Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Smorzatori Dinamici

Il presente elaborato ha lo scopo di illustrare il principio di funzionamento degli smorzatori dinamici per poi giungere ad una determinazione teorica dei valori ottimali dei parametri caratteristici di tali dispositivi, affinché si possano contenere entro limiti accettabili le vibrazioni generate da un sistema meccanico o da strutture di vario tipo.
Per una stima ottimale dei parametri da utilizzare ci si focalizza anzitutto sulle frequenze di risonanza del sistema, in quanto esse sono le frequenze da smorzare, in seguito si agisce sulla determinazione dei valori di massa, rigidezza e smorzamento caratteristici dello smorzatore da utilizzare.
Il seguente lavoro consta di quattro capitoli nei quali viene descritto ampiamente l’utilità e il largo utilizzo degli smorzatori dinamici nella realtà quotidiana.
Nel primo capitolo si descrive la composizione fisica dei dispositivi in questione, esponendo lo scopo per il quale essi vengono impiegati. Ci si sofferma inoltre su come l’utilizzo degli smorzatori dinamici sia molto diffuso in vari settori e sia stato oggetto di numerosi studi fin dai primi anni dello scorso secolo, studi che proseguono ancora oggi affinché si perfezionino sempre più le enormi capacità di questi assorbitori di vibrazione.
Nel Capitolo 2 si introducono gli elementi di teoria delle vibrazioni necessari per comprendere il principio di funzionamento degli smorzatori dinamici. Si affronta dunque lo studio dei sistemi vibranti forzati ad uno, due ed N gradi di libertà, studi che verranno applicati poi nel capitolo successivo, ai modelli di sistemi caratterizzati dalla presenza di assorbitori dinamici di vibrazioni.
Il Capitolo 3 viene quindi dedicato alle simulazioni di sistemi forzati a due gradi di libertà, effettuati mediante l’utilizzo di un programma di calcolo in linguaggio MATLAB. Si noterà come, variando i coefficienti di massa prima e smorzamento poi, si pervenga a differenti risultati in termini di efficienza del dispositivo.
Gli esiti ottenuti dallo studio del comportamento degli smorzatori dinamici, analizzato sotto differenti caratteristiche sia del sistema principale sia dello smorzatore stesso, sono esposti nel capitolo conclusivo in cui si riassumerà il percorso compiuto passo per passo e si esporranno in linea del tutto teorica, i valori ottimali dei parametri da utilizzare per massimizzare l’efficienza dello smorzatore dinamico da impiegare.

Mostra/Nascondi contenuto.
7 Capitolo 1 Utilizzo e principio di funzionamento degli smorzatori dinamici Gli smorzatori dinamici o assorbitori dinamici di vibrazioni (ADV), sono dispositivi molto semplici utilizzati per attenuare vibrazioni libere di strutture secondo una frequenza di risonanza oppure per ridurre le vibrazioni ad una certa frequenza dovute a una forzante esterna. Essi sono essenzialmente costituiti da una massa connessa a una struttura principale tramite una molla elastica e uno smorzatore viscoso. Fig. 1.1-1 Gli Stockbridge dampers posizionati sulle linee elettriche ad alta tensione

Laurea liv.I

Facoltà: Ingegneria

Autore: Martina Motola Contatta »

Composta da 58 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3277 click dal 09/02/2011.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.