Skip to content

La crisi missilistica cubana nella valutazione de L'Unità

Informazioni tesi

  Autore: Serena Marcelli
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2009-10
  Università: Università degli Studi di Perugia
  Facoltà: Scienze Politiche
  Corso: Relazioni internazionali
  Relatore: Loreto Di Nucci
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 158

La crisi missilistica dell’ottobre del 1962 fu quella che, durante la guerra fredda, più delle altre, tenne il mondo col fiato sospeso. Per la prima volta si sfiorò concretamente il rischio di una guerra nucleare senza confini.
Fiumi di parole sono stati spesi per analizzare l’argomento, come si evince dalla copiosa storiografia al riguardo, ma questa tesi rilegge quegli eventi da un angolo prospettico inconsueto. Ovvero cerca di capire in che modo quegli avvenimenti siano stati interpretati e raccontati da “L’Unità”, l’organo ufficiale del Partito Comunista Italiano.
Pertanto, viene anche dato spazio all’accordo segreto stipulato tra il presidente degli Stati Uniti e Kruscev per porre termine alla congiuntura internazionale. Il “patto”, che suonava come una sorta di do ut des, prevedeva che il leader sovietico avrebbe rimosso i missili da Cuba se Kennedy avesse fatto lo stesso con gli Jupiter e i Thor dislocati in Turchia ed in Italia.
La vicenda di quei drammatici giorni è descritta, ovviamente, non solo in forma cronachistica e cronologica, ma basandosi sulle testimonianze dirette di persone vicine al presidente Kennedy, come Schlesinger e Robert Kennedy, Segretario della Giustizia, nonché fratello del presidente.
Dall’analisi delle loro memorie emerge con prepotenza tutta la drammaticità, e risalta in tutta la sua grandezza la figura e la fermezza di Kennedy e della sua Ex-Comm. Ossia della Commissione creata ad hoc per fronteggiare le eventuali conseguenze causate dall’avere puntati contro, alle porte di casa, missili di una gittata e di una potenza distruttrice tali da poter radere al suolo Washington in poco meno di cinque minuti.
Il cuore della tesi, tuttavia, risiede nello spoglio sistematico degli articoli apparsi in quei giorni su “L’Unità”. Prendendo in esame i commenti, i pezzi informatici, e le prese di posizione della Direzione del PCI apparsi sul giornale nell’ottobre e nel novembre del 1962, ho individuato taluni temi che ricorrono con insistenza.
Mi sono soffermata innanzitutto sull’ostinato atteggiamento, ma forse più esatto sarebbe dire bronzea sfacciataggine del quotidiano comunista nell’occultare le prove delle fotografie dei missili; ho poi dedicato un certo spazio a degli articoli scritti per screditare gli Stati Uniti ed il loro imperialismo, e per esaltare, viceversa, l’isola caraibica, presentata costantemente come “gloriosa”, “eroica”, “coraggiosa”; nonché, infine, sul ruolo di grande mediatore amante della pace attribuito a Kruscev, presentato come un eroe internazionale tutto impegnato a dirimere la delicata controversia internazionale grazie alla sua assennatezza e al suo buon senso.
Alcune pagine sono dedicate alla trattazione del ruolo dell’intellighenzia, ossia del fascino che Cuba ha avuto su quanti, disillusi e disincantati di fronte al socialismo sovietico, ravvisarono in quello caraibico un modo alternativo di vivere il comunismo, lontano dalle malefatte denunciate da Kruscev nel famigerato Congresso del 1956.
“L’Unità” dà conto della mobilitazione degli intellettuali in moltissimi articoli, riportando sistematicamente tutti gli appelli firmati dalla cultura italiana di quel periodo e mettendo in risalto la loro costante e sentita mobilitazione per la causa cubana.
La tesi, in breve, non si limita solo ad una mera descrizione dei fatti di tredici giorni, ma si propone di capire in che modo, attraverso il suo quotidiano, il più importante Partito comunista d’occidente, esaminava le crisi internazionali, misurando così il suo grado di autonomia e di dipendenza da Mosca.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE La crisi missilistica dell’ottobre del 1962 fu quella che, durante la guerra fredda, più delle altre, tenne il mondo col fiato sospeso. Per la prima volta si sfiorò concretamente il rischio di una guerra nucleare senza confini. Fiumi di parole sono stati spesi per analizzare l’argomento, come si evince dalla copiosa storiografia al riguardo, ma questa tesi rilegge quegli eventi da un angolo prospettico inconsueto. Ovvero cerca di capire in che modo quegli avvenimenti siano stati interpretati e raccontati da “L’Unità”, l’organo ufficiale del Partito Comunista Italiano. Pertanto, viene anche dato spazio all’accordo segreto stipulato tra il presidente degli Stati Uniti e Kruscev per porre termine alla congiuntura internazionale. Il “patto”, che suonava come una sorta di do ut des, prevedeva che il leader sovietico avrebbe rimosso i missili da Cuba se Kennedy avesse fatto lo stesso con gli Jupiter e i Thor dislocati in Turchia ed in Italia. La vicenda di quei drammatici giorni è descritta, ovviamente, non solo in forma cronachistica e cronologica, ma basandosi sulle testimonianze dirette di persone vicine al presidente Kennedy, come Schlesinger e Robert Kennedy, Segretario della Giustizia, nonché fratello del presidente. Dall’analisi delle loro memorie emerge con prepotenza tutta la drammaticità, e risalta in tutta la sua grandezza la figura e la fermezza di 2

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

castro
cuba
kennedy
kruscev
l'unità
sinistra italiana

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi