Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Adolescenti immigrati nella scuola italiana

Primo capitolo: quadro generale di sviluppo dell'adolescenza, quindi rapporto con la scuola, con i pari, con la famiglia.
Secondo capitolo:l'italia e lo straniero oggi, quindi l'interculturalità vista come un fondamento pedagogico, condizione italiana sull'immigrazione, rapporto immigrazione-scuola (focalizzandosi sull'accesso degli studenti stranieri nella scuola dell'obbliogo, poi rapporto educazione-scuola-diversità e l'interculturalità analizzata da nun punto di vista didattico.
Terzo capitolo: esposizione critica di un'esperienza di tirocinio con il confronto dei suddetti precetti con l'osservazione sul campo

Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE Il motivo per cui ho affrontato il tema degli adolescenti immigrati inseriti nella scuola italiana è conseguente alla mia esperienza di tirocinio in una comunità educativa per ragazze adolescenti, “ Contrà Fascina” di Vicenza. In tale comunità piø del 50% delle ragazze ospitate sono di origine extracomunitaria, e poichØ, prima di inserirle nel mondo del lavoro, frequentano un’istituto scolastico di loro scelta, per me è stato interessante osservare proprio le dinamiche del rapporto di tali ragazze con l’ambito scolastico. Così, affrontando tale tematica, il primo capitolo è centrato sull’adolescenza in un quadro generale, presentandola con le caratteristiche che la contraddistinguono come fase di sviluppo, osservando poi le varie dinamiche relazionali degli adolescenti con la scuola, con il gruppo dei pari e all’interno della famiglia. Il secondo capitolo si apre illustrando l’importanza dell’educazione con prospettiva interculturale, volto a diminuire la distanza sociale tra le diverse culture e, contemporaneamente, ad ampliarne la conoscenza reciproca per giungere ad un arricchimento reciproco. Analizzando questa tematica in modo rigoroso, e tenendo sempre presente lo sfondo sociale in cui ci si trova, è stato utile prendere visione anche della regolamentazione prevista dallo stato italiano sull’accoglienza dello straniero attraverso la legge n. 40, e successivamente, attraverso i dati del MIUR, esporre la condizione odierna sull’accesso degli studenti stranieri alla scuola dell’obbligo. Concludendo viene presentata la didattica interculturale, quale metodo per arrivare alla conoscenza delle strategie piø appropiate da adottare per un contatto tra le culture diverse. Il terzo ed ultimo capitolo presenta un’esposizione critica della mia esperienza di tirocinio basata sul confronto tra quello che ho osservato e vissuto in prima persona e quelle che sono le caratteristiche generali dell’adolescenza e le varie normative che il nostro stato prevede per l’inserimento di ragazzi immigrati nella scuola italiana. 3

Diploma di Laurea

Facoltà: Scienze della Formazione

Autore: Luana Campailla Contatta »

Composta da 46 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4324 click dal 28/01/2011.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.