Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Amartya Sen: non c'è sviluppo senza libertà

La grande figura dell'economista Amartya Kumar Sen, premio nobel per l'economia, è stata scelta per condurre quest'indagine sui parametri di valutazione di sviluppo di una società, passando attraverso la democrazia, la libertà, l'identità, l'economia e il loro reale significato.
In particolare l'indagine propone un punto di vista differente dal solito, proprio attraverso le teorie e le riflessioni di Sen.
Cambiare visione significa scoprire cose sbalorditive ed interessanti, come per esempio il legame tra etica ed economia.
Cambiare prospettiva è funzionale ad affrontare con nuovi mezzi le grandi problematiche sociali, fra cui la povertà e la disuguaglianza.

Mostra/Nascondi contenuto.
- - 2 INTRODUZIONE La realtà in cui viviamo è spesso stata analizzata sotto diversi punti di vista. Questa indagine si propone di leggerla attraverso un approccio basato sulla libertà, che sarà il concetto chiave di tutta l’analisi. Il riferimento principale scelto per avviare la nostra ricerca è il pensiero dell'economista Amartya Kumar Sen, premio Nobel per l'economia nel 1998. Lo abbiamo scelto come guida illuminante del percorso, poiché si è preoccupato e sforzato di analizzare la realtà con un metodo diverso ed innovativo rispetto a molti dei suoi colleghi economisti. Gran parte dei problemi che affliggono il mondo sono senza dubbio di natura economica (disuguaglianza, povertà estrema, inflazione...), ma hanno tuttavia risvolti politici e sociali che è difficile trascurare. Analizzare i problemi attuali significa portarne alla luce le contraddizioni e le forzature, cercando poi di individuare una possibile soluzione. Talvolta è sufficiente guardare allo stesso fenomeno, ma con occhi diversi, ovvero partendo da un punto di vista che prenda in considerazione fattori di primaria importanza. Sen ha cercato di guardare al mondo senza fermarsi ad approcci utilitaristici o materialistici, ma privilegiando soprattutto la libertà come motore d’azione umana. Al fine di facilitare l’apprendimento del contesto è stata costruita una mappa concettuale che possiamo visualizzare nelle pagine successive; si tratta di uno schema necessariamente semplificato che serve a collocare i concetti guida dell’indagine. Volgendo un primo sguardo a questa mappa si potrebbe pensare che si stia per intraprendere un percorso filosofico. Così non è affatto; ogni concetto riportato nella mappa è più che mai presente nella realtà odierna come mezzo, come fine. Nulla è più vero, autentico ed innegabile della realtà. Il binomio fondamentale, libertà- sviluppo, rappresenta il centro dell'indagine: la libertà è il mezzo per poter giungere allo sviluppo, ma si vedrà come anche lo stesso sviluppo sia funzionale al fine di conquistare ed espandere la libertà fra gli esseri umani. Spesso la libertà si può esprimere attraverso i diritti, che sono di varia

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Elisa Cugliandro Contatta »

Composta da 67 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5215 click dal 09/02/2011.

 

Consultata integralmente 10 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.