Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La professione infermieristica nella carriera militare

Le Forze Armate Italiane hanno dato e continuano tutt’oggi a dare il loro contributo per poter garantire la pace e la democrazia laddove esse sono in pericolo. Spesso per garantire tutto questo è necessario l’intervento armato che inevitabilmente provoca morti e feriti fra le truppe e le popolazioni interessate. È proprio in questi aspetti che entra in gioco la Sanità Militare che con il suo personale deve assicurare l’apporto sanitario in primis alle Forze Armate stesse e in secondo momento alla popolazione locale. Lo scopo di questa tesi è quello di descrivere la struttura e l’evoluzione della Sanità Militare e su quali basi si fonda, nonché come essa si organizza al meglio per far fronte alle diverse situazioni fuori area che le si presentano. In seguito verrà analizzata la figura dell’infermiere militare, descrivendone l’iter formativo sia teorico che pratico e le sue competenze in ambito delle operazioni fuori area.
La tesi è strutturata nel modo seguente:
L’ESERCITO ITALIANO (cenni storici, organizzazione, gerarchia, scopi e compiti);
IL CORPO DELLA SANITA’ MILITARE (Costituzione, ruolo durante la Grande Guerra, organizzazione e struttura nel territorio nazionale);
LE RADICI STORICHE DELL’INFERMIERE MILITARE (cenni sulla storia della medicina, l’ infermiera britannica Florence Nightingale, Henry Durant il fondatore della Croce Rossa);
IL SOTTUFFICIALE INFERMIERE (formazione e caratteristiche dell’infermiere militare, operazioni militari, confronto fra infermiere militare e civile, ruoli e compiti dell’infermiere militare);
L’ IMPIEGO DELL’ INFERMIERE MILITARE (l’infermeria di corpo, l’ospedale militare);
ORGANIZZAZIONE MAXIEMERGENZE ( operatività dell’infermiere militare, collaborazione con altri corpi armati, l’ospedale da campo).

Mostra/Nascondi contenuto.
PREMESSA “Siamo piccoli nani sulle spalle dei giganti che ci hanno preceduto” e di sicuro le esperienze di vita quotidiana ci condizionano nel vivere e nell’agire. Sono una delle prime donne d’Italia a poter dire di aver orgogliosamente indossato per un anno l’uniforme dell’Esercito Italiano in qualità di volontaria in ferma prefissata, ancor prima di vestire quella di Infermiera Professionale. Ho maturato un’esperienza umanamente e professionalmente significativa ed appagante che mi spinge ad approfondire la figura dell’Infermiere Professionale Militare dell’Esercito presentando l’evoluzione di questi anni e le esperienze vissute da alcuni militari nell’adempimento delle loro funzioni in ambiti Operativi al di fuori del territorio nazionale. Al fine di comprendere a pieno la realtà quotidiana di questi sottufficiali, ho ritenuto importante valutare la loro vita professionale sia durante le fasi di preparazione, di approntamento e di conduzione operativa, sia durante le attività “stanziali” di assistenza sanitaria in patria. - 3 -

Laurea liv.I

Facoltà: Medicina e Chirurgia

Autore: Carmen Agati Contatta »

Composta da 113 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 19169 click dal 27/01/2011.

 

Consultata integralmente 21 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.