Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'educazione femminile: evoluzione e trasformazione dei modelli pedagogici e sociali

Riferendomi all'educazione femminile ho voluto inquadrare il lavoro di ricerca all'interno di una prospettiva storico-legislativa.
La linea di indagine verterà su come i concetti di educazione e di istruzione siano stati e siano strettamente relati e su quanto sia stato difficile il percorso della scolarizzazione di base femminile.
Ho sottolineato l'importanza dei cambiamenti Costituzionali, della scolarità femminile nel secondo dopoguerra, il femminismo con i "Women's Studies" americani, esempi di ricerche sperimentali sulle differenze di genere...

Mostra/Nascondi contenuto.
3 PREMESSA Riferendomi all’educazione femminile ho voluto inquadrare il lavoro di ricerca, al principio, all’interno di una prospettiva storico-legislativa così da poter collocare più appropriatamente la mia analisi ed inserirla in un contesto “socio-culturale” definito e preciso. La linea d’indagine verterà, quindi, su come i concetti di “educazione” e “istruzione” siano, e siano stati, sempre strettamente correlati e su quanto sia stato difficile il percorso della scolarizzazione di base, dell’istruzione secondaria e universitaria femminile, cercando di estrapolarne, poi, i modelli pedagogici e sociali emersi sottolineando l’importanza, al riguardo, della “spinta emancipazionista” del “femminismo storico” del XIX sec. Ho fatto, poi, riferimento anche al rapporto tra la donna e la scuola nel secondo dopoguerra, per passare, quindi, all’analisi dei diritti della donna nel periodo della Costituzione repubblicana, continuando fino ad arrivare al periodo femminista della fine degli anni ’60, sottolineando, così, l’importanza degli studi sperimentali del tempo riguardanti l’identità di genere, i pregiudizi di ruolo e gli stereotipi sessuali, l’uso del linguaggio; per documentare, a tal punto, i contributi ai contenuti pedagogici emersi.

Tesi di Laurea

Facoltà: Psicologia

Autore: Raffaella Buccino Contatta »

Composta da 188 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 12252 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 20 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.