Skip to content

Luci e Ombre. Innovazioni e critiche di Melanie Klein alle teorie freudiane

Informazioni tesi

  Autore: Martina Menchetti
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2005-06
  Università: Università degli Studi di Urbino
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Filosofia
  Relatore: Paolo Taroni
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 55

Al termine di questo percorso di studi mi premeva indagare "dal di dentro" l'evolversi di una teoria per ripercorrere il suo sviluppo, seguendo i nessi concettuali e comprendere le dinamiche che possono renderla nuova, originale.
Melanie Klein e le sue idee costituiscono un esempio di come si possa "andar oltre", allargare gli orizzonti...infatti ella è riuscita, partendo dalle teorie fruediane, a giungere a degli esiti originalissimi.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
3 Introduzione È un po’ picchiatella, tutto qua. Non c’è dubbio, però la sua mente trabocca di cose molto interessanti. Ha una personalità ricca di fascino. (Alix Strachey) A poco più di un secolo dalla comparsa della Psicoanalisi 1 , forse non abbiamo ancora valutato appieno la portata della rivoluzione copernicana compiuta da Sigmund Freud (1856-1939) e dai suo allievi. Erede della Religione e della Filosofia, nonché della Medicina e della Psichiatria della fine del XIX secolo, la Psicoanalisi le ha decostruite e rinnovate tutte, imponendo l’idea secondo la quale l’anima umana, tributaria del corpo e del linguaggio, non solo può essere conosciuta, ma, luogo di dolore e soggetta alla distruzione e persino alla morte, è soprattutto il nostro spazio di rinascita. Grande avventura entrata a far parte del costume oppure oscura ignoranza, tenacemente denigrata da alcuni, la scoperta dell’inconscio continua a presentarsi, all’alba di questo terzo millennio, come un enigma. Con la passione propria degli esploratori dell’ignoto, i pionieri di questa scoperta le hanno dedicato tutta la propria esistenza e forgiato così un nuovo tipo di sapere, che sfida la razionalità classica e, tenendo conto dell’immaginario su cui poggia il legame tra individui che parlano, ne allarga i confini. Anche se molti ne hanno diffidato e ancora ne diffidano (da Heidegger a Popper, per citare solo i più risoluti), alcuni tra uomini e donne più ingegnosi di questo secolo - da Virginia Woolf a Georges Bataille, da André Breton a Jean-Paul Sartre, da Cherlie Chaplin a Alfred Hitchcock a Woody Allen - leggono Freud o si stendono sul lettino 1 Il termine «psicoanalisi» viene usato per la prima volta nell’articolo di Freud, pubblicato in francese, L’Hérédité et l’étimologie des névroses, 1896 [trad. it. L’ereditarietà e l’etimologia delle nevrosi, in Opere di Sigmund Freud, Bollati Boringhieri, Torino 1966, vol. II, pp. 289-302]. Sarà però Die Traumdeutung [trad. it. L’interpretazione dei sogni, ibid. vol. III], pubblicata nel 1900, dopo le Studien über Hysterie [trad. it. Studi sull’isteria, ibid., vol. I, pp. 171-390] con Joseph Breuer nel 1895, a essere considerato il libro che inaugura la psicoanalisi.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

angoscia
anna freud
autodidatta
bambini
donald winnicott
donne
educazione sessuale
fantasia
filosofia e psicologia
filosofia e vita
genesi di una teoria
gioco
hanna segal
invidia e gratitudine
jonh bowlby
melanie klein
oggetti interni
paolo taroni
posizione schizzo-depressiva
posizione schizzo-paranoide
psicanalisi infantile
sigmund freud
solitudine
teorie psicoanalitiche

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi