Skip to content

Imballaggio funzionale per prodotti di IV gamma: packaging termico autoregolante

Informazioni tesi

  Autore: Mariangela Bellone De Grecis
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2009-10
  Università: Politecnico di Milano
  Facoltà: Design e Arti
  Corso: Design & Engineering
  Relatore: Alberto Cigada
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 298

Cos’è stato il packaging alimentare nel corso della sua evoluzione?
Esso è nato per proteggere e preservare, per tempi a breve e medio termine, contenuti biologicamente vivi e attivi e pertanto deperibili. In seguito il progressivo allontanamento tra il sito di produzione degli alimenti e quello di vendita, ha costituito il primo input per l’avanzamento evolutivo del prodotto “packaging” che, da elemento di contorno, diventa una delle fasi di maggiore importanza nella commercializzazione.
Quello che ha determinato la seconda svolta evolutiva del packaging è stato un fenomeno sociale ovvero il cambiamento del driver d’acquisto e di consumo: non più logica e raziocinio, ma impulso. Il packaging si è allora fatto carico di una nuova funzione, quella di comunicare, informare e attrarre il consumatore. Un ulteriore input che ha spinto lo sviluppo dell’imballaggio verso una precisa direzione è stata la pressante e non più rimandabile questione dell’inquinamento con particolare attenzione verso tre aspetti: consumo energetico, emissione di inquinanti e gestione dei rifiuti.
Il trend attuale che interessa il mondo dell’imballaggio alimentare è l’interattività con l’alimento stesso: dal confezionamento in atmosfera modificata, al packaging attivo a quello intelligente, tutto viene concepito con il preciso obiettivo di allungare la shelf life del prodotto e comunicare all’utente se l’alimento è nelle condizioni ottimali per il consumo.
È in questo contesto che si collocaquesto elaborato di tesi che tratta nello specifico lo studio delle possibilità offerte da alcuni materiali per la funzionalizzazione del packaging di prodotti freschi, in modo tale da preservarne più a lungo la qualità e la freschezza. L’intento della ricerca è quello di verificare se è possibile garantire la continuità della “catena del freddo” attraverso l’uso dei PCM (Phase Changing Materials), materiali in grado di mantenere costanti le condizioni termiche all’interno di un microsistema.
La tendenza all’allungamento della shelf life dei prodotti (alimentari e non) deriva da tre tipi di esigenze:
- sociali: gli impegni di lavoro spesso portano al bisogno di ridurre la frequenza degli acquisti dei prodotti alimentari;
- economici: un prodotto che non soddisfa il consumatore è un danno per la categoria di prodotti in generale, e per l’azienda produttrice in particolare;
- ambientali: meno scarti di prodotti non adeguati alla vendita perchè compromessi da una conservazione non ottimale, vuol dire meno rifiuti.
La concezione di un imballaggio innovativo tocca necessariamente anche aspetti di carattere tecnologico.* La prima questione da affrontare in merito riguarda il fatto che i PCM sono dei materiali funzionali ma non strutturali, necessitano quindi di una matrice o un substrato a cui affidare le incombenze di resistenza alle sollecitazioni meccaniche.
Questa esigenza si trasforma in una occasione di recupero interno degli sfridi di lavorazione per le aziende produttrici di imballaggi in cartone. Infatti solitamente tali sfridi vengono inviati al macero per essere riciclati, ma un recupero interno produrrebbe senza dubbio vantaggi maggiori.
* La parte tecnologica dell’analisi è stata svolta da L. De Nardo nell’ambito del gruppo di ricerca Next Materials di A. Cigada.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
24 !"#$%&%'( IL PACKAGING ALIMENTARE !!"#$%&'&(%& #)'*+,-.'/0.1.'2'03,/4'56+4'0)6'547),8,.)4'54//9,-:6//611,.',)'14)4+6/4'4'5,';04//. 6/,-4)36+4')4//.'<*4=,7=.> Per imballaggio si intende: “il prodotto, composto di materiali di qualsiasi natura, adibito a contenere e a *+.34114+4'5434+-,)634'-4+=,?'56//4'-634+,4'*+,-4'6,'*+.5.33,'7),3,?'6'=.)<4)3,+4' la loro manipolazione e la loro consegna dal produttore al consumatore o all’utilizzatore, e ad assicurare la loro presentazione, nonché gli articoli a perdere usati allo stesso scopo.” 1 @)6'*+,-6'=/6<<,7=68,.)4'541/,',-:6//611,'A,4)4'4BB4330636',)':6<4'6//6'B0)8,.)4 logistica del packaging. Si distingue infatti tra: “ - Imballaggio per la vendita o primario: concepito in modo da costituire, nel *0)3.'5,'A4)5,36?'0)90),3C'5,'A4)5,36'*4+'/9034)34'7)6/4'.'*4+',/'=.)<0-63.+4D - Imballaggio multiplo o secondario: concepito in modo da costituire, nel punto di vendita, il raggruppamento di un certo numero di unità di vendita, 1 estratto dall’art. 35 del Decreto legislativo 5 febbraio 1997, n. 22 “Decreto Ronchi” - Testo vigente. Fig. 1.1 Packaging primario.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

catena del freddo
cold chain
fruit and vegetable
iv gamma
logistica
logistics
materiali a cambiamento di fase
ortofrutta
pcm
phase changing materials
refrigeration
refrigerazione

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi