Skip to content

Sviluppo Sostenibile e gestione del Rischio. Politiche pubbliche per la prevenzione delle catastrofi naturali

Informazioni tesi

  Autore: Eleonora Guadagno
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2009-10
  Università: Università degli Studi di Torino
  Facoltà: Scienze Politiche
  Corso: Scienze Internazionali e Diplomatiche
  Relatore: Giorgio Brosio
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 185

La presente ricerca nasce dalla volontà di mettere in correlazione i concetti di gestione territoriale e riduzione del rischio naturale attraverso un’analisi economica, per comprendere in che modo una buona gestione amministrativa e l’introuzione di politiche fiscali preventive, siano funzionali alla mitigazione dei disastri. Il problema posto è quello di analizzare se, attraverso una cooperazione monitorata ed efficiente tra enti amministrativi di diverso livello, dipartimenti di ricerca, assicurazioni e cittadini si possa sviluppare una cultura preventiva che incida negativamente sull’aumentare dei danni provocati dalle catastrofi naturali.
Il metodo utilizzato per rispondere a questa problematica è stato quello di un’analisi “costi-benefici”, rispetto alla prevenzione e ai soccorsi da una parte e alla ricostruzione post-calamità dall’altra; inoltre, per comprendere i comportamenti dei diversi enti territoriali è proposta un’analisi di negoziazione economica tramite un semplice esercizio di gioco non cooperativo ed infine la proposta per l’introduzione di un fondo “preventivo” e dell’assicurazione obbligatoria per le catastrofi naturali.
I risultati, comparati con dei dati reali provenienti dai bilanci della Regione Campania, hanno dimostrato come, politiche inadeguate e mancanza d’informazione e di coinvolgimento degli attori politici, sociali ed economici, aumenti la vulnerabilità dei cittadini e incrementi il costo effettivo dei danni limitando lo sviluppo.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
1 Sommario La presente ricerca nasce dalla volontà di mettere in correlazione i concetti di gestione territoriale e riduzione del rischio naturale attraverso un’analisi economica, per comprendere in che modo una buona gestione amministrativa e l’introuzione di politiche fiscali preventive, siano funzionali alla mitigazione dei disastri. Il problema posto è quello di analizzare se, attraverso una cooperazione monitorata ed efficiente tra enti amministrativi di diverso livello, dipartimenti di ricerca, assicurazioni e cittadini si possa sviluppare una cultura preventiva che incida negativamente sull’aumentare dei danni provocati dalle catastrofi naturali. Il metodo utilizzato per rispondere a questa problematica è stato quello di un’analisi “costi-benefici”, rispetto alla prevenzione e ai soccorsi da una parte e alla ricostruzione post-calamità dall’altra; inoltre, per comprendere i comportamenti dei diversi enti territoriali è proposta un’analisi di negoziazione economica tramite un semplice esercizio di gioco non cooperativo ed infine la proposta per l’introduzione di un fondo “preventivo” e dell’assicurazione obbligatoria per le catastrofi naturali. I risultati, comparati con dei dati reali provenienti dai bilanci della Regione Campania, hanno dimostrato come, politiche inadeguate e mancanza d’informazione e di coinvolgimento degli attori politici, sociali ed economici, aumenti la vulnerabilità dei cittadini e incrementi il costo effettivo dei danni limitando lo sviluppo. Abstract This research wants to link the two concepts of territorial management and natural risk reduction, throught an economic analysis in order to understand how a good management and an introduction of fiscal prevention politicies are functional to disasters relief and mitigation.The central question is to analize if an efficient and supervised cooperation between different administrative levels, research departments, insurance company and citizen might develop a preventive culture. This culture could negatively affect the implementation of damages due to natural catastrophes and the. The method used in order to answer this question has been a “cost-benefits” analysis, regarding on the one hand the prevention and on the other the relief or the reconstruction post-calamity. Moreover, in order to understand the behaviors of the various territorial agencies it’s proposed a simple economic negotiation non- cooperative game exercise with the introduction of a preventional fund and a compulsory insurance against natural disasters. Besides those results have been compared with real data obtained from the budgets of the Campania Region. So, it’s demonstrated how, inadequate policy, a lack of information and involvement of the political, social and economic actors, will increase the vulnerability of the citizens and swell the cost of the damages, limiting the development. Résumé La présente recherche met en corrélation, à partir d’analyses économiques, les concepts de gestion territoriale et de réduction du risque naturel pour évaluer dans que lle mesure une bonne gestion amministrative et l’introduction de politiques fiscales préventives peuvent être des instruments efficaces dans la prévention des désastres. La question centrale est de comprendre s’il est possible de développer une culture de prévention qui réduisent les dommages provoqués par les catastrophes naturelles à travers une coopération efficace entre les différents échelons administratifs, les départements de recherche, les assurances et les citoyens. La méthode utilisée pour répondre à cette problématique a été celle de l’analyse « coût-avantages », par rapport à la prévention d’un côté et aux secours ou l a r e c o n s t r u c t i o n p o s t -catastrophe de l’autre; en outre, pour comprendre les comportements des différents organismes territoriaux il est proposé des analyses de négociation économique par un simple exercice de jeu non-coopératif, avec l’introduction d’un fond “préventif” et l’obligation d’une assurance contre les catastrphes naturelles. Les résultats obtenus et comparés avec des données réelles provenant des budgets de la Région Campania, ont montré de quelle manière l es politiques inadéquates et le m a n q u e d ' i n f o r m a t i o n e t d ' i m p l i c a t i o n d e s a c t e u r s p o l i t i q u e s , s o c i a u x e t économiques augmentent la vulnérabilité des citoyens et le coût effectif des désastres en limitant le développement local.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

analisi costi benefici
assicurazioni per disastri
catastrofi naturali
disastri idrogeologici
economia ambientale
gestione del rischio
management
politiche preventive
regione campania
sviluppo sostenibile

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi