Skip to content

Valutazione di tecniche di peer selection per BitTorrent in reti Wireless Mesh

Informazioni tesi

  Autore: Cristofaro Gozzolino
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2008-09
  Università: Università degli Studi di Napoli - Federico II
  Facoltà: Ingegneria
  Corso: Ingegneria informatica
  Relatore: Roberto Canonico
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 170

La tesi analizza una possibile soluzione per la costruzione dell'overlay in una rete di tipo BitTorrent al fine di ottimizzare il traffico su rete e possibilmente il tempo di download dei files condivisi. La tecnica di selezione prevede la collaborazione tra l'ISP e i tracker che forniscono l'elenco dei peer cui collegarsi. E' stata apportata perciò una modifica al protocollo al fine di fornire l'elenco dei peer più vicini (informazioni ricavate dall'ISP) o comunque quelli che sono raggiungibili su percorsi più scarichi o con più banda disponibile. Il contesto di rete simulato prevede anche la presenza di un dominio in cui tutti routrer sono di tipo wireless (rete Wireless Mesh) e simula la caduta momentane di qualche nodo per mostrare la reazione del protocollo modificato. Il simulatore adottato è ns-2.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione Molte applicazioni dell’Internet odierno vengono usate per l’accesso a risorse come processi server o pezzi di informazione che sono disponibili in numerose repliche su host differenti. Tra le applicazioni sono inclusi sicuramente i sistemi di filesharing P2P bench´ e questi non esauriscano completamente i possibili programmi d’utente. Le reti P2P sono reti paritarie, ossia reti di computer (o comunque reti informatiche) che non posseggono nodi gerarchizzati come client o server fissi (clienti e serventi), ma un numero di nodi equivalenti (i peer) che fungono sia da cliente che da servente verso altri nodi della rete. Oggi una parte molto significativa del traffico in Internet ` e generato proprio dalle applica- zioni P2P usate per il file sharing ma anche per le comunicazioni in real time e lo streaming live. Non ` e un caso che le applicazioni P2P si sono guadagnate l’appellativo di “applicazioni killer” della rete a causa della loro caratteristica di inondare la rete di messaggi, fenomeno che pu` o causare talvolta problemi di congestionamento sui link. Dal 1999, con la nascita di Napster, i sistemi P2P si sono evoluti molto rapidamente consentendo una maggiore efficien- za dell’uso delle risorse e soprattutto si sono dotati di meccanismi di ricerca del contenuto avanzati come quelli supportati dalle DHT. Tra i maggiori protocolli P2P adoperati dagli utenti c’` e sicuramente BitTorrent che, a differenza dei tradizionali sistemi di file sharing, ha come obiettivo quello di realizzare e fornire un sistema efficiente per distribuire lo stesso file (in genere di grosse dimensioni) verso il maggior numero di utenti disponibili sia che lo stiano prelevando (download) che inviando (upload). Si tratta quindi di un meccanismo per coordinare in automatico il lavoro di moltitudini di computer, ottenendo il miglior beneficio comune possibile. In genere esso viene in soccorso delle aziende produttrici di software o videogiochi che vogliono rilasciare una nuova versione di un’applicazione o magari una patch e non possono permettersi l’uso di un sistema di server che collasserebbe sotto il peso di un numero troppo elevato di richieste i

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

autonomous system
bandwidth
bittorrent
computer network
domain
http
internet service provider
isp
layer
link
list
network
ns
optimization
overlay
peer-to-peer
peers
protocol
router
selection
simulator
torrent
tracker
wireless

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi