stati Uniti e dall'Unione Europea come organizzazione terroristica, è conosciuta in Occidente soprattutto per la sua tattica di attentati suicidi contro civili ed esponenti delle forze armate israeliane” . Fu fondata nella sua componente paramilitare alla fine degli anni ottanta da Ahmad Yāssīn come appendice della Fratellanza Musulmana Palestinese. La particolarità fondamentale di Hamas è che essa è un’organizzazione fortemente legata alla Palestina che non ha alcun interesse a colpire obiettivi oltre Israele e le sue truppe definite di “occupazione”.
Nel suo statuto redatto tra la fine del 1987 e il 1988, all’epoca poco condiviso e in seguito discusso dai capi dell’organizzazione, dichiara che “Israele sarà stabilito, e rimarrà in esistenza finché l’islam non lo ponga nel nulla”2, e inoltre di voler “combattere il male, schiacciarlo, e vincerlo cosicché le patrie ritornino ai loro legittimi proprietari; la chiamata alla preghiera si oda dalle moschee, proclamando l’istituzione di uno Stato islamico” (cioè di sostituire una teocrazia islamica allo stato di Israele). In ciò Hamas è del tutto diversa rispetto agli altri movimenti integralisti musulmani che inneggiano alla lotta in tutto il mondo islamico. Hamās ha usato sia mezzi politici sia mezzi terroristici per realizzare l'obiettivo di uno stato palestinese islamico, operando sostanzialmente nella Striscia di Gaza e in poche aree della Cisgiordania. Inoltre l'organizzazione ha acquistato popolarità promuovendo la costruzione di biblioteche e ospedali, nonché l'istituzione di un sistema d’istruzione, sanitario e di tutela sociale. Infine, con grande sorpresa e preoccupazione dell’intero mondo occidentale, ha riportato una vittoria schiacciante nelle elezioni legislative del gennaio 2006. L’Unione Europea, evidentemente preoccupata per la natura terroristica del movimento, ha vincolato il riconoscimento del nuovo governo e la prosecuzione del sostegno all'Autorità nazionale Palestinese a tre princìpi: deve rinunciare alla lotta armata; deve riconoscere il diritto di Israele ad esistere; appoggiare chiaramente il processo di pace nel vicino oriente, come deciso in base agli accordi di Oslo del 1993.

Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE L’oggetto di cui si tratterà in questa relazione è l’organizzazione palestinese Hamas. In modo particolare ci si soffermerà sui tratti distintivi della organizzazione, sulla sua evoluzione storica e, infine, sui risvolti futuri che l’operato del movimento può I territori dove opera Hamas: Israele, la Cisgiordania e la striscia di Gaza. avere su tutto il Medio Oriente. La scelta di questo particolare argomento, apparentemente molto lontano da noi, è stimolata dalla straordinaria importanza che Hamas e le sue iniziative rivestono nello scenario politico mediorientale e, conseguentemente, in quello mondiale. L’acronimo Hamās sta per Harakat al-Muqāwwama al-Islāmiyya, ovvero "Movimento di Resistenza Islamico", inoltre il termine in arabo può significare "entusiasmo”, “zelo". “È un’organizzazione di carattere religioso-paramilitare e politico, catalogata ufficialmente da Israele, dagli Stati Uniti e dall'Unione Europea come organizzazione terroristica, è conosciuta in Occidente soprattutto per la sua tattica di attentati suicidi contro civili ed esponenti delle forze armate 5

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Andrea Carrera Contatta »

Composta da 36 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1646 click dal 18/01/2011.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.