Skip to content

Un'analisi dell'offshoring di ricerca e sviluppo nei Paesi emergenti

Informazioni tesi

  Autore: Vanessa Aiosa
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2009-10
  Università: Università degli Studi di Catania
  Facoltà: Scienze Politiche
  Corso: Relazioni internazionali
  Relatore: Grazia Santangelo
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 80

Il presente lavoro si propone di analizzare gli investimenti diretti esteri (IDE) in ricerca e sviluppo (R&S) rivolti alle economie emergenti - ed in particolare al Brasile, alla Russia, all’India, alla Cina, a Singapore e a Taiwan (BRICST) - dalle imprese multinazionali (IM) dei paesi sviluppati, membri dell’Organization for Economic Co-operation and Development (OECD).
Tale lavoro è stato ispirato dai recenti trend che stanno trasformando il volto dell’internazionalizzazione delle imprese, ed in particolare della R&S. Quest’ultima è sempre più frequentemente oggetto di un processo di frammentazione e di rilocalizzazione in paesi con salari più bassi e ricercatori con capacità adeguate. In particolare, essa è interessata sia da fenomeni di offshoring che di outsourcing. inoltre le economie emergenti diventano sempre più frequentemente meta di investimenti in R&S da parte di imprese multinazionali degli Stati sviluppati. Ma anche a livello qualitativo si assiste a significativi cambiamenti. Tradizionalmente, infatti, la delocalizzazione dell’attività di R&S in tali paesi ha avuto il mero scopo di adattare prodotti e processi alle condizioni locali, intervenendo sulla tecnologia esistente per renderla più efficiente nel nuovo contesto. Essa è stata inoltre tradizionalmente animata da una logica orientata alla ricerca di mercati di sbocco, al superamento delle barriere all’importazione, all’accesso ai mercati vicini, nonché alla migliore comprensione dei gusti dei consumatori. Tuttavia negli ultimi anni, in virtù soprattutto dell’ampio bacino di ricercatori qualificati e a basso costo e degli incentivi governativi offerti da tali paesi, si è assistito ad una crescente delocalizzazione in tali paesi di attività di R&S più sofisticate, volte all’ampliamento della tecnologia sviluppata dalla casa-madre e legate a risorse tecnologiche relativamente alle quali sia la casa-madre che il contesto locale presentano molti punti di forza. La globalizzazione, dopo aver rimodellato i mercati del capitale, delle merci e dei servizi, integra sempre più anche i mercati della tecnologia e della conoscenza, determinando una nuova mobilità dell’innovazione. Lo studio della R&S condotta specificamente nelle economie emergenti non è stato ancora particolarmente approfondito dalla letteratura, poiché l’offshoring di attività innovativa in questi paesi è un fenomeno relativamente recente . Tale letteratura si interroga se la R&S nelle economie emergenti incrementi la R&S domestica oppure la rimpiazzi. La letteratura esistente scarseggia tuttavia di analisi effettuate a livello di impresa volte ad indagare gli effetti dell’offshoring di R&S sulla performance propriamente finanziaria dell’impresa. Moltissimi studi hanno analizzato invece gli effetti dell’internazionalizzazione della produzione e di altre funzioni dell’impresa sulla performance finanziaria della stessa.
Questa tesi intende contribuire a questa letteratura, in particolare analizzando se tra la R&S condotta a casa e quella dislocata nelle economie emergenti vi sia o meno una relazione, confermando l’essenzialità della R&S domestica.
In particolare, essa si propone di rispondere ai seguenti tre quesiti.
1) Esiste una relazione tra la R&S condotta a casa e gli IDE in R&S nelle economie emergenti?
2) Vi sono differenze negli effetti sulla performance finanziaria tra le imprese che effettuano investimenti in uno dei paesi emergenti considerati piuttosto che in un altro?
3) Quali sono queste differenze?
Quest’argomento verrà affrontato in quattro capitoli. Nel secondo capitolo verranno descritti i trend connessi all’offshoring di R&S e analizzate le dinamiche che caratterizzano l’azione e le scelte dell’impresa lungo i due assi della centralizzazione/dispersione e dell’internalizzazione/esternalizzazione dell’attività di R&S, avendo riguardo alla principale letteratura in merito. In tale capitolo verrà inoltre rivista criticamente la letteratura sugli effetti dell’offshoring di R&S, focalizzandosi su due meccanismi, il trasferimento inverso di tecnologia e le esternalità di conoscenza. Oggetto del terzo capitolo sarà la descrizione della banca-dati, costruita ai fini dell’analisi empirica, nonché un’analisi descrittiva delle imprese coinvolte, in termini di settore industriale, di dimensione, origine geografica, ed una descrizione delle economie dei paesi ospiti. Nel quarto capitolo verranno descritte le variabili utilizzate e le metodologie di analisi statistica utilizzate per l’indagine empirica. In tale capitolo saranno inoltre discussi i risultati. L’ultimo capitolo conclude il lavoro e delinea alcune possibili prospettive future di ricerca.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
CAPITOLO I INTRODUZIONE Il presente lavoro si propone di analizzare gli investimenti diretti esteri (IDE) in ricerca e sviluppo (R&S) rivolti alle economie emergenti - ed in particolare al Brasile, alla Russia, all’India, alla Cina, a Singapore e a Taiwan (BRICST) - dalle imprese multinazionali (IM) dei paesi sviluppati, membri dell’Organization for Economic Co-operation and Development (OECD). Tale lavoro è stato ispirato dai recenti trend che stanno trasformando il volto dell’internazionalizzazione delle imprese, ed in particolare della R&S. Quest’ultima è sempre più frequentemente oggetto di un processo di frammentazione e di rilocalizzazione in paesi con salari più bassi e ricercatori con capacità adeguate. In particolare, essa è interessata sia da fenomeni di offshoring che di outsourcing. L’offshoring è definito come la localizzazione o il trasferimento di attività all’estero attraverso un processo di internalizzazione, ovvero attraverso un trasferimento di attività della catena del valore dalla casa- madre alle sue affiliate. L’outsourcing costituisce invece una cosciente abdicazione di alcune attività a favore di soggetti esterni all’impresa (Contractor et al. 2010). In particolare, le economie emergenti diventano sempre più frequentemente meta di investimenti in R&S da parte di imprese multinazionali degli Stati sviluppati. Ma anche a livello qualitativo si assiste a significativi cambiamenti. Tradizionalmente, infatti, la delocalizzazione dell’attività di R&S in tali paesi ha avuto il mero scopo di adattare prodotti e processi alle condizioni locali, intervenendo sulla tecnologia esistente per renderla più efficiente nel nuovo contesto. Essa è stata inoltre tradizionalmente animata da una logica orientata alla ricerca di mercati di sbocco, al superamento delle barriere all’importazione, all’accesso ai mercati vicini, nonché alla migliore comprensione dei gusti dei

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

analisi della varianza
brasile
cina
india
innovazione
internalizzazione
internazionalizzazione
investimenti diretti esteri
offshoring
outsourcing
paesi emergenti
paesi in via di sviluppo
return on sales
reverse technology tranfer
ricerca e sviluppo
russia
singapore
spillovers
sussidiaria
taiwan
test pearson

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi