Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Dinamica paesaggistica della costa Otranto - Leuca

L’Ecologia del Paesaggio è fra le discipline ecologiche quella che per vocazione meglio si presta ad affrontare le problematiche di pianificazione e gestione del territorio, in quanto presta particolare attenzione alla modalità di localizzazione, distribuzione e forma degli ecosistemi oltre che i processi. Essa ha sviluppato un approccio quantitativo all'analisi del pattern spaziale e dei processi che avvengono all'interno del mosaico paesistico integrando direttamente l'azione dell'uomo. Il paesaggio è inteso come "sistema complesso di ecosistemi", in cui si integrano gli eventi della natura e le azioni della cultura umana, ovvero come espressione spaziale di un sistema
socio-ecologico. In particolare l'uso del suolo, che rappresenta il modo di impiego dei beni e servizi ecosistemici da parte dell'uomo, e la sua dinamica temporale risultano centrali nella comprensione delle proprietà del paesaggio.
In questo lavoro di tesi è stato descritto l'uso del suolo nell'area di studio (una fascia, di larghezza pari ad 1km circa, che si estende dalla città di Otranto fino alla città di Santa Maria di Leuca), della quale fa parte il Parco naturale regionale Costa Otranto - Santa Maria di Leuca e Bosco di Tricase (istituito con Legge Regionale del 26 ottobre 2006, n. 30), negli anni 1955 e 2006 attraverso la realizzazione di apposita cartografia tematica partendo dalla fotointerpretazione di materiale fotografico, sulla base di uno schema di classificazione appositamente scelto. È stata effettuata, in seguito, un'analisi di change detection (analisi dei cambiamenti) nell'uso del suolo per determinare, quantificare e localizzare le trasformazioni territoriali intercorse. Per meglio comprendere la dinamica dei cambiamenti visualizzati, fondamentale è stato l’apporto dei dati censuari relativi all’intervallo di tempo in esame. E' stata messa in evidenza la distribuzione spaziale dei cambiamenti avvenuti all’interno dell’area di studio. Dai risultati è emersa una dinamica spaziale particolarmente concentrata intorno alle aree urbanizzate, per le quale l'incremento demografico e la crescita industriale sono state individuate quali driving forces. Alta è risultata la frammentazione tra i due periodi di studio, con un raddoppio del numero di patch rilevate.
I risultati ottenuti si candidano quale supporto ai futuri strumenti di pianificazione comunali e regionali. Obiettivo principale della pianificazione, della conservazione e dello sviluppo sostenibile deve essere quello di non snaturare la struttura del paesaggio, tutelando e valorizzando i beni ambientali e storico – culturali in un’ottica di rilancio del territorio.

Mostra/Nascondi contenuto.
OBIETTIVI DELLA TESI Obiettivi della tesi Lo stato attuale di un sistema può essere compreso pienamente nel contesto della sua evoluzione nel tempo, dei cambiamenti delle variabili di stato e dei vincoli del sistema, come l’uso del suolo, i vincoli climatici ed il regime del disturbo, la cultura locale, la gestione del territorio. Obiettivo di questo lavoro di tesi è quello di svolgere un’indagine sulla dinamica evolutiva dell’area di studio, una fascia di larghezza pari ad 1km circa, estesa da Otranto fino a S. Maria di Leuca. I risultati sono stati ottenuti incrociando le carte di uso del suolo realizzate per gli anni 1955 e 2006. Per ampliare le informazioni sull’intervallo di tempo in esame sono stati utilizzati dati provenienti dai censimenti effettuati dall’ISTAT. Ciò ha permesso una migliore comprensione dei risultati ottenuti dalle carte. b

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali

Autore: Francesco Romano Contatta »

Composta da 64 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 509 click dal 24/01/2011.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.