Skip to content

Leadership dei coordinatori infermieristici nei contesti di qualità delle prestazioni

Informazioni tesi

  Autore: Matteo Seligardi
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2008-09
  Università: Università degli Studi di Parma
  Facoltà: Medicina e Chirurgia
  Corso: Scienze Infermieristiche e Ostetriche
  Relatore: Marina Iemmi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 235

Questo lavoro di tesi si propone di comparare i risultati di un indagine caapce di sondare i diversi stili di leadership esercitati dai coordinatori infermieristici, ed i livelli di qualità dell’assistenza (con particolare riguardo alla presenza, e utilizzo, di contestualizzati sistemi di valutazione del personale e di job description) presenti nelle unità operative da loro gestite. La ricerca è stata svolta individuando dieci realtà operative di due Aziende Sanitarie pubbliche del nord Italia. Gli obiettivi del progetto nascono dalla ricerca bibliografica inerente alla leadership in ambito infermieristico, la quale si trova quasi sempre accostata a tematiche come quelle del Burnout e del Job Satisfaction, che oggi possono essere adeguatamente misurati (attraverso validati strumenti d’indagine) risultando sempre più frequentemente correlati con determinati stili di condotta dei gruppi da parte dei manager. Nello specifico, quello che si è cercato di stimolare, attraverso l’intero progetto, è un dibattito critico sull’ importanza del ruolo del coordinatore infermieristico come leader, e sulle implicazioni che i comportamenti sociali, comunicazionali ed emozionali, che esso quotidianamente sceglie di operare, influiscano sul clima e sulla organizzazione dei gruppi. un accostamento critico tra una misurazione della leadership dei coordinatori. Attraverso un questionario eterovalutato (Multifactor Leadership Questionnaire, MLQ : Avolio, Bass, Jung; 1999), ed una check, list formata da elementi misurabili (indicatori) di qualità dell’assistenza, derivanti dagli standard Joint Commission International, si sono poste in evidenza analogie e differenze tra gli stili di leadership esercitati dai coordinatori e i diversi risultati raggiunti in materia di qualità dell’assistenza.
Il fine ultimo di chi ha redatto questo progetto è perlopiù volto al “rilancio” dell’ argomento leadership-qualità dell’assistenza, soprattutto inteso come tema futuro di ricerca in campo infermieristico. L’ obiettivo a lungo termine è quello di poter definire (in modo inferenziale), quello che ora si può solo teoricamente ipotizzare, ovvero un correlazione tra gli stili di conduzione dei gruppi infermieristici (o sanitari più in generale), ed i possibili successi in termini di qualità, intesa come: ”capacità di migliorare lo stato di salute e di soddisfazione di una popolazione, nei limiti concessi dalle tecnologie, dalle risorse disponibili, e dalle caratteristiche dell’utenza” (Palmer 1998).

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
PREMESSA Quando ci si “avvicina” al termine “Qualità”, per definirne gli aspetti, si deve tener conto della dimensione, generalmente astratta, del concetto che esso genera in ognuno di noi. Relativamente ai contesti, ai livelli sociali (nonché ai momenti storici), all’interno dei quali la qualità ha conosciuto la sua evoluzione, se ne possono riscontrare definizioni e sviluppi anche molto differenti. Una delle definizioni possibili di qualità, che la Carta Europea della Qualità ha emesso nel 2000 dice che: “La Qualità è un obiettivo di eccellenza dell’organizzazione. La Qualità è anche una metodologia e una via per promuovere la partecipazione attiva degli individui, basata sul coinvolgimento e sulla responsabilità di ciascuno”. Il pensiero continua, specificando l’importanza di ogni soggetto, qualsiasi sia il ruolo che esso è chiamato a ricoprire (cliente, fornitore, portatore d’interesse), nel reale processo di sviluppo della qualità, compresa la qualità della vita stessa. L’ inizio del complesso iter storico che il processo di evoluzione della qualità ha conosciuto, si può identificare con il: “bisogno di controllo del prodotto” avvertito inizialmente (già più di un secolo fa) nel settore manifatturiero. Al fine di trarre preziosi elementi di miglioramento dagli errori rilevati, si iniziarono a porre in essere vere e proprie strategie di controllo della qualità, evolutesi poi anche verso una considerazione delle aspettative della clientela. Con il passare del tempo, e il conseguente sviluppo di tutto i settori afferenti al mondo industriale, i sistemi produttivi hanno conosciuto un incremento degli interessi rivolti ai sistemi di qualità, non solo come forma di garanzia di un migliore prodotto, ma anche come metodo per il governo dei processi di produzione, e non ultimo, come “assicurazione” nei confronti della clientela. Solamente dopo l’avvento dell’era post-industriale (fine ’70, inizio ’80), la qualità ha iniziato ha farsi conoscere anche in quelle che oggi vengono definite: “Aziende di Servizi e di Servizio alla Persona”, che fanno capo al settore socio-sanitario. 8

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

accreditamento istituzionale
avoiding leadership
burn-out
job satisfaction
leadership
leadership transazionale
leadersip trasformazionale
management sanitario
nursing management
qualità
qualità delle prestazioni
qualità totale
sistemi di accreditamento sanitario
sistemi di qualità sanitari
staffing
staffing infermieristico
total quality management

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi