Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Le lobby dell'energia in Italia - Il Caso SEL

Alla base del presente elaborato c’è l’idea di inquadrare meglio la situazione delle lobby dell’energia in Italia e nello specifico di analizzare più da vicino la Società Energetica Lucana (Sel).
Questo tema è sviluppato sul principio che anche le P.a. possono fare lobby, soprattutto dopo la riforma del titolo V della Costituzione e della spinta federalista degli ultimi governi.
Naturalmente non si pretende di tracciare un quadro meticoloso, data la brevità della tesina, ma di definire dei confini precisi ed esaustivi all’interno dei quali sviluppare il ragionamento.
La letteratura di riferimento per questo tema non è molto ampia data la non regolazione del fenomeno lobbystico italiano. Pertanto ci si è avvalsi, oltre che di manuali, anche di documenti tecnici tra cui “Il Piano Strategico Aziendale della SEL” e di testimonianze dirette dei rappresentanti del Cda della società e degli stakeholders del territorio.
L’elaborato è arricchito da alcune tabelle ed elementi statistici per consentire sia un’analisi comparativa dei maggiori operatori del mercato, sia per fornire un quadro dell’impiego delle fonti energetiche maggiormente utilizzate.
Il lavoro si fonda su una metodologia empirica privilegiando un approccio diretto al tema in oggetto.
Nello specifico si procederà con un’analisi dello scenario energetico italiano per poi soffermarsi sulle società che operano nel mercato dell’energia in Italia ed infine si analizzerà il contesto regionale energetico Lucano per introdurre la parte centrale della tesina ovvero quella relativa alla Sel. Perché è nata, come si sta sviluppando e relazionando con gli stakeholders del territorio, quali sono i suoi obbiettivi nel medio e lungo periodo.

Mostra/Nascondi contenuto.
2 Introduzione Alla base del presente elaborato c’è l’idea di inquadrare meglio la situazione delle lobby dell’energia in Italia e nello specifico di analizzare più da vicino la Società Energetica Lucana (Sel). Questo tema è sviluppato sul principio che anche le P.a. possono fare lobby, soprattutto dopo la riforma del titolo V della Costituzione e della spinta federalista degli ultimi governi. Naturalmente non si pretende di tracciare un quadro meticoloso, data la brevità della tesina, ma di definire dei confini precisi ed esaustivi all’interno dei quali sviluppare il ragionamento. La letteratura di riferimento per questo tema non è molto ampia data la non regolazione del fenomeno lobbystico italiano. Pertanto ci si è avvalsi, oltre che di manuali, anche di documenti tecnici tra cui “Il Piano Strategico Aziendale della SEL” e di testimonianze dirette dei rappresentanti del Cda della società e degli stakeholders del territorio. L’elaborato è arricchito da alcune tabelle ed elementi statistici per consentire sia un’analisi comparativa dei maggiori operatori del mercato, sia per fornire un quadro dell’impiego delle fonti energetiche maggiormente utilizzate. Il lavoro si fonda su una metodologia empirica privilegiando un approccio diretto al tema in oggetto. Nello specifico si procederà con un’analisi dello scenario energetico italiano per poi soffermarsi sulle società che operano nel mercato dell’energia in Italia ed infine si analizzerà il contesto regionale energetico Lucano per introdurre la parte centrale della tesina ovvero quella relativa alla Sel. Perché è nata, come si sta sviluppando e relazionando con gli stakeholders del territorio, quali sono i suoi obbiettivi nel medio e lungo periodo. A conclusione dell’elaborato saranno inserite le interviste all’ispiratore della Sel in Basilicata, l’ex Presidente della Regione ed ora senatore del partito democratico Filippo Bubbico ed all’attuale Presidente del Cda Dr. Rocco Colangelo.

Tesi di Master

Autore: Francesco Blasi Contatta »

Composta da 41 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1495 click dal 14/02/2011.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.