Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Abusi e maltrattamenti familiari su minori

Ho cercato di inquadrare nel soggetto principale di questo elaborato, il minore, una linea guida, sviluppando una panoramica generale che va dalla storia più antica fino ai giorni nostri.
Il bambino non è stato sempre visto allo stesso modo, la storia ci insegna che le diverse forme di violenza e sopraffazione contro l’infanzia sono state per secoli tollerate e, a volte, perfino approvate.
La violenza familiare è un fenomeno che desta allarme nell’opinione pubblica. Ho cercato di descrivere i motivi per cui un soggetto è spinto ad abusare di un minore; oggi nell’immaginario collettivo è radicato lo stereotipo che vede l’abusante come un “mostro”, i dati mostrano invece una realtà opposta, e cioè che la maggior parte degli abusi avvengono all’interno dell’ambito familiare nucleare o allargato.

Mostra/Nascondi contenuto.
3 INTRODUZIONE L‟idea da cui ho sviluppato questa relazione, è nata dalle esperienze fatte nella Cooperativa Sociale Piccolo Carro per il tirocinio previsto nel secondo e terzo anno del corso di studi di Scienze della Professionalità Educativa. Essendo stato a contatto con bambini le cui storie mi hanno coinvolto sia professionalmente che emotivamente, ho scelto di trattare il tema: “abusi e maltrattamenti familiari su minori”. Ho cercato di inquadrare nel soggetto principale di questo elaborato, il minore, una linea guida, sviluppando una panoramica generale che va dalla storia più antica fino ai giorni nostri. Il bambino non è stato sempre visto allo stesso modo, la storia ci insegna che le diverse forme di violenza e sopraffazione contro l‟infanzia sono state per secoli tollerate e, a volte, perfino approvate. Per delineare però un background storico-culturale del bambino come oggetto di abusi per poi giungere ai giorni nostri, è necessario proporre alcune riflessioni che scaturiscono anche dalla lettura dei miti, delle fiabe e dalla storia delle religioni. In seguito si assiste ad una grossa sensibilizzazione del mondo dell‟infanzia passando anche per la Carta dei diritti del fanciullo, proclamata nel 1959. La violenza familiare è un fenomeno che desta allarme nell‟opinione pubblica. Ho cercato di descrivere i motivi per cui un soggetto è spinto ad abusare di un minore; oggi nell‟immaginario collettivo è radicato lo stereotipo che vede l‟abusante come un “mostro”, i dati mostrano invece una realtà opposta, e cioè che la maggior parte degli abusi avvengono

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze della Formazione

Autore: Stefano Torroni Contatta »

Composta da 79 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4835 click dal 07/02/2011.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.