Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La comunicazione in emergenza: evoluzione dopo gli attacchi di Londra

L'opera analizza le moderne teorie a proposito della comunicazione in emergenza, sottolineando l'evoluzione delle pratiche a fronte della recente minaccia del terrorismo internazionale.
La seconda parte si occupa della gestione integrata del rischio nella Regione Lombardia e dell'agenzia di stampa regionale Lombardia Notizie.

Mostra/Nascondi contenuto.
Nel corso della storia lʼuomo ha sempre cercato di fornire una risposta rapida ed efficace agli eventi catastrofici che minaccia- no la sua esistenza, dai primi vigiles dellʼImpero Romano alle sirene dellʼUnione Nazionale Protezione Antiaerea che, in unʼItalia dilaniata dalla guerra, avvisavano la popolazione civile che stava per essere colpita da un attacco aereo affinché si ri- fugiasse al più presto in un luogo sicuro. La società odierna ha raggiunto un altissimo livello tecnologico e migliora ogni giorno la risposta agli eventi che ne minacciano la solidità ma, proprio per questo costante sviluppo e per i nuovi pericoli come il terrorismo, è necessario continuare la strada verso la riduzione, se non lʼazzeramento, della vulnerabilità del- la popolazione, delle attività economiche e della strutture politi- che. Alleati in questa sfida, anche se spesso poco considerati in passato, ed in qualche modo successori delle sirene antiaeree, sono i mass media che, con la loro diffusione capillare e le loro doti comunicative possono risultare determinanti nel fornire in- formazioni utili e dare indicazioni sul comportamento prima, du- rante e dopo lʼevento. Può accadere però che il rapporto fra i media e le istituzioni sia difficoltoso, se non addirittura conflit- tuale e, nellʼambito di un lavoro che analizza proprio questo rapporto, potrebbe essere opportuno introdurre un modello ad oggi poco trattato nella letteratura inerente la comunicazione in 2

Laurea liv.I

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Massimiliano Mesenasco Contatta »

Composta da 107 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1224 click dal 18/01/2011.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.