Skip to content

Alcune riflessioni sul mercato del lavoro in Europa e negli Stati Uniti

Informazioni tesi

  Autore: Anna Russo
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2008-09
  Università: Università degli studi di Napoli "Parthenope"
  Facoltà: Economia
  Corso: Economia delle istituzioni e dei mercati finanziari
  Relatore: Antonio Garofalo
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 77

Introduzione
Uno dei problemi più rilevanti del mercato del lavoro è senza dubbio la disoccupazione, che ha suscitato l’attenzione di molti studiosi manifestatasi nello studio della stessa, infatti a collaborare all’ identificazione del fenomeno sono non solo i governi dei vari paesi, in quanto è un fenomeno di carattere globale, ma bensì anche numerosi centri di ricerca di politica economica.
Il fenomeno della disoccupazione fa riferimento alla disoccupazione involontaria; la quale sorge quando vi sono lavoratori (potenziali) disposti a occuparsi al saggio di salario (reale) vigente o anche a uno leggermente inferiore, ma la domanda di lavoro è insufficiente per occuparli: l’offerta di lavoro risulta quindi “razionata”. L’esistenza di disoccupazione involontaria configura una perdita di efficienza statica e dinamica per il sistema economico. Dal punto di vista statico essa implica la possibilità di migliorare la posizione di alcuni individui, senza peggiorare quella di altri, e il mancato utilizzo delle risorse umane ne implica il deperimento: per questo la sua possibilità di trovare occupazione si riduce con il tempo. La disoccupazione accresce inoltre l’ineguaglianza nella distribuzione del reddito, che si presenta diversificata da mercato a mercato, lo studio praticato in questa tesi ha carattere in prevalenza microeconomico perché si analizzerà il comportamento dei agenti economici all’ interno del mercato del lavoro e macroeconomico in quanto si parlerà dei movimenti della domanda e dell’ offerta del lavoro in relazione ad alcune variabili. Inoltre sarà fornita una panoramica delle problematiche che affliggono il mercato del lavoro europeo, e il mercato del lavoro americano. Il primo capitolo fa riferimento alla macroeconomia del mercato del lavoro in cui si distinguono tre punti di vista, fondamentali del mercato in questione che possono essere esplicativi per l’ analisi del fenomeno:
• Situazione di equilibrio senza attrito: in base al quale il mercato del lavoro regola rapidamente gli shock esterni (come ad esempio shock per la produttività, la domanda del prodotto, prezzi delle materie prime, o tassi di interesse) e quindi questo mercato trascorre la maggior parte del tempo in una posizione che avrebbe occupato in assenza di eventuali adeguamenti nel mercato del lavoro;
• ottica degli aggiustamenti prolungati: o la teoria di reazione a catena (CRT) di disoccupazione, in cui il mercato del lavoro si adatta solo lentamente agli shock esterni. La ragione è che le decisioni del mercato del lavoro molti sono soggetti a costi di adeguamento, come le spese di adeguamento dell'occupazione, dei salari barcollano, vischiosità dei prezzi, l'adeguamento o la forza lavoro di partecipazione;
• isteresi: secondo cui tutte le fluttuazioni di breve periodo automaticamente si trasformano in lungo periodo in variazioni del tasso di disoccupazione.
Si discuterà circa la persistenza della disoccupazione e i vari gradi della stessa, spiegando le varie cause, e rappresentando i concetti anche graficamente e analiticamente.
Il secondo capitolo è centrato sulla disoccupazione europea della quale si presenterà un’ analisi empirica compiuta da alcuni economisti i quali sostengono che il mercato del lavoro europeo è caratterizzato da una scarsa mobilità geografica dei lavoratori, le analisi si baseranno sui dati di un panel europeo delle famiglie (ECHP), fornendo le varie misure di capitale sociale, che sembra essere un forte fattore di immobilità. Si parlerà dei modelli come strumenti idonei per rappresentare la disoccupazione in modo più approfondito, e dai quali si evince che il “tasso naturale di disoccupazione” è stato manovrato principalmente da fattori di spinta salariale. I dati del panel di 22 paesi dell' OCSE sono utilizzati per indagare sul potere esplicativo di questi modelli nel corso degli ultimi due decenni. Infine si vedrà cosa ha proposto e cosa ha perseguito l’ OCSE in termini di ripresa per l’ Europa.
Il terzo ed ultimo capitolo, si concentra sui problemi che la disoccupazione ha creato negli Stati Uniti, e si parlerà di quanto accaduto di recente nel mercato del lavoro, dell’ azione del governo il quale si è impegnato ai fini di una soddisfacente ripresa, come le autorità di politica economica e i vari centri che riportano periodicamente la dinamica del mercato americano, il centro per eccellenza è il BLS ( bureau of labour statistics) oggetto di questo capitolo, infine si utilizzerà il modello di Lucas e Prescott con il cui modello si svilupperà una teoria riguardo la disoccupazione in cui si parla di ricerca e assestamento della stessa.
In conclusione sarà effettuato un confronto tra i paesi oggetto di questa tesi in cui si mostrerà il trend di crescita e le differenze di queste due esperienze.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione Uno dei problemi più rilevanti del mercato del lavoro è senza dubbio la disoccupazione, che ha suscitato l‟attenzione di molti studiosi manifestatasi nello studio della stessa, infatti a collaborare all‟ identificazione del fenomeno sono non solo i governi dei vari paesi, in quanto è un fenomeno di carattere globale, ma bensì anche numerosi centri di ricerca di politica economica. Il fenomeno della disoccupazione fa riferimento alla disoccupazione involontaria; la quale sorge quando vi sono lavoratori (potenziali) disposti a occuparsi al saggio di salario (reale) vigente o anche a uno leggermente inferiore, ma la domanda di lavoro è insufficiente per occuparli: l‟offerta di lavoro risulta quindi “razionata”. L‟esistenza di disoccupazione involontaria configura una perdita di efficienza statica e dinamica per il sistema economico. Dal punto di vista statico essa implica la possibilità di migliorare la posizione di alcuni individui, senza peggiorare quella di altri, e il mancato utilizzo delle risorse umane ne implica il deperimento: per questo la sua possibilità di trovare occupazione si riduce con il tempo. La disoccupazione accresce inoltre l‟ineguaglianza nella distribuzione del reddito, che si presenta diversificata da mercato a mercato, lo studio praticato in questa tesi ha carattere in prevalenza microeconomico perché si analizzerà il comportamento dei agenti economici all‟ interno del mercato del lavoro e macroeconomico in quanto si parlerà dei movimenti della domanda e dell‟ offerta del lavoro in relazione ad alcune variabili. Inoltre sarà fornita una panoramica delle problematiche che affliggono il mercato del lavoro europeo, e il mercato del - 1 -

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi