Skip to content

Moda fra società di corte e postmodernità

Informazioni tesi

  Autore: Elisa Lavarini
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2009-10
  Università: Libera Univ. degli Studi Maria SS.Assunta-(LUMSA) di Roma
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Scienze della comunicazione
  Relatore: Francesca Ieracitano
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 68

Nella stesura di questa tesi sono stati indagati fenomeni di moda attraverso l’analisi dell’evoluzione sociale. Dallo studio delle varie fasi storiche e dei i consumi delle varie società infatti, possiamo notare come il sistema moda sia stato in grado di adattarsi alle diverse esigenze sociali, ricoprendo di volta in volta ruoli sempre diversi per gli individui.
Nell’excursus storico emerge inoltre, come i consumi di moda si diffondono con modalità differenti nelle varie società, per distinzione-imitazione nel passato, per contaminazioni fra stili e moda tradizionale oggi . Alla luce di queste considerazioni individuo un modello di diffusione delle mode valido in epoca contemporanea, nel quale queste teorie contrapposte si fondono. Infine attraverso il caso studio nel quale ho analizzato il comportamento di circa 100 consumatori della catena United Colors of Benetton,ho valutato come oggi i consumatori affrontano ed interpretano i consumi di moda, confrontando i risultati con quanto è emerso nei precedenti capitoli.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE L’obbiettivo che mi sono posta nella stesura di questa tesi è stato quello di indagare i fenomeni di moda attraverso l’analisi dell’evoluzione sociale. Dallo studio delle varie fasi storiche e dei i consumi delle varie società infatti, possiamo notare come il sistema moda sia stato in grado di adattarsi alle diverse esigenze sociali, ricoprendo di volta in volta ruoli sempre diversi per gli individui. E’ durante il Medio Evo (XIII secolo) che alla moda viene attribuita per la prima volta una funzione sociale: dividere la società in caste. Con lo sgretolarsi del sistema feudale e l’avvento dei Regimi Assolutistici poi, assume il compito di rappresentare il prestigio e la condizione di agiatezza delle classi sociali dominanti, i nobili, diventando segno visibile di distinzione. Con la Rivoluzione Francese del XVIII secolo, evento che segna l’entrata sulla scena sociale delle masse e l’ascesa al potere della classe borghese, la moda si carica di un significato politico inedito, che sarà il preludio del riconoscimento di importanza al singolo individuo. Il XIX secolo vedrà trionfare l’affermazione del principio capitalistico, che identificherà il successo economico come nuova forma di distinzione sociale. L’aumento della disponibilità economica e la progressiva industrializzazione incrementeranno la domanda di beni, tanto che il sistema produttivo dovrà preoccuparsi di soddisfarla velocizzando i processi produttivi. E’ a questo proposito che alla metà del secolo nascono i primi sistemi industriali, dove fra i più importanti ritroviamo quello della moda, che con le sue caratteristiche di rinnovamento ciclico e velocità di diffusione, sposa perfettamente la nuova logica capitalistica. In questa società, definita di massa per il tipo di sistema produttivo, il consumo è accessibile a tutti, perché l’aumento delle quantità fa diminuire i prezzi delle merci; inoltre possedere beni significa non trovarsi più in una condizione di bisogno, perdurata a lungo dopo le guerre mondiali, e così si alimenta il meccanismo consumistico. Durante il XX e XI secolo diversi fattori quali la saturazione del mercato, i cambiamenti della stratificazione sociale, degli stili di vita e delle ideologie sociali portanti, hanno profondamente modificato le abitudini di consumo degli individui, che appaiono eclettiche, incoerenti, a volte incomprensibili. In questo scenario storico analizzato nel primo capitolo, si riscontra un parallelo fra funzione della moda ed evoluzione della società, inizialmente la moda è intesa come forma di distinzione, caratterizzante società fortemente stratificate. In seguito, durante la 2

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

analisi consumatori
consumi moda
mode nelle varie società
postmodernità
sistema moda
street style
tendenze postmoderne
teorie diffusione moda
united colors of benetton

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi