Skip to content

Come comunicare un evento - tesi sperimentale: l'ufficio stampa dei Campionati Nazionali Universitari

Informazioni tesi

  Autore: Antonietta Niro
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2009-10
  Università: Università degli Studi del Molise
  Facoltà: Scienze della Comunicazione
  Corso: Scienze della comunicazione Pubblica, d'imprea e pubblicità
  Relatore: Barbara Perluigi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 262

I rapporti con i media non si improvvisano. D’un tratto si parla troppo. Non si valuta a fondo l’impatto che un’affermazione può avere sull’opinione pubblica se amplificata dall’effetto stampa. E’ qui che nasce la necessità di costituire un buon ufficio stampa.
Il lavoro che segue intende analizzare come opera un ufficio stampa, nello specifico come ha agito la struttura allestita dal CUS – Centro Universitario Sportivo - che ha provveduto a tessere i rapporti con i media molisani e ha provveduto alla diffusione delle notizie inerenti i CNU - Campionati Nazionali Universitari, tenutisi a fine maggio in Molise. Un evento di grossa portata per la regione molisana in quanto ha visto l’arrivo di oltre quattromila presenze tra studenti/atleti di 49 CUS e loro accompagnatori.
Il CUSI (Centro Universitario Sportivo Italiano) organizza ogni anno i Campionati Nazionali Universitari, svoltisi per la prima volta a Bologna nel 1947 raccogliendo in una sola località tutto lo sport universitario italiano.
Per l’anno 2010, dal 21 al 29 maggio, l’onore di ospitare la LXIV edizione dei CNU è stato riservato all’Università degli Studi del Molise e al CUS Molise: un evento a respiro nazionale che ha visto una grande partecipazione delle istituzioni sul territorio. Sono giunte in regione circa quattromila presenze complessive che si sono confrontate nelle 17, delle 22, discipline in programma.
La tesi è stata suddivisa in due parti. Una prima, ovvero la parte teorica, intende analizzare l’ufficio stampa italiano a partire dalla sua legge istitutiva, passando per le professionalità presenti nella struttura fino ad arrivare ai principali strumenti del mestiere: il comunicato stampa, la conferenza stampa, la cartella stampa, l’intervista, la mailing list, la rassegna stampa, il recall, l’accredito, l’archivio, la news letter e il sito.
Un accento particolare è stato posto sul concetto di evento: che cos’è e come si organizza.
La seconda parte, quella sperimentale, in quanto mi ha visto impegnata in prima persona come addetto stampa del Centro Sportivo Universitario da fine aprile e per tutto il mese di maggio, pone l’accento su cosa siano i CNU e sull’organizzazione in Molise.
La parte centrale del lavoro è quella che va dall’elaborazione dello slogan, ottenuto attraverso un piano di comunicazione, volto a programmare e gestire le azioni di informazione per il raggiungimento di specifici obiettivi strategici, incentrato sull’analisi dei punti forza e debolezza dell’Università degli Studi del Molise, del CUS Molise e del territorio che li ospita.
Lo slogan scelto nel perseguimento degli obiettivi di rafforzamento dell’immagine e aumento del turismo sul territorio esplicitati dal CUS Molise è stato La cultura dello sport: tutti protagonisti.
Poi è stata elaborata una cartella stampa tipo, quella che avrebbe dovuto accompagnare la conferenza stampa di presentazione della manifestazione, contenente la cronaca dell’evento, le dichiarazioni, la nota tecnica, il calendario delle gare e le fotografie.
Infine sono stati inseriti alcuni comunicati stampa realmente confezionati durante la settimana della manifestazione.
Una parte consistente del lavoro è rappresentato dalla rassegna stampa, lo sguardo sul mondo per un addetto stampa.
La tesi si conclude con un breve riferimento al sito.
Infine, in appendice sono stati inseriti i riferimenti normativi ritenuti cruciali per il lavoro e lo sviluppo di un ufficio stampa.
Le conclusioni sono partite da un’analisi sociologica dell’epoca in cui viviamo per poter delineare un futuro possibile per l’ufficio stampa. Siamo nell’epoca del post- moderno, un’età ambigua. L’informazione e la conoscenza sono i nuovi fattori di produzione. La realtà che viviamo è sempre più quella selezionata e elaborata dai mass media tanto da trasformarsi in una serie di eventi mediatici. La moltiplicazione delle notizie produce un effetto paradosso: l’informazione che aumenta esponenzialmente non produce conoscenza, ma un impoverimento del sapere.
In questo contesto nuovo quotidianamente assediato da miliardi di messaggi provenienti da fonti diverse si gioca la partita della comunicazione. Gli uffici stampa entrano in questo infinito match con stili diversi, ma ognuno con lo stessa necessità: tener vivo, attraverso i media, il dialogo con l’utenza.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione I rapporti con i media, che siano essi tradizionali come i giornali o moderni, si guardi al mondo del web, non si improvvisano. D‟un tratto si parla troppo. Non si valuta a fondo l‟impatto che un‟affermazione può avere sull‟opinione pubblica se amplificata dall‟effetto stampa. E‟ qui che nasce la necessità di costituire un buon ufficio stampa il 1 quale deve essere realizzato partendo da due principi fondamentali: esso è un investimento sul valore della Pubblica Amministrazione, azienda o organizzazione, e allo stesso tempo è una struttura che non potrà mai avere il totale controllo dell‟informazione. Tuttavia è più facile influenzare la stampa fornendo informazioni anziché tacendo, o fornendone di false. È un principio semplicissimo: parlando si può essere ascoltati e capiti, tacendo si rischia il malinteso e l‟equivoco. Passare la notizia è il modo migliore per controllarla. Comunicare conviene sempre. Non è soltanto sulla base delle relazioni personali – le quali possono rivelarsi molto utili - che si instaura un dialogo con i media, ma sulla professionalità e sulla conoscenza degli strumenti di comunicazione. L‟ufficio stampa non è una garanzia di pubblicità, una certezza di visibilità, l‟ombrello che ripara da qualsiasi acquazzone. È uno strumento di comunicazione a disposizione di un‟organizzazione, grande o piccola che sia. La parola ufficio stampa non è recente: il nome rivela l‟essere stato attribuito a questa struttura quando i media erano rappresentati dalla sola carta stampata. Oggi che esistono anche radio, televisioni e internet sarebbe, forse, più corretto utilizzare il termine ufficio media. 1 Cfr Veneziani S., 2009, Ufficio stampa. Le regole e gli strumenti per poter comunicare con i media, Milano, Il Sole 24 Ore 7

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi