Skip to content

L'influenza sociale della Tv - L'era "De Filippi"

Informazioni tesi

  Autore: Fabio Leli
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2008-09
  Università: Università degli Studi di Bari
  Facoltà: Scienze della Comunicazione
  Corso: Scienze della comunicazione
  Relatore: Alejandro De Marzo
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 63

La motivazione principale che mi ha indotto a realizzare una tesi sul problema dell’influenza che la nostra società subisce giornalmente dai programmi televisivi e delle conseguenze che essa volente o no provoca dentro di essa, è semplicemente quella di capire se davvero la nostra è una società frivola e insulsa che oramai ha perso i valori veri e autentici della vita, lasciando spazio a ciò che di più orribile ci sia in una società, e cioè la superficialità, l’egoismo e la cattiveria. In una sola parola: l’ignoranza.
Partendo da un’analisi generale sui mezzi di comunicazione di massa, si vuole arrivare a capire in che modo la tv e i suoi programmi (e in particolare ovviamente quelli ideati e condotti da Maria De Filippi), riescono a entrare così prepotentemente nelle menti della gente comune e no, causandone una perdita di personalità e massificandone i pensieri.
Nel primo capitolo “Media e influenza sociale”, per prima cosa ho pensato inizialmente di illustrare in breve, i vari passi che, nel corso della storia, hanno portato l’umanità a percorrere una strada tortuosa e imprevedibile tra i vari mezzi di comunicazione di massa realizzati dall’uomo. Dagli inizi della scrittura, passando per la stampa e la radio, fortemente condizionata dal passaggio del fascismo e del nazismo che la contrassegneranno quale “medium” cardinale della propaganda di quei tempi; fino ad arrivare all’avvento della Tv e alla sua affermazione consacrale di media per eccellenza. Nella seconda parte del capitolo si affronteranno i principali studi teorici affrontati dai sociologi e dagli studiosi dei media, e di come questi sono cambiati (o meglio evoluti) nel corso degli anni.
Nel secondo capitolo, si passerà principalmente all’analisi della televisione e soprattutto della sua programmazione. Si vedrà come, nel succedersi dei cicli tv, si è passati da una tv “verità”, ad una tv “realtà”, che trasporta la vita di tutti i giorni nel teleschermo, proponendo come mero intrattenimento le vicende personali di vip e gente comune, rendendo protagonisti, gli aspetti privati di qualsivoglia personaggio di turno. E ad apice di questi intenti, si analizzerà l’esplosione dei reality show, ormai veri e propri dominatori della scena televisiva. Le loro origini, i metodi di ideazione e produzione, e soprattutto gli effetti prodotti sugli spettatori, saranno al centro dell’indagine sulla“reality tv”; che racchiude anche i talk show popolari e i quiz strappalacrime degli ultimi periodi. Infine verrà documentata la progressiva scomparsa dei programmi di cultura dai principali palinsesti televisivi in chiaro.
Nel terzo e ultimo capitolo, verrà affrontato il “fenomeno De Filippi”. Attraverso l’analisi dei suoi programmi principali e di maggior successo e anche grazie alla creazione di un forum su internet, e alle discussioni ivi createsi, si vuole comprendere come la scena mediale sia al momento dominata da una donna divenuta autentica regina degli ascolti e, soprattutto, quali strascichi sociali possa avere un così ampio successo e potere mediale, caratterizzato dalla scarsa qualità del messaggio inviato al pubblico.
Ovviamente questa non vuole essere solo una tesi riguardante il mezzo di comunicazione propriamente detto, ma si ispira ad analizzare quei programmi che in queste ore dominano la scena nella maggior parte delle case italiane, e su come chi li guarda possa venirne condizionato nei comportamenti sociali.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
1 INTRODUZIONE La motivazione principale che mi ha indotto a realizzare una tesi sul problema dell’influenza che la nostra società subisce giornalmente dai programmi televisivi e delle conseguenze che essa volente o no provoca dentro di essa, è semplicemente quella di capire se davvero la nostra è una società frivola e insulsa che oramai ha perso i valori veri e autentici della vita, lasciando spazio a ciò che di più orribile ci sia in una società, e cioè la superficialità, l’egoismo e la cattiveria. In una sola parola: l’ignoranza. Partendo da un’analisi generale sui mezzi di comunicazione di massa, si vuole arrivare a capire in che modo la tv e i suoi programmi (e in particolare ovviamente quelli ideati e condotti da Maria De Filippi), riescono a entrare così prepotentemente nelle menti della gente comune e no, causandone una perdita di personalità e massificandone i pensieri. Nel primo capitolo ‚Media e influenza sociale‛, per prima cosa ho pensato inizialmente di illustrare in breve, i vari passi che, nel corso della storia, hanno portato l’umanità a percorrere una strada tortuosa e imprevedibile tra i vari mezzi di comunicazione di massa realizzati dall’uomo. Dagli inizi della scrittura, passando per la stampa e la radio, fortemente condizionata dal passaggio del fascismo e del nazismo che la contrassegneranno quale ‚medium‛ cardinale della propaganda di quei tempi; fino ad arrivare all’avvento della Tv e alla sua affermazione consacrale di media per eccellenza. Nella seconda parte del capitolo si affronteranno i principali studi teorici affrontati dai sociologi e dagli studiosi dei media, e di come questi sono cambiati (o meglio evoluti) nel corso degli anni. Nel secondo capitolo, si passerà principalmente all’analisi della televisione e soprattutto della sua programmazione. Si vedrà come, nel succedersi dei cicli tv, si è passati da una tv ‚verità‛, ad una tv ‚realtà‛, che trasporta la vita di tutti i giorni

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi