Skip to content

La relazione di aiuto nell’ambito del volontariato sociale - Prospettive e problemi nella modernità dispiegata

Informazioni tesi

  Autore: Luca Pazzaglia
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2006-07
  Università: Università degli Studi di Urbino
  Facoltà: Sociologia
  Corso: Sociologia
  Relatore: Giorgio Manfrè
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 60

L’avvento dell’epoca moderna ha prodotto innumerevoli cambiamenti nelle relazioni interpersonali e nella formazione delle singole identità.
L’uomo di oggi è “digitalizzato”, incontra l’altro in dimensioni virtuali spogliate da ogni concretezza, mentre le sue possibilità di comunicare crescono rapidamente abbattendo ogni confine spazio-temporale. Il mondo globalizzato seduce e spaventa.
L’uomo sta correndo il pericolo di una rottura insanabile tra Bios e Psiche, spiega Piazzi, infatti la corporeità delle esperienze scivola lentamente alla deriva, i rapporti sono sempre meno mediati dalla fisicità.
Così rimane a vagare una parte emotiva profonda, orfana di uno scambio reale tra le persone; ciò produce malessere, disagio e una certa forma di alienazione.
In questo lavoro si è voluto presentare innanzitutto la condizione dell’uomo, mettendo sotto una lente di ingrandimento le trasformazioni che lo hanno investito nell’ultimo secolo (capitolo 1 e 2): come si modificano i processi di strutturazione della propria identità (identificazione ed individuazione), in che cosa consiste il passaggio da una società stratificata ad una funzionale, cosa significa vivere nel sistema società-mondo.
Nell’antropologia filosofica, che fa riferimento a M. Sheler e a A. Gehlen, l'uomo viene descritto come manchevole, in quanto non ha un'organizzazione istintuale in grado di guidarlo nel suo vivere ed è privo di una specializzazione organica. Infatti se messo a confronto con le altre forme di vita animale, presenta un istinto molto meno sviluppato, che non fornisce un sistema normativo capace di indirizzarlo.
Barcellona (1996) commenta che “gli animali non hanno bisogno di valori, perchè hanno un codice istintuale, il cavallo ha il suo telos nella sua esistenza, si realizza vivendo”1.
La condizione umana appare quindi fortemente connotata da una differenza specie-specifica, che ne potrebbe rappresentare un limite, al contrario, essa offre l’opportunità per esplorare nuovi orizzonti, sviluppare capacità e percorsi di conoscenza alternativi. L'uomo infatti è costretto a ricercare altrove i valori che gli servono per la vita: non possedendoli in modo predeterminato dovrà crearli integrando le proprie istanze interne con quelle della società-mondo.
Si ritiene interessante approfondire la riflessione proprio sul tipo di relazioni che l’uomo è in grado di realizzare: quali bisogni relazionali ha l’uomo del XXI secolo? Che cosa ricerca nei rapporti con l’altro? Come mai è tanto importante sentirsi parte di un gruppo? Che cosa significa essere volontario? Perché cimentarsi nelle relazioni di aiuto? Infine, che cos’è la relazione di aiuto nel volontariato sociale?
Le associazioni di volontariato sono un universo complesso e articolato, dove diversi atteggiamenti e modalità di relazione convivono e si intersecano.
Nel terzo capitolo si illustrano le caratteristiche generali del volontariato ed in particolare si analizzano criticità e aspetti potenzialmente rischiosi. Si evidenzia come l’uomo stia incrementando il suo impegno sociale proprio in risposta al disagio che sta vivendo. Tale argomentazione viene sostenuta attraverso il racconto di alcune esperienze realizzate in questo ambito.
In effetti la tesi mette in relazione gli elementi di alcune delle principali teorie sociologiche con le riflessioni legate ai miei vissuti personali di educatore, volontario, formatore.
Dal 1995 mi occupo di relazioni di aiuto e volontariato: lavoro in un Centro Diurno per utenti con disabilità complessa e parallelamente collaboro in attività di formazione specifica per volontari/educatori; inoltre ho partecipato a diverse missioni internazionali in qualità di volontario (Kossovo, Albania, Rwanda).
Il quarto capitolo analizza la qualità della relazione di aiuto, il valore di uno scambio dialogico tra Io e l’altro, affinché si possa realizzare una crescita e un cambiamento reciproci.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
1 Introduzione L‟avvento dell‟epoca moderna ha prodotto innumerevoli cambiamenti nelle relazioni interpersonali e nella formazione delle singole identità. L‟uomo di oggi è “digitalizzato”, incontra l‟altro in dimensioni virtuali spogliate da ogni concretezza, mentre le sue possibilità di comunicare crescono rapidamente abbattendo ogni confine spazio- temporale. Il mondo globalizzato seduce e spaventa. L‟uomo sta correndo il pericolo di una rottura insanabile tra Bios e Psiche, spiega Piazzi, infatti la corporeità delle esperienze scivola lentamente alla deriva, i rapporti sono sempre meno mediati dalla fisicità. Così rimane a vagare una parte emotiva profonda, orfana di uno scambio reale tra le persone; ciò produce malessere, disagio e una certa forma di alienazione. In questo lavoro si è voluto presentare innanzitutto la condizione dell‟uomo, mettendo sotto una lente di ingrandimento le trasformazioni che lo hanno investito nell‟ultimo secolo (capitolo 1 e 2): come si modificano i processi di strutturazione della propria identità (identificazione ed individuazione), in che cosa consiste il passaggio da una società stratificata ad una funzionale, cosa significa vivere nel sistema società-mondo. Nell‟antropologia filosofica, che fa riferimento a M. Sheler e a A. Gehlen, l'uomo viene descritto come manchevole, in quanto non ha un'organizzazione istintuale in grado di guidarlo nel suo vivere ed è privo di una specializzazione organica. Infatti se messo a confronto

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

antropologia filosofica
associazioni di volontariato
bios
digitale
disabilità
disagio
educatore
educazione
identità
manattini
manfrè
modernità
piazzi
problematiche società
relazione di aiuto
relazione interpersonale
società funzionale
società stratificata
società-mondo
stauder
virtuale
volontariato

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi