Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Haiti. Un uragano che persiste da due secoli

"Haiti. Un uragano che persiste da due secoli"
Un'analisi approfondita della situazione economica, politica e sociale, di un paese destinato ad essere travolto da uragani - non solo tempeste tropicali vere e proprie - ma anche uragani metaforici che hanno messo in ginocchio quella che è stata la prima Repubblica nera al mondo, secondo stato indipendente delle Americhe (dopo gli Stati Uniti) nel 1804.

Mostra/Nascondi contenuto.
7 1. Storia di Haiti 1.1. Da provincia spagnola a provincia americana Haiti occupa il terzo occidentale dell’isola Hispaniola. Dopo essere stata la più ricca colonia francese nel XVIII secolo, attualmente è il paese più povero dell’America Latina con fortissime diseguaglianze sociali al suo interno. I vari governi che si sono susseguiti hanno aumentato queste diseguaglianze e hanno reso il paese ancora più dipendente dagli aiuti esteri per la mancanza di un reale processo di sviluppo. L’alternarsi di colonizzatori europei non ha però sradicato nella popolazione le origini africane, rendendo la cultura haitiana una delle più affascinanti e con più carattere spirituale tra quelle delle altre colonie caraibiche. Per meglio comprendere la situazione attuale, è necessario analizzare i singoli periodi che hanno lasciato il segno nella società, non solo haitiana ma anche internazionale. La Hispaniola è una meraviglia: le catene di monti, le montagne, i terreni coltivabili, le campagne e le terre così belle ed ampie […]. I porti del mare di qui sono incredibili se non si vedono e i fiumi sono molto grandi, buone le acque e la maggior parte di essi porta oro […] ci sono molte spezie e grandi miniere d’oro e di altri metalli 1 . Con queste parole Colombo descrisse di fronte alla corte di Madrid l’isola Hispaniola, attuale Haiti e Repubblica Dominicana. Ma egli era convinto di aver raggiunto l’Asia e di parlare di un’isola al largo delle coste cinesi. Vicino alla costa settentrionale di Hispaniola si era incagliata la Santa Marìa, e proprio con quel legname Colombo fece costruire il primo forte europeo nelle Americhe. Lo chiamò Navidad e vi lasciò trentanove uomini 1 ZINN, Howard, Storia del popolo americano. Dal 1492 ad oggi, Il Saggiatore, Milano, 2005, p. 11

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Interfacoltà di Scienze Politiche e Lettere e Filosofia

Autore: Eriona Culaj Contatta »

Composta da 188 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 933 click dal 17/02/2011.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.