Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il processo editoriale. Il caso “La profezia di Arsalon”

Il processo editoriale, storia dell'editoria italiana, dati economici del mercato editoriale, il caso pratico del processo editoriale.
In questo lavoro si è cercato di approfondire il processo editoriale, valutandone i meccanismi che rimangono spesso oscuri per il pubblico.
In analisi di quanto ricercato, trovato e approfondito si ritiene adeguato descrivere i punti che si sono ritenuti più interessanti durante il lavoro di ricerca.
Per quanto attinente alla storia editoriale italiana, si è analizzato con occhio critico tutto il periodo in questione. Si è visto come l'editoria si sia evoluta da una di tipo familiare, piccola e variegata a un agglomerato di case editrici incollate e annesse a gruppi editoriali di dimensioni mastodontiche. Si è ripercorsa la storia dell'editoria fascista, capitanata da Mondadori. Proprio per questo si è trovato curioso che un potere forte e legato alla storia più “nera” d'Italia sia riuscito a sopravvivere e prosperare anche dopo il crollo di Mussolini. Mondadori è riuscito abilmente a cogliere l'occasione di poter gestire il monopolio del libro unico per le scuole italiane, ha saputo legarsi a persone “care” al fascismo come Gabriele D'Annunzio, ma ha anche saputo trasformarsi, cambiare pelle e rinnovarsi per affrontare la caduta del fascismo e il boom economico degli anni seguenti. L'editoria italiana si è sviluppata molto in questo secolo e mezzo di storia: si è passati da circa 5.000 libri, pubblicati agli albori del XX secolo, per arrivare ai 60.000 di quest'anno. Le prospettive non sono di una crescita come nel passato, ma ciò è dovuto anche a una saturazione del mercato, nonché alla nuova crisi che imperversa a livello globale.

Mostra/Nascondi contenuto.
Il Processo Editoriale Gianandrea Siccardi Introduzione Una tesi sul “processo editoriale” Si sente in continuazione parlare di bestsellers, mirabolanti film tratti da romanzi di celeberrimi scrittori sulla cresta dell'onda. “Io uccido”, “Gomorra” e “Va dove ti porta il cuore” sono solo alcuni titoli italiani ad aver raggiunto e superato abbondantemente il traguardo del milione di copie. Ma chi ha spinto queste opere cosi in alto da essere annoverate nell'olimpo della narrativa italiana? Quali processi li hanno traghettati verso il loro ridente destino? Chi decide cosa dovrà essere sottoposto al temibile giudizio della critica? L'autore di questo scritto si propone di dipanare il bandolo della matassa; scoprire e analizzare le fasi che portano l'idea fino all'esposizione al pubblico. Per questo cerca di schiarire l'alone di mistero che attornia l'universo editoriale, svelando i molteplici e laboriosi processi celati dietro le quinte. Sono state effettuate analisi ricorrendo a diverse metodologie per il raggiungimento dell'obiettivo prefissato. Si è eseguita una ricerca bibliografica sui maggiori esperti dell'argomento “Editoria”; si è fatta una rassegna stampa mediante lo sfoglio di archivi giornalistici del calibro di “Stampa”, “Repubblica” e “Il Giornale”. Inoltre sono state effettuate interviste a testimoni privilegiati per approfondire l'argomento. Per quest'ultimo punto di ricerca è stato utilizzato un questionario con domande aperte che per la semplicità di trasmissione è stato spedito via e-mail e autocompilato, previo accordo con gli stessi per lim itare al massimo il costo di ricerca. Va tenuto presente che le persone intervistate vivono rispettivamente a Milano, Padova e Roma. Proprio per la difficoltà di reperimento di altri 7/157

Laurea liv.I

Facoltà: Scuola di Amministrazione Aziendale

Autore: Gianandrea Siccardi Contatta »

Composta da 157 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 607 click dal 23/02/2011.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.