Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Cronologia dell’apprendimento lessicale: la didattica del tedesco

Nella società contemporanea il problema della conoscenza di una lingua straniera non è più cosa di poco conto. Grazie all‟integrazione europea, all‟enorme sviluppo dei mezzi di comunicazione di massa, all‟estensione dei confini nazionali, l‟esigenza di appropriarsi di nuovi linguaggi, non solo per scopi specifici ma anche per estendere i propri confini mentali, diventa sempre più forte. La necessità di assicurarsi una piena conoscenza di una lingua diversa da quella materna potrà permettere di svolgere nuove attività di studio e di lavoro in contesti diversi da quelli abituali.
L‟obiettivo di “Cronologia dell’apprendimento lessicale: la didattica del tedesco” è quello di illustrare le tappe fondamentali che uno studente di lingua straniera deve percorrere per assicurarsi una buona padronanza linguistica, comunicativa e lessicale. In modo particolare lo scopo di tutto il lavoro è giungere a determinare in termini quantitativi il lessico che uno studente di tedesco come lingua straniera dovrebbe arrivare a conoscere alla fine della laurea di primo livello. Questo verrà poi confrontato sia con il Quadro comune di riferimento per le lingue sia con un dizionario di frequenza della lingua tedesca.
La metodologia con la quale tale analisi è stata condotta è un‟indagine diretta effettuata sui tre libri di testo “Lagune 1. Lagune 2. e Lagune 3. Deutsch als Fremdsprache.” adottati nelle lezioni con l‟insegnante madrelingua. Per giungere ad una più precisa analisi quantitativa di parole diverse contenute nei vari volumi sono state inoltre verificate eventuali sovrapposizioni di parole presenti in più di un libro.
Il lavoro è strutturato in quattro capitoli. Nel primo capitolo verranno introdotte le nozioni fondamentali della linguistica generale e della glottodidattica. Si parte dalla distinzione tra lingua madre e lingua straniera e dalla descrizione delle differenze tra i due processi di acquisizione e apprendimento. Sarà inoltre trattata la spiegazione degli aspetti attuali dell‟insegnamento linguistico dal punto di vista sia dell‟organizzazione sia dell‟efficacia didattica. Nel secondo capitolo verrà illustrato il Quadro comune di riferimento per le lingue messo a punto dal Consiglio d‟Europa per il coordinamento a livello europeo dei processi di apprendimento e insegnamento linguistico. Il terzo capitolo contiene un‟ampia descrizione sul lessico, che cos‟è e quali discipline si occupano del suo studio. Il quarto e ultimo capitolo raccoglie infine l‟analisi empirica condotta sul lessico tedesco insegnato nel triennio accademico.

Mostra/Nascondi contenuto.
“Cronologia dell’apprendimento lessicale: la didattica del tedesco” 6 Premessa Obiettivi, metodologia e contenuti ella società contemporanea il problema della conoscenza di una lingua straniera non è più cosa di poco conto. Grazie all‟integrazione europea, all‟enorme sviluppo dei mezzi di comunicazione di massa, all‟estensione dei confini nazionali, l‟esigenza di appropriarsi di nuovi linguaggi, non solo per scopi specifici ma anche per estendere i propri confini mentali, diventa sempre più forte. La necessità di assicurarsi una piena conoscenza di una lingua diversa da quella materna potrà permettere di svolgere nuove attività di studio e di lavoro in contesti diversi da quelli abituali. L‟obiettivo di “Cronologia dell’apprendimento lessicale: la didattica del tedesco” è quello di illustrare le tappe fondamentali che uno studente di lingua straniera deve percorrere per assicurarsi una buona padronanza linguistica, comunicativa e lessicale. In modo particolare lo scopo di tutto il lavoro è giungere a determinare in termini quantitativi il lessico che uno studente di tedesco come lingua straniera dovrebbe arrivare a conoscere alla fine della laurea di primo livello. Questo verrà poi confrontato sia con il Quadro comune di riferimento per le lingue sia con un dizionario di frequenza della lingua tedesca. La metodologia con la quale tale analisi è stata condotta è un‟indagine diretta effettuata sui tre libri di testo “Lagune 1. Lagune 2. e Lagune 3. Deutsch als Fremdsprache.” adottati nelle lezioni con l‟insegnante madrelingua. Per giungere ad una più precisa analisi quantitativa di parole diverse contenute nei vari volumi sono state inoltre verificate eventuali sovrapposizioni di parole presenti in più di un libro. Il lavoro è strutturato in quattro capitoli. Nel primo capitolo verranno introdotte le nozioni fondamentali della linguistica generale e della glottodidattica. Si parte dalla distinzione tra lingua madre e lingua straniera e dalla descrizione delle differenze tra i due processi di acquisizione e apprendimento. Sarà inoltre trattata la spiegazione degli aspetti attuali dell‟insegnamento linguistico dal punto di vista sia dell‟organizzazione sia dell‟efficacia didattica. Nel secondo capitolo verrà illustrato il Quadro comune di riferimento per le lingue messo a punto dal Consiglio d‟Europa per il coordinamento a livello europeo dei processi di apprendimento e insegnamento linguistico. Il terzo capitolo contiene un‟ampia descrizione sul lessico, che cos‟è e quali discipline si occupano del suo studio. Il quarto e ultimo capitolo raccoglie infine l‟analisi empirica condotta sul lessico tedesco insegnato nel triennio accademico. N

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze Umanistiche

Autore: Luisiana Serone Contatta »

Composta da 150 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2072 click dal 04/02/2011.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.